“Un poco veri e un poco finti”: in mostra i Burattini di Mariano Dolci

A Montemerano un’esposizione che ripercorre le tappe dell’attività del Maestro

Mariano Dolci Drago San Giorgio burattini

Nel cuore della Maremma, al centro del medievale borgo di Montemerano, s’inaugura il 18 Agosto un’esposizione rivelatrice delle multiformi potenzialità dei burattini anche al di fuori del contesto strettamente spettacolare. Presso la sala Teatro (ex Pieve di San Lorenzo) sarà possibile ripercorrere le principali tappe della straordinaria attività svolta nel corso di decenni da Mariano Dolci che ha portato marionette, burattini e teatro d’ombre presso scuole e musei, ma anche presso carceri e ospedali psichiatrici. 

Riportiamo la locandina e il comunicato stampa diffuso dalla Pro Loco di Montemerano, organizzatrice dell’evento assieme all’Accademia del Libro e con il patrocinio del Comune di Manciano.

Locandina esposizione Mariano Dolci

Comunicato stampa

Sabato 18 agosto alle ore 17
nella sala del “teatro”di Montemerano

Inaugurazione della mostra

Burattini in società
Le attività di Mariano Dolci

Da tempo ormai burattini e marionette non si incontrano più nel solo mondo dello spettacolo; hanno saputo affermarsi come preziosi strumenti di mediazione nei contesti sociali più diversi; educazione, attività terapeutiche, riabilitative o di reinserimento sociale. Abbandonando il professionismo dello spettacolo, Mariano Dolci per oltre cinquanta anni ha attraversato questi contesti collaborando con varie professionalità più per tentare di trasporre e adattare alcune proprietà dei burattini ad attività dalle finalità più diverse.

Da questo percorso ha tratto una conoscenza sia teorica che pratica delle potenzialità dello strumento burattino di cui il materiale esposto nella sala del “Teatro” di Montemerano fino al 2 settembre a cura della Pro Loco di Montemerano e dell’Accademia del Libro, dà un’esauriente, interessante a spesso anche divertente testimonianza.

Mariano Dolci negli anni sessanta ha lasciato l’insegnamento nella scuola dell’obbligo per far parte della compagnia di burattini di Otello Sarzi. Da allora si è sempre dedicato ai burattini, marionette e alle ombre non solo in quanto particolari forme di spettacolo teatrale ma anche come strumento da utilizzare  in una quantità di contesti educativi o del sociale.

Per venti anni ha diretto a Reggio Emilia il “Laboratorio di Animazione Comunale” istituito per ricercare, sperimentare e diffondere le potenzialità del teatro dei burattini, delle marionette e delle ombre nelle scuole della città.

La notorietà delle Scuole dell’Infanzia di Reggio Emilia gli ha offerto l’opportunità di essere invitato ad  esporre il suo specifico lavoro e a confrontarlo con altre esperienze in varie parti del mondo. Nel contempo ha lavorato nell’Ospedale Psichiatrico di Reggio Emilia e nell’Ospedale Psichiatrico Giudiziario, in collaborazione con professionisti  interessati a verificare le potenzialità del teatro di animazione a contatto con vari problemi mentali.
 

La mostra rimarrà aperta fino al 2 settembre con i seguenti orari:

Dal lunedì al mercoledì: 17-20

Dal giovedì alla domenica: 17-20 e 21-23

Pro Loco Montemerano                                                            Accademia del Libro

Foto scattate da Andrea Toschi durante l’allestimento

L’esposizione “Burattini in società” sarà aperta dal 18 Agosto al 2 Settembre in questi orari:
  • da Lunedì a Mercoledì ore 17-20
  • Da Giovedì a Domenica ore 17-20 e 21-23
Indicazioni per arrivare

montemerano cuorePer accedere alla Sala Teatro a Montemerano, dalla via principale del borgo (via Italia) salire le scale di fronte al forno. La sala (ex Pieve di San Lorenzo) si trova subito sulla sinistra in via della Chiesa

Chi viene a Montemerano, oltre a visitare la Chiesa di San Giorgio con affreschi del Quattrocento e la Madonna della Gattaiola, può  fare un bagno nelle vicine Cascate del Mulino o alle Terme di Saturnia. 

Indicazioni stradali: dalla costa tirrenica si può raggiungere Montemerano passando per Manciano (da Albinia SS74, da Montalto di Castro SP105); dalla Tuscia Viterbese seguire le indicazioni per Valentano-Ischia di Castro-Farnese. Da Grosseto seguire la SS322 per Scansano. Chi viene dall’Amiata può raggiungere Montemerano passando per Saturnia. Da Roma prendere l’Autostrada per Civitavecchia fino al Tarquinia, poi SS1 Aurelia fino a Montalto di Castro e poi SP105. (coordinate 42.621550, 11.491170 – vedi mappa su Google Maps).

Mariano Dolci: “Dalla mano al burattino”

Una conversazione sul teatro d’animazione presso la Biblioteca di Storia dell’Arte di Montemerano

Mariano Dolci

Il prossimo 31 Marzo a Montemerano (Grosseto) è in programma una conversazione tenuta da Mariano Dolci sul tema Il Teatro di Animazione: dalla mano al burattino (un progetto, una mostra). Riportiamo qui di seguito il comunicato stampa ufficiale.

Sabato 31 marzo alle ore 17,30
alla Biblioteca di Storia dell’arte di Montemerano
DALLA MANO AL BURATTINO
(Un progetto, una mostra)

l’Accademia del Libro invita a una conversazione di Mariano Dolci sul Teatro di Animazione

Mariano Dolci esporrà l’immagine che nel tempo si è formata dello strumento burattino, strumento che proviene da tempi antichissimi, ma che è al tempo stesso attuale e contemporaneo: un’immagine che Dolci ha ricavato dalla molteplicità e dall’unicità delle sue esperienze.

Dolci negli anni sessanta ha lasciato l’insegnamento nella scuola dell’obbligo per far parte della compagnia di burattini di Otello Sarzi. Da allora si è sempre dedicato ai burattini, marionette e alle ombre non solo in quanto particolari forme di spettacolo teatrale ma anche come strumento da utilizzare in una quantità di contesti educativi o del sociale. Per venti anni ha diretto a Reggio Emilia il “Laboratorio di Animazione Comunale” istituito per ricercare, sperimentare e diffondere le potenzialità del teatro dei burattini, delle marionette e delle ombre nelle scuole della città.

La notorietà delle Scuole dell’Infanzia di Reggio Emilia gli ha offerto l’opportunità di essere invitato ad esporre il suo specifico lavoro e a confrontarlo con altre esperienze in varie parti del mondo. Nel contempo ha lavorato nell’Ospedale Psichiatrico di Reggio Emilia e nell’Ospedale Psichiatrico Giudiziario, in collaborazione con professionisti interessati a verificare le potenzialità del teatro di animazione a contatto con vari problemi mentali.

Mariano Dolci ha una casa da molti anni a Montemerano ed è innamorato di questo incantevole borgo e amico dei suoi abitanti. Da venti anni collabora con bambini, ragazzi e giovani per allestire uno spettacolo di teatro d’ombre in occasione della festa del santo Patrono San Giorgio; spettacolo diventato tradizione nei festeggiamenti ma ogni anno diverso grazie al continuo apporto dei ragazzi del paese. Il suo attuale progetto è quello di allestire a breve una mostra che possa servire da trampolino di lancio per far nascere a Montemerano un centro di studio, di spettacolo e di diffusione del Teatro di Animazione.

Sabato 31 Marzo 2018 ore 17,30 – Biblioteca comunale di Storia dell’arte
via del Bivio – Montemerano (Grosseto)

Visitare Montemerano
Chi viene a Montemerano, oltre ad ammirare la Chiesa di San Giorgio con affreschi del Quattrocento e la Madonna della Gattaiola, può  fare un bagno di acqua termale nelle vicine Cascate del Mulino o alle Terme di Saturnia. È anche possibile fare passeggiate per vedere i numerosi siti archeologici della zona.

montemerano cuore Accademia del LibroIndicazioni stradali
Dalla costa tirrenica si può raggiungere Montemerano passando per Manciano (da Albinia SS74, da Montalto di Castro SP105). Dalla Tuscia Viterbese seguire le indicazioni per Valentano-Ischia di Castro-Farnese. Da Grosseto seguire la SS322 per Scansano. Da Roma prendere l’Autostrada per Civitavecchia, quindi la SS1 Aurelia fino a Montalto e poi SP105. Chi viene dall’Amiata può raggiungere Montemerano passando per Saturnia. (coordinate 42.621550, 11.491170 – vedi mappa su Google Maps).

“Tout le monde en place!”: danze dell’Ottocento per tutte le età

Le foto della Notte Romantica di Montemerano

Foto scattate da Sabina Angelucci.

Organizzata da ” I Borghi più belli d’Italia”, il Comune di Manciano e il Comitato di Frazione di Montemerano, con la partecipazione delle quattro Associazioni del paese (Filarmonica “Giuseppe Verdi”, Polisportiva, Pro Loco, Accademia del Libro), il 25 Giugno si è svolta nelle strade e nelle piazze del suggestivo borgo La notte romantica a Montemerano. Anche la Salon Orchestra de Il Teatro della Memoria ha preso parte all’evento con balli in piazza sotto la guida del M° Paolo Di Segni accompagnato da Claudia Celi e da danzatori-animatori specializzati in danze storiche. Per i credits dell’intervento vedi il precedente post.

L’album del fotografo Andrea Mearelli con tutti gli eventi della manifestazione si può vedere sulla pagina Facebook di Manciano Promozione (le immagini de Il Teatro della Memoria vanno dal n. 116 al 135).

 

Valzer e danze dell’Ottocento a Montemerano

Nella Notte romantica dei Borghi più belli d’Italia, il pubblico potrà danzare in Piazza del Castello sulle note della Salon orchestra de Il Teatro della Memoria

Notte Romantica 2016
Organizzata da ” I Borghi più belli d’Italia”, il Comune di Manciano e il Comitato di Frazione di Montemerano, con la partecipazione delle quattro associazioni del paese (Filarmonica “Giuseppe Verdi”, Polisportiva, Pro Loco, Accademia del Libro), il prossimo sabato 25 Giugno prende il via La notte romantica a Montemerano, con un ricco programma che si svolgerà nelle strade e nelle piazze del suggestivo borgo dalle 6 del pomeriggio fino alle 2 di notte. La locandina con il programma completo può essere scaricata a questo link.

Fra i tanti eventi in programma, ecco nel dettaglio quello che Il Teatro della Memoria curerà nella scenografica Piazza del Castello:

“E sogna per desìo, luna d’estate”
Valzer viennesi e musiche dell’Ottocento per sognare e danzare
con l’Orchestra da ballo de Il Teatro della Memoria

Il Teatro della Memoria invita il pubblico, anche quello senza precedente esperienza, a prender parte ai momenti di danza guidati dal M° Paolo Di Segni e con l’accompagnamento musicale della Salon Orchestra de Il Teatro della Memoria, attiva da molti anni nella riproposta del repertorio dell’Ottocento. Le musiche, frutto di ricerche negli archivi, sono di Johann Strauss padre e figlio, Emile Waldteufel, Paolo Giorza, Gaetano Donizetti, Riccardo Drigo e Luigi Arditi. Valzer figurati e contraddanze, che all’epoca accomunavano i vari ceti sociali animeranno la Piazza del Castello di Montemerano nella Notte romantica dei Borghi più belli d’Italia.

Ricostruzione delle danze: Paolo Di Segni

Maestri di Ballo: Paolo Di Segni, Claudia Celi

Danzatori: Fiorella Cardinale Ciccotti, Ilaria Consalvo, Greta Furzi, Fiorella Martini, Domenico Paglione

Salon Orchestra: Michele Cianfoni (violino), Yvonne Fisher (Clarinetto), Emiliano Gentili (chitarra), Paolo Tagliapietra (pianoforte), Andrea Toschi (fagotto e concertazione)

Costumi a cura di: Kathy Benliyan

Partecipa la Scuola di Ballo “Fred Astaire” di Manciano

Sabato 25 Giugno 2016 ore 23,30 piazza del Castello
Montemerano (Grosseto) ingresso libero
Info: tel. 328-3645555 – e-mail info@teatrodellamemoria.org

Notte Romantica 2016_2

clicca sull’immagine per il programma completo di La Notte Romantica a Montemerano

Informazioni di viaggio

A Montemerano – oltre alla Chiesa di San Giorgio con affreschi del Quattrocento e la Madonna della Gattaiola – è possibile visitare il centro cittadino recentemente riconosciuto come uno de “I Borghi più belli d’Italia”. Nelle vicinanze è possibile fare il bagno alle Cascate del Mulino o alle Terme di Saturnia.

Indicazioni stradali: chi si trova sulla costa tirrenica potrà raggiungere Montemerano passando per Manciano (da Albinia SS74, da Montalto di Castro SP105, dalla Tuscia Viterbese seguire le indicazioni per Valentano-Ischia di Castro-Farnese). Da Grosseto seguire la SS322 per Scansano. Dall’Amiata si può raggiungere Montemerano passando per Saturnia. Da Roma prendere Autostrada per Civitavecchia, poi SS1 Aurelia fino a Montalto e poi SP 105. (coordinate 42.621550, 11.491170 – vedi mappa su Google Maps).

 

Pubblicata la guida di Montemerano

Un volume di Marilena Pasquali per far conoscere i tesori del piccolo borgo maremmano

guida di MontemeranoDomenica 22 maggio 2016 alle 10,30 nella splendida Piazza del Castello di Montemerano avverrà la presentazione ufficiale del nuovo volume Montemerano, una guida di Marilena Pasquali edito da noèdizioni. Interverranno, assieme all’autrice, il Sindaco di Manciano Marco Galli, l’Assessore alla Cultura e al Turismo Giulio Detti, il Direttore del Club “I Borghi più belli d’Italia” Marco Forte, l’editore Fabio Mochi. Coordina Ettore Ponticelli, Presidente del Comitato di Frazione di Montemerano.

Nel corso dell’incontro il Sindaco consegnerà la targa del premio “American Friendly” assegnato a Montemerano dalla Fondazione Italia-USA.

Mandolino e chitarra decacorde a Montemerano

Le foto della Conferenza-concerto con Fabio Menditto e Roberto Vallini

Foto di Andrea Toschi – © Il Teatro della Memoria

Sabato 13 giugno, nell’ambito degli incontri presso la Biblioteca di Storia dell’Arte di Montemerano (Grosseto) organizzati dall’Accademia del Libro di Montemerano con il sostegno del Comune di Manciano, si è tenuta la conferenza-concerto Uno strumento alla volta: il Mandolino, secondo appuntamento realizzato da Il Teatro della Memoria con Fabio Menditto (mandolino) e Roberto Vallini (chitarra a 10 corde). Per il primo appuntamento Dalla Bombarda all’Oboe, con Angela Paletta e gli allievi de L’Humor Bizzarro, vedi il precedente post.

La storia del Mandolino narrata e suonata

Conferenza-concerto con Fabio Menditto e Roberto Vallini

Mandolino

Chiesa di San Giorgio a Montemerano: particolare della Madonna assunta di Lorenzo di Pietro detto il Vecchietta

Il prossimo sabato 13 giugno alle 18,30, nell’ambito degli incontri presso la Biblioteca di Storia dell’Arte di Montemerano (Grosseto) organizzati da Accademia del Libro di Montemerano  con il sostegno del Comune di Manciano, si terrà la conferenza-concerto Uno strumento alla volta: il Mandolino.

Durante l’incontro (curato da Il Teatro della MemoriaFabio Menditto, docente di Mandolino presso il Conservatorio “San Pietro a Majella” di Napoli, illustrerà la storia dello strumento con proiezione di immagini e con esecuzione dal vivo di brani, suonati su vari modelli storici di mandolino dallo stesso Menditto accompagnato dal M° Roberto Vallini alla chitarra a dieci corde.

A Montemerano – oltre alla Chiesa di San Giorgio con affreschi del Quattrocento e con la Madonna della Gattaiola – è possibile visitare il centro storico recentemente inserito nella lista de I Borghi più belli d’Italia. Nelle vicinanze si trovano le Cascate del Mulino  e le Terme di Saturnia. Nei giorni 13 e 14 giugno  la città ospiterà anche l’evento Vivamus, con mostra di cavalli, degustazione di prodotti locali e raduno con passeggiata (vedi programma).

Indicazioni stradali: chi si trova sulla costa tirrenica può raggiungere Montemerano passando per Manciano (da Albinia SS74, da Montalto di Castro SP105, dalla Tuscia Viterbese seguire la direzione per Pitigliano oppure per Valentano-Ischia di Castro-Farnese). Da Grosseto seguire la SS322 per Scansano. Dall’Amiata si può raggiungere Montemerano passando per Saturnia (coordinate 42.620772, 11.491468 – vedi mappa su Google Maps).

Sabato 13 giugno – ore 18,00
Biblioteca di Storia dell’Arte
Via del Bivio – Montemerano (GR)

Festa per San Giorgio a Montemerano

Con lo spettacolo di ombre di Mariano Dolci e i ragazzi di Montemerano inizia un ricco programma di eventi

San_Giorgio_1

Clicca sull’immagine per vedere il video dello spettacolo

Organizzati dalla Pro Loco Montemerano, con il patrocinio del Comune di Manciano e in collaborazione con l’Unione Sportiva Montemerano, L’Accademia del Libro e la Filarmonica “G. Verdi”, iniziano giovedì 23 aprile quattro giorni di festeggiamenti per San Giorgio, il santo patrono della città. Apre la rassegna lo spettacolo La vera storia di San Giorgio e il drago, spettacolo di ombre realizzato dai ragazzi di Montemerano con la regia di Mariano Dolci; lo spettacolo sarà replicato Domenica 26 alle 15. Per il programma completo degli eventi clicca sulla immagine qui sotto.

San_Giorgio_2

Le foto delle danze americane dell’Ottocento a Montemerano

Balli in Piazza del Castello con gli artisti de Il Teatro della Memoria

Foto di Valeria Milani scattate durante la serata DoSaDo, Musiche e danze anglo-americane dell’Ottocento, presentata a Montemerano lo scorso 19 luglio. Per i credits vedi il precedente post.

American 19th century dances in Montemerano

Saturday 19 July, in a picturesque Tuscan hamlet, the audience can listen or take part in the dances with the artists of Il Teatro della Memoria


Recently declared “One of the most beautiful Italian Hamlets”, on 19 July  Montemerano will host DoSaDo, an event produced by Il Teatro della Memoria in collaboration with Accademia del Libro di Montemerano and Pro Loco Montemerano within the concert series VII Rassegna di Musica Popolare  under the auspices of the Municipality of Manciano. The Il Teatro della Memoria Ballroom Orchestra, an ensemble directed by Andrea Toschi and specialized in the performance of Salon Orchestra repertory, will present a concert of 19th century dance music where the audience will have an opportunity to learn the steps and join in the dances guided by Paolo di Segni and Claudia Celi.

The performance – that will be held in the magnificent Piazza del Castello – features some of the compositions that obtained greatest popularity in U.S. ballrooms during the 19th Century, by composers such as Arthur Sullivan, Scott Joplin and John Philipp Sousa, besides other less known but likewise meaningful artists. 

Salon Orchestra: Michele Cianfoni (violin), Yvonne Fisher (clarinet), Paolo Tagliapietra (piano), Andrea Toschi (bassoon and direction)
Dancers: Annalisa Bianco, Simona Buompadre, Claudia Celi, Paolo Di Segni, Fiorella Martini, Paola Torrani
Costumes: Kathy Benliyan

VII rassegna musica popolare a Montemerano

Clicca sull’immagine per la locandina della rassegna

Travel Info:

In Montemerano – besides the Church of San Giorgio with 15th century frescoes and the Madonna della Gattaiola – it’s possible to visit the city center, recently declared officially as one of “The most beautiful Italian Hamlets”. Nearby it’s possible to bathe at Cascate del Mulino or at Terme di Saturnia.

For those that attend this event reduced rates (10% discount on listed prices) are available at Hotels, B&B’s and Farm Holiday Resorts managed by Consorzio L’Altra Maremma. When booking make reference to the covenant with Il Teatro della Memoria. The guests of these establishments are entitled to a 15% discount on the admission ticket to Terme di Saturnia.
-Phone 0564.601280
-e-mail: saturnia@laltramaremma.it
-webpage www.laltramaremma.it)

Road info: from the Thyrrhenic coast you can reach Montemerano through Manciano (from Albinia take the SS74 road, from Montalto di Castro SP105, from the Viterbo area follow the directions for Pitigliano or Valentano-Ischia di Castro-Farnese). From Grosseto take SS322 through Scansano. From Mount Amiata go through Saturnia. From Rome take the A12 Highway for Civitavecchia, continue on SS1 Aurelia to Montalto di Castro, then SP105. Navigator coordinates: 42.621550, 11.491170  – see map on Google Maps.

19 July  2014 9.30PM piazza del Castello
Montemerano (Grosseto – Italy) free entrance

Info: tel. (+39) 328-3645555 – e-mail info@teatrodellamemoria.org