Bando per l’Orchestra Nazionale Barocca dei Conservatori italiani

Possono partecipare gli studenti di Conservatori, ISSM e Istituzioni accreditate

Orchestra Nazionale Barocca dei Conservatori

L’Orchestra Nazionale Barocca in prova

Sul sito web del Conservatorio di Palermo è stato da poco pubblicato il bando per partecipare alle audizioni per il rinnovo dell’organico dell’Orchestra Nazionale Barocca dei Conservatori per le attività programmate dal prossimo luglio 2018 ad ottobre 2020. l’Orchestra Nazionale Barocca dei Conservatori Italiani è un progetto coordinato dalla Conferenza dei Direttori dei Conservatori di Musica e sostenuto direttamente dal MIUR. Questo progetto, iniziato nel 2016, ha l’intento di creare occasioni altamente professionalizzanti per i migliori studenti dei conservatori italiani. Possono infatti partecipare alle attività dell’Orchestra gli studenti iscritti ad uno dei corsi dell’Area Musica Antica dei Conservatori italiani statali o non statali (ISSM), oppure ad una Istituzione accreditata dal Ministero ai sensi dell’art. 11 del DPR 212/2005. Saranno ammessi anche studenti non iscritti ai corsi dell’Area Musica Antica, purché provvisti di competenze specifiche acquisite nei settori di detta area.

Il termine di scadenza per le domande, che saranno presentate dal Conservatorio di appartenenza attraverso il modulo contenuto nell’Allegato A, è fissato al 16 aprile 2018. Le audizioni si svolgeranno il 6 giugno 2018 presso il Conservatorio di Roma e l’8 giugno presso il Conservatorio di Verona; i candidati indicheranno sul modulo la sede scelta.

Orchestra Nazionale Barocca: strumenti richiesti e Commissione valutatrice

Il bando indica come strumenti per i quali si procederà ad audizione:

  • Violino, Viola, Violoncello, Contrabbasso;
  • Flauto dolce, Traversiere, Oboe, Fagotto, Tromba, Corno;
  • Liuto/Tiorba, Cembalo, Arpa.

Per gli altri strumenti dell’Area Musica antica (Viola da gamba, Clarinetto storico, Cornetto e Trombone) si continuerà a richiedere segnalazioni dirette da parte delle Istituzioni in base alle necessità di completamento dell’organico. Entro il 23 aprile sarà pubblicato l’elenco dei candidati ammessi all’audizione, con indicazione della data. Le spese di trasferta per l’audizione saranno a carico delle Istituzioni di provenienza.

La Commissione valutatrice sarà composta dai seguenti esperti:

  • Pascal Bertin, coordinatore del Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio Nazionale Superiore di Parigi;
  • Paolo Grazzi, docente di Oboe barocco presso il Conservatorio di Verona;
  • Gaetano Nasillo,, docente di Violoncello barocco presso il Conservatorio di Novara;
  • Giovanni Togni, docente di Clavicembalo e Tastiere storiche presso il Conservatorio di Como;
  • Daniele Ficola, membro, per l’Orchestra Nazionale Barocca, del Comitato di gestione delle Orchestre Nazionali dei Conservatori.

Per quanto riguarda il programma dell’audizione è possibile consultare il bando ufficiale. Al termine delle audizioni sarà pubblicata sul sito web del Conservatorio di Palermo la graduatoria per ciascuno strumento. Queste graduatorie saranno utilizzate per comporre l’organico orchestrale per i concerti realizzati a partire dal 1 Luglio 2018.

Gli studenti prescelti parteciperanno alle attività programmate dell’orchestra, con copertura delle spese di viaggio, vitto e alloggio da parte dell’Organizzazione. Non sono previsti emolumenti né rimborsi per gli eventuali accompagnatori degli studenti minorenni.

Per informazioni: Tel. 091 580921 – e-mail orchestrabarocca@conservatoriobellini.it

Le foto da “Balli del Seicento italiano” di Furiosi Affetti con Claudia Celi e Paolo Di Segni

Continua al Teatro Antigone di Roma la rassegna promossa da Furiosi affetti – Orchestra Barocca di Roma 

Ringraziamo Damiano Zignani per le belle foto che pubblichiamo assieme a quelle scattate da Andrea Toschi:

Lo scorso Lunedì 12 Febbraio al Teatro Antigone di Roma è andato in scena lo spettacolo Balli del Seicento italiano eseguito da Furiosi Affetti – Orchestra Barocca di Roma assieme ai danzatori Claudia Celi e Paolo Di Segni. In programma musiche di Biagio Marini, Giovanni Battista Buonamente, Lorenzo Allegri, Andrea Falconieri, Dario Castello.

Balli del Seicento Italiano – il cast:

Violini: Elisa Atteo, Claudia Dymke, Erica Scherl, M. Carola Vizioli;
Viola: Giorgio Bottiglioni;
Violoncello: Cristiano Rodilosso;
Tiorba e Chitarra barocca: Fabrizio Carta;
Danzatori: Claudia Celi, Paolo Di Segni

Per altre info sul programma guarda il precedente post.

A L’Aquila la Banda dell’Arma dei Carabinieri in concerto assieme all’Orchestra del Conservatorio ‘A. Casella’

Nella Basilica di Santa Maria di Collemaggio, da poco riaperta dopo il restauro, un evento abbinato al conferimento all’Arma della Cittadinanza onoraria

Santa Maria di Collemaggio Concerto Banda Carabinieri Orchestra Casella

Riportiamo il comunicato diffuso dal Conservatorio Statale di Musica “A. Casella” – L’Aquila:

Concerto della Banda dell’Arma dei Carabinieri insieme all’Orchestra degli Studenti del Conservatorio “A. Casella”

il 20 febbraio 2018, alle ore 19,30, presso la Basilica di Santa Maria di Collemaggio l’Orchestra Sinfonica degli studenti del nostro Conservatorio si esibirà insieme alla Banda dell’Arma dei Carabinieri in un concerto-evento voluto dall’Arma stessa in onore della città dell’Aquila.

Ingresso libero, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

“Abbiamo accettato con entusiasmo la proposta di partecipare a questo concerto a Collemaggio perché siamo convinti del forte significato insito in questo evento in cui si incontrano all’insegna della buona Musica, in un luogo di suggestione unica, due realtà Statali appartenenti a mondi così distanti, quello dell’Alta Formazione Musicale e quello di una Istituzione Militare.

Siamo consapevoli che il fascino mistico di Collemaggio e il prestigio e la professionalità della Banda dell’Arma avrebbero da soli già caratterizzato questo concerto come un Evento memorabile di prim’ordine. Ci piace allo stesso tempo pensare che questo ponte teso verso i nostri giovani, che con dedizione e passione si stanno impegnando a costruire il loro futuro di Arte, ne costituirà un significativo valore aggiunto.”

Giandomenico Piermarini
Direttore del Conservatorio

Martedì 20 febbraio ore 19.30 – Ingresso libero
Basilica di Santa Maria di Collemaggio, viale di Collemaggio –  L’Aquila

Seminario di Oboe barocco con Alfredo Bernardini a S. Cecilia

Un seminario intensivo di tre giorni rivolto a oboisti barocchi o moderni e a formazioni cameristiche barocche con strumenti antichi

Alfredo Bernardini

Riportiamo qui di seguito il comunicato diffuso dal Conservatorio S. Cecilia di Roma:

Logo S_Cecilia

LES GOUTS REUNIS
Seminario di Oboe barocco e Musica antica

Docente Alfredo Bernardini
Università Mozarteum Salisburgo

12, 13, 14 marzo 2018
ore 10.00/13.30 e 15.00/17.00
S. Andrea delle Fratte – TeatroDue Roma

Il seminario è rivolto a oboisti barocchi anche relativamente principianti, oboisti moderni interessati allo stile e al repertorio barocco, formazioni cameristiche barocche con strumenti antichi.

Modalità di Partecipazione

La partecipazione al Seminario per gli studenti interni del Conservatorio, sia in qualità di effettivi che di uditori è a titolo gratuito. I partecipanti interni dovranno presentare unicamente la domanda di iscrizione (di seguito allegata).

Per gli studenti esterni è possibile l’accesso da uditori presentando:
  • Domanda di iscrizione (di seguito allegata);
  • ricevuta di versamento di € 25,00 con causale: quota partecipazione uditore/uditrice Seminario di Oboe barocco e Musica antica – Docente Alfredo Bernardini, c/c postale n° 59365007 intestato a Conservatorio di Musica Santa Cecilia – Roma;
  • ricevuta di versamento di € 7,00 causale “Copertura Spese Assicurative”, Seminario di Oboe e Musica antica – Docente Alfredo Bernardini, c/c postale n.59365007 intestato a Conservatorio di Musica Santa Cecilia – Roma;
Per gli studenti esterni è previsto l’accesso da effettivi presentando:
  • Domanda di iscrizione (di seguito allegata);
  • ricevuta di versamento di € 50,00 con causale: quota iscrizione effettivo/a Seminario di Oboe barocco e Musica antica – Docente Alfredo Bernardini, c/c postale n° 59365007 intestato a Conservatorio di Musica Santa Cecilia – Roma;
  • ricevuta di versamento di € 7,00 causale “Copertura Spese Assicurative”, Seminario di Oboe barocco e Musica antica – Docente Alfredo Bernardini, c/c postale n.59365007 intestato a Conservatorio di Musica Santa Cecilia – Roma;

Le domande di iscrizione dovranno essere inoltrate al Conservatorio entro le ore 14:00 del 6 marzo 2018 con una delle seguenti modalità:

Per ulteriori informazioni contattare il numero 06.36096722; 06.36096720.

Allegati:

“Musica galante europea” per oboe, violoncello e clavicembalo

Al Gonfalone composizioni di Platti, Locatelli, Telemann e C.Ph.E. Bach

getreue Musikmeister2Per la stagione dell’Oratorio del Gonfalone il prossimo concerto – intitolato Musica Galante Europea − presenta un programma di musica composta nel cosiddetto stile «galante» che conquistò il favore del pubblico a partire dagli anni ’20 del Settecento. Un genere musicale adatto ai raffinati intenditori che frequentavano i palazzi dell’aristocrazia, ma diffuso, grazie alle edizioni a stampa, anche nei salotti della borghesia in ascesa sociale durante il Secolo dei Lumi.

Quattro compositori tipici di questo stile – due italiani e due tedeschi – saranno così messi a confronto in questo appuntamento che vede la partecipazione di tre acclamati specialisti nell’esecuzione storicamente informata: Fabio Bagnoli (oboe), Rebeca Ferri (violoncello) e Massimiliano Faraci (clavicembalo). Di Giovanni Benedetto Platti verranno eseguite la Sonata à oboe, violoncello e basso in sol minore e la Sonata a tre cioè violino overo oboe, violoncello e basso continuo in Sol maggiore; di Pietro Antonio Locatelli la Sonata per oboe e Basso Continuo N°4 dall’Op. 2 in Sol maggiore. Per il Nord Europa figurano Georg Philipp Telemann con la Sonata per cello e basso continuo in Re maggiore dalla raccolta Der getreue Musikmeister e Carl Philipp Emanuel Bach con la Sonata per Oboe e Basso Continuo Wq 135 in sol minore.

Giovedì 15 Febbraio 2018 – ore 21.00
Oratorio del Gonfalone – via del Gonfalone 32/A – Roma
tel. & fax: 06.6875952 (lun.-ven.ore 9:30-17)
info@oratoriogonfalone.com – www.oratoriogonfalone.eu

Convenzione con Il Teatro della Memoria

In occasione dei concerti della stagione saranno disponibili biglietti scontati (a €15 invece che €20) per gli iscritti al Blog e alla Pagina Facebook de Il Teatro della Memoria. Per scaricare il coupon da presentare al botteghino vai a questo link.

Mathematics meets Art at Aplimat 2018

Photos from the Mathematics and Art section of the 17th Conference on Applied Mathematics at the Slovak University of Technology in Bratislava

Levi Montalcini Mathematics and art

The Institute of Mathematics and Physics of the Faculty of Mechanical Engineering (Slovak University of Technology in Bratislava) has hosted from February 6 to 8 the 17th Conference on Applied Mathematics Aplimat 2018. The Mathematics and Art section,  dedicated to the memory of Mauro Francaviglia, has taken place on February 7 featuring communications by Silvia Benvenuti, Federico Brunetti, Alessandra Capanna, Luigi Cocchiarella, Corrado Falcolini, Lucas Haude, Loe Feijs, Gino Iannace, Marcella Giulia Lorenzi, Paola Magnaghi-Delfino, Paola Magrone, Jaroslav Marek, Giampiero Melle, Tullia Norando, Laura Tedeschini Lalli, Matteo Torre (together with his students from Liceo Scientifico Statale “L.B. Alberti” at Valenza), Stanislaw Zawislak.

Also for the Mathematics and Art theme, the plenary session of February 6 – chaired by Daniela Velichová – featured the invited lecture Twines, knots, mazes: an encounter with Paola Levi Montalcini across art and mathematics by Andrea Toschi. This lecture presented some insights into the mathematical curves that were used in some of her works by the artist, twin sister of 1986 Nobel Prize winner Rita Levi Montalcini.

Aplimat 2018 Scientific Board:

Jaromír Baštinec, Czech Republic
Jevgenijs Carkovs, Latvia
Manuel A. M. Ferreira, Portugal
Ivan Janiga, Slovak Republic
Marcella G. Lorenzi, Italy
Martin Nehéz, Slovak Republic
Marius Păun, Romania
Laura Tedeschini-Lalli, Italy
Daniela Velichová, Slovak Republic

Webpage of the Aplimat 2018 Conference: evlm.stuba.sk
For the titles of the Mathematics and Art papers download the program in PDF.

Incontri fra arte e matematica ad Aplimat 2018

Qualche foto dalla sezione Mathematics and Art della 17th Conference on Applied Mathematics presso l’Università della Tecnologia di Bratislava

Si è svolta a Bratislava (Slovacchia) dal 6 all’8 Febbraio Aplimat 2018, la XVII Conferenza sulla Matematica applicata organizzata dall’Istituto di Matematica e Fisica della Facoltà di Ingegneria Meccanica presso la Slovak University of Technology in Bratislava. La sezione Mathematics and Art, dedicata alla memoria di Mauro Francaviglia, si è svolta il giorno 7 Febbraio con interventi di Silvia Benvenuti, Federico Brunetti, Alessandra Capanna, Luigi Cocchiarella, Corrado Falcolini, Lucas Haude, Loe Feijs, Gino Iannace, Marcella Giulia Lorenzi, Paola Magnaghi-Delfino, Paola Magrone, Jaroslav Marek, Giampiero Melle, Tullia Norando, Laura Tedeschini Lalli, Matteo Torre (assieme ai suoi studenti del Liceo Scientifico Statale “L.B. Alberti” di Valenza), Stanislaw Zawislak.

Sempre per il tema Arte e Matematica, nella sessione plenaria – svoltasi il 6 Febbraio e presieduta da Daniela Velichová – Andrea Toschi ha tenuto una invited lecture dal titolo Twines, knots, mazes: an encounter with Paola Levi Montalcini across art and mathematics. In questo intervento sono stati illustrati alcuni aspetti legati alle curve matematiche utilizzate nelle opere dell’artista, sorella gemella della vincitrice del premio Nobel 1986 per la medicina Rita Levi Montalcini.

Aplimat 2018 Scientific Board:

Jaromír Baštinec, Czech Republic
Jevgenijs Carkovs, Latvia
Manuel A. M. Ferreira, Portugal
Ivan Janiga, Slovak Republic
Marcella G. Lorenzi, Italy
Martin Nehéz, Slovak Republic
Marius Păun, Romania
Laura Tedeschini-Lalli, Italy
Daniela Velichová, Slovak Republic

Pagina web della Conferenza Aplimat 2018: evlm.stuba.sk
Per i titoli degli interventi su Matematica e Arte guarda il programma in PDF

Alla IUC “I Viaggi del Barocco: la musica nelle capitali del mare” con Tommaso Rossi e Adriano Maria Fazio

Per la stagione dell’Istituzione Universitaria dei Concerti è di scena l’Ensemble Barocco di Napoli. In abbinamento, workshop di flauto dolce con Tommaso Rossi.

Tommaso Rossi Ensemble Barocco di Napoli

Accanto alle musiche pubblicate a stampa nel periodo del tardo barocco e destinate prevalentemente ad un pubblico di amatori, il flauto dolce possedeva  all’epoca anche un repertorio praticato da musicisti professionisti. Si tratta di opere che ci sono giunte attraverso i manoscritti conservati nelle biblioteche e che sono state riscoperte nel corso degli ultimi decenni.

Un’opportunità per conoscere alcune di queste composizioni sono due appuntamenti promossi dall’Istituzione Universitaria dei Concerti. Il prossimo 13 Febbraio alle 20,30 nell’Aula Magna dell’Università di Roma La Sapienza è infatti in cartellone un concerto dell’Ensemble Barocco di Napoli intitolato I Viaggi del Barocco: la musica nelle capitali del mare con il seguente programma:

  • Fiorenza Sinfonia in la minore per flauto, due violini e b.c.
  • Vivaldi Concerto in do minore per violoncello, archi e b.c. RV 401
  • G. Sammartini Concerto in fa maggiore per flautino, archi e b.c.
  • Vivaldi Concerto in re maggiore RV 428 “Il Gardellino”
  • Vivaldi Concerto in si minore per violoncello, archi e b.c. RV 424
  • Telemann Concerto in fa maggiore per flauto, fagotto e archi e b.c. TWV 52: F1

Solisti di questa produzione saranno Tommaso Rossi al flauto dolce e Adriano Maria Fazio  al violoncello. Per tutti quelli che presenteranno al botteghino la locandina in fondo a questa pagina, anche come immagine sul cellulare o smartphone, è prevista la possibilità di acquistare biglietti in promozione a €5,00 (giovani fino a 30 anni) o €10,00 (tutti gli altri), fino ad esaurimento dello stock di biglietti in promozione.

Workshop di flauto dolce:
worskhop Tommaso Rossi

clicca sull’immagine per scaricare la locandina da presentare al botteghino per avere lo sconto

In anteprima, lunedì 12 Febbraio dalle 14,30 alle 16,00 si svolgerà un workshop gratuito organizzato dalla IUC in collaborazione con il Conservatorio di Santa Cecilia. Il workshop, intitolato Il Soffio di Partenope. Il flauto dolce a Napoli durante il viceregno austriaco, è destinato non solo agli studenti di Flauto dolce ma anche a tutti gli iscritti ai Dipartimenti di Musica antica nonché agli studenti di strumenti moderni quali flauto, oboe o fagotto. Durante questo appuntamento Tommaso Rossi illustrerà attraverso l’analisi delle fonti e l’ascolto di registrazioni il repertorio napoletano per flauto dolce della prima parte del ‘700.

12 Febbraio 2018 – 14,30-16 – workshop
Conservatorio Santa Cecilia – sede S. Andrea delle Fratte – vicolo Due Macelli, 37

13 Febbraio 2018 – 20,30 – concerto
Aula Magna dell’Università La Sapienza

info: Istituzione Universitaria dei Concerti – tel. +39 06 3610051/2
email: botteghino@istituzioneuniversitariadeiconcerti.it

Tromba barocca protagonista alla Filarmonica Romana

Al Teatro Argentina l’ensemble Concerto de’ Cavalieri con il solista Andrea Di Mario

tromba barocca Filarmonica
L’affascinante timbro della tromba barocca, strumento un tempo prerogativa delle corti di nobili e monarchi, sarà protagonista del prossimo concerto 
della Filarmonica Romana. Sul palco deil Teatro Argentina di Roma il solista Andrea Di Mario – accompagnnato dall’ensemble Concerto de’ Cavalieri diretto da Marcello Di Lisa – eseguirà così due sonate per tromba e archi di Giuseppe Torelli e la Suite per tromba e archi HWV 341 di Friedrich Händel. Alternate ai brani per tromba barocca, completano il programma composizioni di Arcangelo Corelli e Antonio Vivaldi.

Giovedì 8 Febbraio 2018 – ore 21,00
Teatro Argentina – l.go di Torre Argentina 52 – Roma

Riduzioni per gli iscritti a Il Teatro della Memoria

Per gli iscritti a questo blog o alla pagina Facebook de Il Teatro della Memoria sono disponibili biglietti scontati: Platea e Palco di platea Euro 18,00 anziché 25,00; Palco di I, II e III ordine Euro 12,50 anziché 18,00; Palco di IV e V ordine e Loggione Euro 9,50 anziché 13,50. È necessaria la prenotazione telefonica al n. 06-3201752 oppure via e-mail a: promozione@filarmonicaromana.org

Il “Festino nella sera del Giovedì grasso” di Banchieri con il Coro Musicanova e l’ensemble Stella Maris

Al Gonfalone Concerto di Carnevale con coro e strumenti

Festino Banchieri

“Chi brama avere/ spasso e piacere/ per un tantino/ entri al festino!”
Con questi versi si rivolge al pubblico il Diletto Moderno per introdurre Il Festino nella sera del giovedì grasso avanti Cena, opera XVIII del monaco olivetano Adriano Banchieri, la famosa raccolta di brani vocali a cinque voci pubblicata a Venezia nel 1608. Il tema del Carnevale consente al compositore di presentare una serie di entrate comiche assortite, dalla parodia del madrigale di stampo petrarchista al canto allusivo dei Venditori di Fusi, dalla Vinata di Brindesi in stile dialogico fino al numero dialettale degli Stracciaroli. Quest’ultimo numero fa in effetti da finale, prima della conclusione da parte del Diletto Moderno che, rientrato, non dimentica il suo ruolo di imbonitore invitando il pubblico all’acquisto  della prossima pubblicazione dell’Autore.

Opportunamente programmato nel periodo carnevalizio nella stagione di concerti del Gonfalone, il bizzarro e sapiente componimento di Banchieri verrà eseguito dal Coro Musicanova assieme all’ensemble strumentale Stella Maris diretti da Fabrizio Barchi.

Giovedì 8 Febbraio 2018 – ore 21.00
Oratorio del Gonfalone – via del Gonfalone 32/A – Roma
tel. & fax: 06.6875952 (lun.-ven.ore 9:30-17)
info@oratoriogonfalone.com – www.oratoriogonfalone.eu

Convenzione con Il Teatro della Memoria

In occasione dei concerti della stagione saranno disponibili biglietti scontati (a €15 invece che €20) per gli iscritti a questo Blog e alla Pagina Facebook de Il Teatro della Memoria. Il coupon da presentare al botteghino può essere scaricato a questo link.