Bando per docenti di musica antica al Conservatorio di Bologna

Il Conservatorio “Giovan Battista Martini” indice la procedura di selezione per varie discipline

Conservatorio di Bologna

È stato pubblicato sul sito del Conservatorio Statale di Musica “Giovan Battista Martini” di Bologna il bando relativo alle procedure di selezione per la individuazione di esperti cui conferire contratti di insegnamento. Le discipline richieste nel settore della musica antica sono le seguenti.

Codice
Disciplina
COMA/03 Viola da gamba
COMA/16 Prassi esecutiva e repertori – triennio – Canto barocco
COMA/16 Prassi esecutiva e repertori – biennio – Canto barocco
COMA/16 Improvvisazione e ornamentazione vocale – triennio – Canto barocco
COMA/16 Improvvisazione e ornamentazione vocale – biennio – Canto barocco

Il bando completo è disponibile a questo link mentre gli allegati con i moduli per la domanda sono sul sito web del Conservatorio di Bologna. Il termine di scadenza per la presentazione delle domande è il 26 Ottobre 2018 alle ore 12.

Info: Conservatorio di Bologna
Tel.  051/22.14.83; 051/23.39.75 – Email: protocollo@conservatoriobologna.it

Annunciati gli artisti di “Il Corpo nel Suono 2018”

Quarta edizione del convegno internazionale organizzato dall’AND

Il Corpo nel Suono AND
Riportiamo il comunicato stampa diffuso dall’AND:

Il Corpo nel Suono
IV convegno internazionale
1 – 4 novembre 2018
Accademia Nazionale di Danza di Roma

L’Accademia Nazionale di Danza presenta la quarta edizione de Il Corpo nel Suono, convegno internazionale dedicato alle relazioni tra musica e danza e al ruolo del musicista, quale figura chiave di tali relazioni.

Il Convegno, che si terrà all’AND dal 1 al 4 novembre 2018, è volto ad approfondire le funzioni di reciproca interazione di suono e movimento nei diversi contesti in cui questa si manifesta, da quelli dello studio tecnico a quelli coreografici e performativi. In questo ambito si collocheranno anche le prospettive musicologiche, storiche e antropologiche di tale relazione.

Il Convegno sarà inoltre un’occasione per approfondire funzione e ruolo del musicista in ambito coreutico, nonché obiettivi e strategie nella sua formazione.

L’AND, nel realizzare questa IV edizione, conferma la continuità di questo appuntamento, ritenendolo una fondamentale occasione di crescita e valorizzazione di una figura, quella del musicista della danza, imprescindibile sia nel contesto  didattico che professionale.

Dettagli e programma della manifestazione sul sito: www.ilcorponelsuono.com

Per informazioni: AND, tel. 06-57177710 – mail: up@accademianazionaledanza.it

Roma, 17 settembre 2018

Accademia Nazionale di DanzaCorpo nel Suono AND
Istituto di Alta Formazione Coreutica – Largo Arrigo VII, 5 Roma
www.accademianazionaledanza.it

Artisti partecipanti

Keith Terry, Terese Capucilli, John Sweeney, Vincenzo Lamagna, Suzanne Knosp, Philip Feeney, Mikael Karlsson, Kim Helweg, Federico Di Maio, Quentin Tolimieri, Andrew Warshaw, Valentina Casesa, Alberto Maniàci, Karen McIver, Alan Costello, Massimo Carrano, John Toenjes, Luca Tieppo.

Sessioni in programma (calendario ancora da definire)
  • Piano Circus | confronto aperto sulla pratica musicale nelle lezioni di danza classica e contemporanea
  • Body Music (Keith Terry)
  • The Sacrosanct Accompanist | viaggio musicale attraverso la Tecnica Graham (Terese Capucilli | Suzanne Knosp)
  • Composizione e Coreografia (Philip Feeney | Mikael Karlsson | Vincenzo Lamagna | Valentina Casesa | Alberto Maniaci)
  • Blind date
  • Learn Music through Dancing (John Toenjes)
  • Sigurd Leeder: l’eredità musicale (Suzanne Knosp)
  • Teoria musicale e formazione musicale nella lezione di danza | Gli aspetti di una pedagogia multitasking (Kim Helweg)
  • Free Flow Motion (Federico Di Maio)
  • Prassi e metodologie nella comunicazione docente-pianista: prospettive da dietro una tastiera (Luca Tieppo)
  • Come giudichiamo la musicalità? (Karen McIver | Alan Costello)
  • Il corpo angelico e il cervello ritmico (Massimo Carrano)
  • Vertebrate Pattern-Movement Music (Andrew Warshaw)
  • Giuditta e Oloferne

Nuovo appuntamento di Resid’AND con Davide Valrosso

Si conclude la stagione 2017/18 delle residenze coreografiche con performance dimostrativa finale all’Accademia Nazionale di Danza

Il prossimo 5 Ottobre si svolgerà l’ultimo appuntamento del progetto Resid’AND 2017-18 (leggi la descrizione del progetto e l’elenco dei coreografi ospiti al precedente post). Presso il Teatro Ruskaja il pubblico potrà così assisterre alla performance conclusiva della residenza coreografica tenuta da Davide Valrosso assieme agli studenti del primo Triennio di Danza Contemporanea sez. B, con referente AND la Prof.ssa Fara Grieco.

Riportiamo qui sotto il programma diffuso dall’AND:

Davide Valrosso ResidAND

clicca sull’immagine per scaricare il pieghevole in PDF

La struttura di RESID’AND del 5 ottobre 2018 è costituita, nella prima parte, dalla proiezione di una selezione di tre opere video tra quelle presentate in concorso al Premio Roma Danza 2018. Una è quella del vincitore Nail Long Song, studente diplomato della Scuola di Coreografia, seguiranno quella di Cora Gasparotti, studentessa del Triennio di Danza Contemporanea, indi il lavoro di Maria Giovanna Esposito, diplomata al Biennio di Danza Contemporanea, della Scuola di Didattica della Danza. La serata continuerà con l’assolo di Dora Schembri, del secondo triennio di Danza Contemporanea, per concludersi poi con l’opera del coreografo in residenza Davide Valrosso.

PRIMA PARTE

Premio Roma Danza 2018
Sezione VideoDanza

CARCERI D’INVENZIONE
(opera vincitrice del primo premio)
di Nail Long Song

CRISALIDE, MEMORIE CORPOREE
di Cora Gasparotti

CAM / BIO
di Maria Giovanna Esposito

BAFFO, MALBORO E CAFFÈ
Coreografia e interprete: Dora Schembri
Musiche: Olafur Arnalds
Luci: Stefano Pirandello

Mani calde.
Occhi dolci e tristi,
i miei,
pieni di te. Ti penso ed è già giorno,
un altro senza te.
Cosi ti ricordo,
cosi, ci ricordo.

SECONDA PARTE

BLOOM (Fioritura)
Coreografia: Davide Valrosso
Musica: Ryoji Ikea – Headphonics
Luci: Stefano Pirandello
Costumi: Davide Valrosso, Sartoria AND – Lilly Cascio
Interpreti: gli studenti del primo Triennio di Danza Contemporanea sez. B – Elisa Caprari, Marco Cortejo, Francesca Debellis, Marco Della Corte, Angela Di Fede, Greta La Spina, Beatrice Lombardi, Camilla Perugini, Deborah Ragno, Federica Santinelli , Alice Zanelli.
Referente per l’AND: Fara Grieco

La fioritura di una comunità tribale, che si incontra per esplorare forme rituali di incontro, strutture architettoniche si creano e dissolvono in un alternanza cinetica, che evoca nella frastagliazione del gesto un desiderio di unità e compartecipazione che lascia spazio all’apparizione di un mondo immaginario.

Un sentito grazie agli studenti per il loro contributo di fondamentale importanza per la realizzazione del lavoro.

Davide Valrosso

Artista associato al Festival Oriente Occidente e a VAN, associazione culturale.
Dopo essersi diplomato all’English National Ballet, ha studiato in numerosi centri di formazione contemporanea quali London Contemporary, Rambert School, Rafineri. Per cinque anni ha lavorato stabilmente con la compagnia Virgilio Sieni, sia come danzatore che in qualità di performer e formatore all’interno dell’Accademia sull’Arte del Gesto. Come interprete ha collaborato con artisti visivi e coreografi, tra cui Tino Sehgal, Paolo Bronstein, Ariella Vidach, Laura Corradi, Paolo Mohovich, Gustavo Ramirez, Jacopo Godani, Eugenio Scigliano, Raymond Sullivan, Daniele Ninarello, Antonello Tudisco, Raphael Bianco, Pascal Touzeau, Cristina Rizzo, Fabrizio Favale.

Attualmente impegnato come danz’autore nel progetto Cosmopolitan Beauty, prodotto da Cango_Centro di produzione sui linguaggi del corpo e della danza e supportato dal Teatro Pubblico Pugliese (selezione Anticorpi 2016), e nel progetto We_Pop, prodotto dal Festival Oriente Occidente. È stato selezionato per la NID Platform 2017 ed è inoltre coinvolto nel progetto Prove D’autore XL, edizione 2017, nell’ambito del quale ha creato “We are not alone” per il Triennio del Balletto di Roma, sotto la direzione di Roberto Casarotto. Da gennaio 2018 sarà impegnato nella creazione di un nuovo solo, “Biografia di un corpo”, prodotto da Kilowatt/Capotrave, nell’ambito del progetto europeo Be SpectACTive! Il nuovo lavoro debutterà in luglio 2018 durante Kilowatt Festival. Per il Balletto di Roma, di cui è coreografo associato da gennaio 2018, è coreografo di “Sogno, una notte di mezza estate”, atto unico per 8 danzatori in co-produzione con il Festival Oriente Occidente. I lavori di Davide Valrosso sono stati presentati in numerosi festival e rassegne in Italia e all’estero.

Teatro Ruskaja – Largo Arrigo VII, 5 – Roma – infoline 06-57177771 
Venerdì 5 Ottobre – ore 19,30 – Ingresso libero fino a esaurimento posti

 

Festa-Concerto per i 40 anni del C.I.M.A.

40° Coro Polifonico del CIMA

Riportiamo il comunicato diffuso dal Coro Polifonico del CIMA “Piero Leone”:
Quarantennale del Coro Polifonico del CIMA

Questo gruppo è rivolto a tutti coloro che a vario titolo hanno partecipato a questo bellissimo viaggio nella musica antica che, nonostante le difficoltà in cui ha sempre vissuto la cultura in questo paese, festeggerà nel prossimo autunno i 40 anni di attività.

L’idea è di invitare musicisti, cantanti, coristi passati, presenti e futuri, fedele pubblico e simpatizzanti, ad una “Festa concerto” domenica 7 ottobre 2018 nella nostra prestigiosa e oramai storica sede della Chiesa Valdese di Piazza Cavour a Roma.

Il programma di massima prevede l’esecuzione di brani dal Messiah di Haendel (che verranno resi noti quanto prima)e un brano sinfonico corale che verrà svelato solo alla prima prova che sarà la domenica stessa dalle 14,00 alle 16,30 per i coristi, e dalle 17,00 alle 19,00 si aggiungeranno strumentisti e solisti. Il concerto inizierà alle 19,30 e terminerà intorno alle 21,30 sugellando la fine dei festeggiamenti per questi primi 40 anni di attività.

E’ necessario confermate la vostra partecipazione entro il 17 settembre alla mail dell’evento: quarantennalecima@libero.it specificando voce o strumento. (accordatura 415). Potete usare lo stesso indirizzo per ulteriori chiarimenti o informazioni a Rossana Figoli, che ci affiancherà nel coordinamento dell’evento.
Abbiamo anche aperto una pagina su FB “Quarantennale Coro Polifonico C.I.M.A.” dove potrete visionare immagini sulla nostra storia (che potrete inserire voi stessi).

Vi aspettiamo numerosi anche perché vista la veneranda età di chi scrive dubito che potremmo festeggiare i prossimi 40 anni…ma non si sa mai, si dice che la musica mantiene giovani!!!

Sergio Siminovich & Pier Carlo Zanco

Domenica 7 Ottobre 2018 – ore 19,30 – ingresso libero
Chiesa Valdese – P.za Cavour – Roma
infotel: 335-6521692 / 338-9808153

In anteprima a Roma “Terramia”

Al Vascello la nuova produzione di Ondadurto Teatro

TERRAMIA Ondadurto Teatro

Ph. Samantha Zucchi – © Ondadurto Teatro – clicca sull’immagine per vedere il teaser video

In attesa del debutto a New York presso il La MaMa Theatre, i prossimi 1° e 2 Ottobre Ondadurto Teatro presenta a Roma presso il Teatro Vascello la nuova produzione TERRAMIA. Pubblichiamo qui di seguito la scheda dello spettacolo con tutti i credit. In fondo alla pagina c’è il link alla galleria di immagini.

TERRAMIA

“IDENTITÀ DISGREGATE, DECOMPOSTE, COME PUZZLE DALLE SOLUZIONI DIFFICILI E MUTEVOLI”

Quanto davvero ciò che siamo ci identifica e quanto invece ci classifica?

TERRAMIA è un’opera multimediale originale, accessibile a un pubblico internazionale ed eterogeneo, che attraverso l’utilizzo di linguaggi scenici contemporanei, dà vita ad una feroce indagine sull’assenza di identità.

Immerso in una potenziale società atemporale lo spettatore rivaluta la sua conoscenza dell’essere umano attraverso gli occhi di una androide che scopre l’intima quotidianità dei diversi personaggi.

Tratto comune di ognuno è l’incedere e il progredire di uno smarrimento del singolo, un’identità sempre più liquida e mutabile.

Si susseguono quadri che rappresentano frammenti di vita reale, situazioni contemporanee raccontate attraverso ambienti surreali e postmoderni, con linguaggi a tratti ironici e grotteschi. Un possibile futuro come specchio del nostro presente.

“DA TE LA SOCIETÀ VUOLE SOLO CHE NON LASCI IL TAVOLO DA GIOCO E CHE DISPONI DI ABBASTANZA FICHES PER GIOCARE”
(Zygmunt Bauman)

Staff: 11 in tour (9 attori/attrici)
Durata: 65 min. approx.
Location: indoor/outdoor
Lingua: NO TESTO – spettacolo NON VERBALE
Tecniche: Teatro Fisico / Danza/ Macchinari e Grandi oggetti in movimento
Situazione ideale: circa 2.000 spettatori. Fruibile da un pubblico internazionale
Diretto da: Marco Paciotti da un’idea di ONDADURTO TEATRO
Contributi video di Adele Tulli / produzione Film Affair
Materiale fotografico dalla serie “Martiri” di Stefano Moscardini
Macchinari: Lorenzo Pasquali e Massimo Carsetti. Realizzazione macchinari: Dario Vandelli
Costume Design: K.B. Project
Light Design: Roberto Mazzaro
International Consultance: Ute Classen Kulturmanagement – GERMANY 

PARTNER E SOSTENITORI:

con il supporto di:   

  • MiBACT – Italian Ministry of Culture – SEZIONE ESTERO
  • ROMA CAPITALE – Commune of Rome Culture Department
  • INEUROFF Festival

ARTISTIC RESIDENCY:

– LaMaMa Spoleto UMBRIA (IT)
– Twain Residenza LAZIO (IT)
– Arboreto Teatro Dimora EMILIA ROMAGNA (IT)

ANTEPRIMA:
Teatro Vascello – Teatro Stabile d’Innovazione  ROMA (IT)

Foto dello spettacolo visibili a questo link.

A Latina, Sermoneta e Roma “Early Music Festival 2018”

Al via la sesta edizione del festival organizzato dal Dipartimento di Musica antica del Conservatorio di Latina

Latina early music Festival

Per il PDF con la locandina clicca sull’immagine

Giunto alla sua sesta edizione, lo Early Music  Festival promosso dal Dipartimento di Musica antica del Conservatorio di Latina presenterà dal 28 Settembre al 25 Novembre prossimi sette appuntamenti con la partecipazione di artisti internazionali, allievi, docenti ed ex allievi.

Riportiamo qui di seguito il programma dettagliato:

Early Music Festival 2018

VI edizione – 28 settembre – 25 novembre 2018
MIUR – AFAM – Istituto Superiore di Studi Musicali
Conservatorio Statale di Musica «O. Respighi» di Latina

con il patrocinio del Comune di Sermoneta
28 settembre
Le sonate per violino solo di J. S. Bach

Christoph Timpe, violino
Chiesa di San Michele Arcangelo, Sermoneta – ore 20,30

12 ottobre
Se l’Aura spira….

musiche di Frescobaldi, Monteverdi, Caccini, Castello, De Selma y Salaverde
Ensemble Barocco del Conservatorio «O. Respighi»
Giorgio Spolverini, clavicembalo e maestro di concerto
Chiesa di San Michele Arcangelo, Sermoneta – ore 20,30

18 ottobre
Masterclass tenuta dalla violoncellista Elinor Frey

aula 16 del conservatorio «O. Respighi» (sede centrale) – orario 11 – 17

18 ottobre
Il violoncello secondo Dall’Abaco

Elinor Frey, violoncello
Chiesa di San Michele Arcangelo, Sermoneta – ore 20,30

27 ottobre
La notte del gran ballo, sonate e danze del ‘600 italiano

Ensemble Amarillide, allievi ed ex allievi del conservatorio «O. Respighi»
Chiesa di San Michele Arcangelo, Sermoneta – ore 20,30

19 novembre
Il segreto di Cacasenno, ovvero l’arte della tastiera secondo Adriano Banchieri

lezione-concerto a cura di Edoardo Bellotti
Auditorium del conservatorio «O. Respighi» – ore 18,30

24 e 25 novembre (replica)
Vespro della Beata Vergine di Claudio Monteverdi

Paolo Capirci, direttore
Basilica San Giorgio al Velabro, Roma – ore 20,30

per info e contatti: via Ezio 32, Latina – Tel. +39 0773664173
pagina web 
www.conslatina.it

 

Aperte le candidature per il Premio Lydia Biondi 2018

Il tema del concorso è l’integrazione e contaminazione di lingue e linguaggi teatrali

Premio Lydia Biondi 2018
Riportiamo il testo di questo bando rivolto a giovani artisti. English version available at this link.

col patrocinio di
Livorno
Comune di Livorno
in collaborazione con
mthiTeatro Comunitàlab permanenti
con il sostegno di
bcc Roma
mtm Lydia Biondi MTM LYDIA BIONDI
in collaborazione con
M.Th.I. – Teatro La Comunità – Laboratori Permanenti

per promuovere e incoraggiare giovani artisti del palcoscenico nella ricerca di un’arte teatrale a tutti comprensibile, quale fu ed è tuttora la Commedia dell’Arte presenta il

Premio Internazionale Lydia Biondi 2018
Integrazione e contaminazione di lingue e linguaggi teatrali

La competizione è riservata a giovani attori che presentino una performance con caratteristiche di internazionalità raggiunta attraverso la contaminazione dei generi: dialetti e lingue diverse, mimo, danza, teatro di movimento in genere, canto, commedia dell’arte, e con esclusione, quindi, del teatro di pura parola in un’unica lingua.

Possono partecipare italiani e stranieri di età non superiore ai 30 anni con una performance individuale o in duo. Il concorso prevede una semifinale e una finale, seguita da premiazione, che si svolgeranno a Roma durante serate in pubblico a ingresso libero.

  • Semifinale. Partecipano alla semifinale di lunedì 12 novembre 2018 presso il Teatro La Comunità, via Giggi Zanazzo 1, le performance, di durata non superiore a 5 minuti, ritenute idonee dopo una preselezione del comitato organizzatore sulla base del materiale allegato alla domanda di partecipazione.
  • Finale. Sarà ammesso alla finale di martedì 13 novembre 2018 presso il Teatro Torlonia, via Lazzaro Spallanzani 1, un numero massimo di 10 performance di durata compresa tra i 5 e i 10 minuti, che potranno essere o una versione più ampia di quella presentata in semifinale o un lavoro del tutto diverso.

Tutti gli artisti ammessi alle semifinali e alla finale saranno valutati da una Giuria composta di operatori dello spettacolo di fama e competenza, considererà come elementi di merito l’originalità, l’abilità d’integrare diversi linguaggi espressivi, l’efficacia e l’internazionalità di ogni performance individuando i primi tre classificati.

Al vincitore, al secondo e al terzo classificato saranno assegnate borse di studio in denaro, al lordo delle ritenute di legge, rispettivamente di:

  1. primo classificato – non inferiore a € 1.000,00 (mille/00)
  2. secondo classificato – non inferiore a € 500,00 (cinquecento/00)
  3. terzo classificato – non inferiore a € 300,00 (trecento/00)

La premiazione avrà luogo martedì 13 novembre 2018 al Teatro Torlonia, via Lazzaro Spallanzani 1.

I primi tre classificati potranno inoltre essere ospiti sia in una serata dedicata al Premio nell’ambito della stagione 2018/2019 di Laboratori Permanenti presso il Teatro Alla Misericordia di Sansepolcro, Residenza Artistica della Regione Toscana, sia in altre occasioni che si potranno creare a Roma, Livorno o altre città in Italia o all’estero.

La domanda e gli allegati previsti dovranno essere inviati all’ MTM Lydia Biondi entro il 30 settembre 2018 o per posta o per e-mail, unitamente alla ricevuta del pagamento di € 20,00 (venti/00) non rimborsabili per spese di segreteria. Gli artisti ammessi alle semifinali saranno convocati a mezzo e-mail entro il 10 ottobre 2018.
Il testo completo del bando si può scaricare sui social o dal sito www.mtmlydiabiondi.com

Si ringrazia il Teatro di Roma diretto da Antonio Calbi per la gentile concessione del Teatro Torlonia

Meraviglie del barocco a “Purtimiro 2018”

Molte novità per la terza edizione del festival a Lugo di Romagna

Lugo Purtimiro

Giunto alla terza edizione, il Festival Purtimiro presenta quest’anno ben diciotto appuntamenti dedicati alla musica del barocco programmati fra il 27 Settembre e il 14 Ottobre (vedi tutti i dettagli a questo link). I generi proposti spaziano dalle Ouvertures per orchestra di Bach a capolavori dell’opera italiana – quali Arminio di Bononcini e Ester di Stradella – e alle cantate e serenate dei più grandi maestri dell’epoca. Ampio spazio è riservato alla musica strumentale da camera, con tre concerti dedicati ad un particolare repertorio – quello per due strumenti uguali che godette di un certo successo editoriale durante il Settecento – con programmi di volta in volta eseguiti da due violini, due violoncelli e due arpe.

Impossibile nominare qui tutti i solisti che interverranno in questa autentica festa del barocco. Per i complessi impegnati in questa edizione – oltre a Concerto Italiano, l’ensemble residente del Festival diretto da Rinaldo Alessandrini – in cartellone appaiono Atalanta fugiens diretto da Vanni Moretto, Alea Ensemble, Ensemble Zefiro diretto da Alfredo Bernardini, Arsenale Sonoro, Il Sogno Barocco diretto da Paolo Perrone, Cappella Augustana, Imaginarium Ensemble diretto da Enrico Onofri.

Teatro Rossini – Piazzale Cavour, 17 – Lugo (RA) – Tel. 0545.38542
Contatti: info@purtimiro.it – pagina web – pagina Facebook

In occasione degli spettacoli del Festival Purtimiro saranno disponibili biglietti scontati del 15% per gli iscritti a questo Blog o alla Pagina Facebook de Il Teatro della Memoria. Per ricevere il coupon da presentare al botteghino compila il form qui sotto e invialo.

UniGraz: selection for one Baroque Oboe teacher

UniGraz baroque oboe teacher selection

The Universität für Musik und darstellende Kunst Graz (Institut für Alte Musik und Aufführungspraxis) has announced the selection procedure for one Baroque Oboe teacher. The contract will start from the Winter semester of the 2019/20 academic year, on a part-time (50%) basis with a monthly salary of  €2502,55 gross, with two extra bonus payments per year.

Basic requirements
  • a degree from an Austrian or comparable foreign educational institute that suits the position, or an equivalent artistic aptitude
  • willingness to participate actively in the further development of the university’s teaching environment and its artistic and scholarly life, as well as helping shape the academic autonomy of the University of Music and Performing Arts in Graz
  • gender competence
Specific Employment Requirements
  • an outstanding personality with the highest qualification and artistic communicative ability, who – in addition to virtuosic mastery of the instrument and construction of oboe reeds –is also an expert in historical performance techniques and in imparting the latest knowledge of historically-informed performance practice based on historical sources
  • an internationally outstanding artistic career
  • an excellent pedagogical and didactic competency
  • willingness and ability to undertake artistic directorial duties

The official regulations indicate that, in case of equivalent qualification, preference will be given to female applicants. Also, following the concept of social sustainability at the University of Music and Performing Arts Graz, which interprets all aspects of special requirements, persons with special needs will be given preference in the case of equal qualifications.

The application deadline for the job of Baroque oboe teacher is on 13 september 2018.
Webpage of the Institut für Alte Musik und Aufführungspraxis: www.kug.ac.at

Bando per un docente di Oboe barocco a Graz

UniGraz docente di oboe barocco

La Universität für Musik und darstellende Kunst Graz (Institut für Alte Musik und Aufführungspraxis) ha annunciato la procedura per la selezione di un docente di Oboe barocco, con inizio del servizio a partire dal semestre invernale dell’anno accademico 2019/20. Il contratto offerto è a tempo parziale (50%) e prevede uno stipendio lordo base di € 2502,55 (per 14 mensilità) con possibilità di contrattare aumenti. I requisiti essenziali indicati nel bando sono:

  • Titolo di studio di livello universitario o formazione equivalente.
  • Massima qualificazione artistica per la disciplina con specifica.
  • Elevata carriera artistica internazionale.
  • Eminente capacità pedagogica e didattica nel campo delle tecniche esecutive storiche così come nell’impartire le più aggiornate conoscenze relative all’esecuzione storicamente informata.
  • Capacità e disponibilità ad assumere incarichi di direzione artistica.
  • Distponibilità a prendere parte attivamente allo sviluppo della cultura didattica e alla vita artistica e scientifica dell’Università così come alla realizzazione dell’autogoverno nella Kunstuniversität Graz.
  • Competenza di genere [N.d.R.: la capacità di riconoscere le prospettive di genere nel proprio lavoro e di concentrarsi su di esse con l’obiettivo dell’uguaglianza rispetto al genere].

In caso di parità di qualifiche, sarà data preferenza alle candidate donne. Analoga preferenza è prevista per i candidati con esigenze speciali. [N.d.R.: con questo termine vengono indicate le persone le cui condizioni fisiche, psichiche o, più in generale, di salute richiedano assistenza per aspetti quali il supporto, l’accoglienza e l’accessibilità ai locali].

Il termine di scadenza per la domanda è il 13 settembre 2018. Il bando completo con le informazioni su come proporsi in qualità di docente di oboe barocco è disponibile a questo link.
Pagina web Institut für Alte Musik und Aufführungspraxis: www.kug.ac.at