Alla Ex-Cartiera Latina la mostra ARCHÆOMUSICA

Un viaggio fra gli strumenti musicali dalla Preistoria al Medioevo

Archeomusica2

clicca sull’immagine per scaricare il depliant

Continua fino al 10 dicembre – presso l’Ex Cartiera Latina nel Parco Regionale dell’Appia Antica – la mostra ARCHÆOMUSICA – I Suoni e la Musica dell’Antica Europa che presenta repliche e ricostruzioni, reali e virtuali, di strumenti musicali ritrovati in diversi contesti archeologici europei. Gli strumenti sono stati realizzati con la collaborazione di archeologi, ricercatori, artigiani specializzati e musicisti provenienti da tutta Europa, impiegando materiali e tecniche di produzione utilizzati per la costruzione degli originali. La mostra – uno dei frutti del Progetto EMAP – European Music Archaeology Project finanziato dal Programma Cultura della Commissione Europea – è di natura interattiva e offre al pubblico la possibilità di vedere, toccare e ascoltare il suono di alcuni degli strumenti antichi più rappresentativi.

Roma, 11 ottobre – 10 dicembre 2017
orario 10-18 dal martedì alla domenica
ex Cartiera Latina, via Appia Antica, 42
www.parcoappiaantica.it

Al via Resid’AND 2017/18 con Luca Della Corte

Tornano le residenze coreografiche presso l’Accademia Nazionale di Danza. La performance dimostrativa è abbinata alle composizioni di due allieve.


Il prossimo 17 Novembre presso il Teatro Ruskaja dell’Accademia Nazionale di Danza riprendono gli appuntamenti con Resid’AND, il ciclo di residenze coreografiche che si svolge nell’ambito del Progetto Pilota della Scuola di Danza Contemporanea. Tra le oltre duecento domande, presentate a seguito del bando internazionale, sono stati selezionati sei coreografi chiamati a lavorare nell’anno accademico 2017/18 con gli studenti del Triennio di Danza Contemporanea dell’AND, realizzando una performance al termine di ogni residenza. I nomi prescelti dalla Commissione sono Luca Della Corte, Antonio Montanile, Luca Russo, Paola Mangiola, Masako Matsuhita, Davide Valrosso.

Per il primo appuntamento con il pubblico, che si terrà il 17 Novembre prossimo, sono in programma nella prima parte due coreografie di allievi AND: Pietas composto ed eseguito da Valeria Maria Lucchetti (III Triennio Tecnico Compositivo) e Un milione di scale composto da Mariangela Milano (II Biennio di Coreografia) ed eseguito da Antonella Lazzaretti e Mariangela Milano.

Nella seconda parte della serata verrà presentato N.I.A.I.S. – Nothing is as it seems di Luca Della Corte, pensato e progettato per gli studenti del III Triennio di Danza Contemporanea sez. A che hanno seguito la residenza svoltasi nei giorni dal 24 Ottobre al 16 Novembre, con referente AND Corinna Anastasio. 

Teatro Ruskaja – Largo Arrigo VII, 5 – Roma – infoline 06-57177771 
Venerdì 17 Novembre – ore 19,30 – Ingresso libero fino a esaurimento posti

Clicca sull’immagine sotto per il depliant con il programma e i credit

Fra Roma e i Castelli la grande musica del barocco italiano

Per la X edizione di Roma Festival Barocco tanti appuntamenti con concerti di musica vocale e strumentale ed incontri musicologici nei luoghi della Roma barocca

RomaFestivalBarocco_banner

clicca sull’immagine per il PDF con il calendario completo

Prende il via il prossimo 19 Novembre la decima edizione di Roma Festival Barocco, un ciclo di concerti ed incontri musicologici che si terrà in vari luoghi significativi della Roma barocca, con un una rassegna «a latere» dal 22 Ottobre al 6 Dicembre in varie località dei Castelli Romani. Musiche di rara esecuzione o inedite della tradizione italiana dei secoli XVI- XVII e XVIII saranno eseguite nei palazzi nobiliari, chiese, oratori e biblioteche monumentali della Città Eterna, con la partecipazione di grandi organici strumentali e solisti quali Enrico Baiano, Francesca Boncompagni, Federico Guglielmo, Luc Ponet e l’Ensemble Emelthée, Sonia Prina, Enrico Onofri e Lorenzo Ghielmi.

Il ricco calendario di 19 concerti (vedi il Calendario in PDF) vede programmate le Cantate inedite di G. B. Lulier, le Messe in doppio coro di G. P. da Palestrina secondo l’edizione del 1601, le Sonate inedite di C. Mannelli, Cantate inedite di F. Gasparini , F. Surante, M. Bisso. In apertura del Festival,  la Messa a 8 voci “Sopra l’Aria della Monica” di Girolamo Frescobaldi ricostruita a partire da un prezioso manoscritto appartenente alla Basilica di San Giovanni in Laterano ed eseguita dall’Ensemble Festina Lente con la direzione di Michele Gasbarro, Direttore artistico del Festival.

La manifestazione è sostenuta da Direzione Generale dello Spettacolo dal Vivo del Mibact, Regione Lazio, Comune di Roma, Ambasciata di Francia presso la S. Sede, Centre Culturel “Saint Louis de France” ed è realizzata in partenariato con il Festival Internazionale ‘Magie Barocche’ di Catania, l’Università di Roma “Tor Vergata”, il Centro Studi sulla Cantata Italiana, l’Istituto per la Storia della Musica e il DHI – Istituto Storico Germanico di Roma. La presenza dell’Orchestra Barocca Italiana è realizzata grazie al contributo del Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica.

Primo appuntamento – Domenica 19 Novembre 2017Ensemble Festina Lente – Michele Gasbarro, Direttore; Musiche di G. Frescobaldi, T. L. de Victoria, G. Allegri, G. Gabrieli
ore 12,00 – Cappella Paolina del Quirinaleanteprima con prenotazione
ore 17,30 – Chiesa di Santa Maria dell’Anima – via dell’Anima 66 – ingresso libero
Contatti: tel 06-92958872 – e-mail info@romafestivalbarocco.it – web romafestivalbarocco.it

 

Al Gonfalone in scena “La Susanna” di Stradella

Tappa romana per la tournée 2017 di STRADELLA Y-PROJECT

susanna e i vecchioni

Disegno dal MS originale de La Susanna di Alessandro Stradella

L’episodio biblico della casta Susanna insidiata dai due vecchi i quali, rifiutati, la denunciano falsamente è il tema dell’oratorio – composto nel 1681 da Alessandro Stradella su libretto di Giovan Battista Giardini – che verrà proposto per la stagione del Gonfalone giovedì prossimo a cura di STRADELLA Y(OUNG) PROJECT, iniziativa nata dalla collaborazione fra il Conservatorio “A. Casella” de L’Aquila e il Festival Barocco “Alessandro Stradella” di Viterbo e Nepi.

Stradella_Susanna frontespizio

L’essenziale organico indicato nella partitura (due violini e basso continuo) verrà realizzato, sotto la direzione di Andrea De Carlo, da un variegato ensemble con Ewa Anna Augustynowicz e Andrea Carboni (Violini), Esteban Lobos Dellepiane (Viola da gamba), Francesco Sorrentino (Violoncello), Marco Contessi (Contrabbasso), Olena Kurkina e Luca Di Berardino (Tiorbe), Lucia Adelaide Di Nicola (Clavicembalo), Nijolė Dorotėja Beniušytė (Organo). Il cast vocale è composto da Cansın Nehir Gündüz (Susanna), Candida Guida (Testo), Mateusz Drozda (Primo Giudice), Roberto Mattioni (Secondo Giudice), Sofie Garcia (Daniele); la mise en espace è di Guillaume Bernardi.

Giovedì 16 Novembre 2017 – ore 21.00
Oratorio del Gonfalone – via del Gonfalone 32/A – Roma
tel. & fax: 06.6875952 (lun.-ven.ore 9:30-17)
info@oratoriogonfalone.eu – www.oratoriogonfalone.eu

In occasione dei concerti della stagione saranno disponibili biglietti scontati (a €15 invece che €20) per gli iscritti al Blog e alla Pagina Facebook de Il Teatro della Memoria. Per ricevere il coupon da presentare al botteghino potete scriverci a questo indirizzo: info@teatrodellamemoria.org.

Musiche, danze e ottave rime per Torquato Tasso

Le foto dello spettacolo del 6 Novembre all’interno delle Giornate di studio Indagini su Tasso 

foto di Nadia Noemi Celentano

Nell’ambito delle giornate di studio Indagini su Tasso promosse dal Comune di Sorrento su iniziativa dell’Istituto di cultura “Torquato Tasso”, la sera dello scorso 6 Novembre si è svolto un evento spettacolare costruito attorno alle opere del poeta. L’ensemble di musica antica e danza storica de Il Teatro della Memoria (direzione artistica: Claudia Celi e Andrea Toschi) ha eseguito musiche e danze dell’epoca abbinate alla lettura di brani tassiani.

Credits:

  • Attore: Salvatore Guadagnuolo
  • Danzatori: Simona Buompadre, Claudia Celi,  Paolo Di Segni, Maria Cristina Esposito, Yari Molinari
  • Musicisti: Mauro Morini (trombone rinascimentale), Carolina Pace (flauto dolce), Angela Paletta (bombarda), Andrea Toschi (fagotto rinascimentale e flauto dolce)
  • Illustrazione costumi: Giuseppe Tramontano
  • Illustrazione danze: Claudia Celi
  • Con la partecipazione di: Scuola di danza “Patty Schisa” di Sorrento

Clicca sull’immagine qui sotto per il dépliant con il programma delle giornate di studi e i credits completi

Depliant Sorrento

A Santa Maria del Popolo musiche del tempo della Riforma

L’ensemble Instrumenta Musica presenta un programma con musiche di Schütz, Praetorius, Scheidt, Franck e Monteverdi

Instrumenta Musica
I 500 anni dalla pubblicazione delle epocali 95 Tesi di Martin Lutero sono state quest’anno l’occasione per riscoprire il ricco patrimonio musicale legato alla Riforma. In trasferta a Roma, l’ensemble Instrumenta Musica – fondato e diretto da Ercole Nisini – e il Kammerchor der Frauenkirche Dresden presentano così per il Festival Internazionale di Musica e Arte Sacra 2017 un programma intitolato Ein feste Burg ist unser Gott e centrato sulle musiche per il culto protestante in lingua tedesca composte da autori attivi nel periodo fra la fine del XVI e l’inizio del XVII secolo quali Heinrich Schütz, Samuel Scheidt, Melchior Franck e Johannes Eccard. Del coevo Michael Praetorius viene inoltre presentata una vivace scelta di brani tratti da Terpsichore (1612), la famosa raccolta di danze armonizzate a quattro o cinque parti. Non manca un omaggio all’Italia con il brano Lauda Jerusalem di Monteverdi.

Il concerto, diretto da Matthias Grünert (Kantor della Frauenkirche di Dresden) sarà eseguito da una formazione strumentale tipica del periodo tardorinascimentale con due violini (Amrai Große, Christoph Timpe), viola da braccio (Angelika Grünert), violone (Norbert Schuster), flauto dolce (Uta Schmidt) e due tromboni (Christoph Scheerer, Ercole Nisini).

Basilica di Santa Maria del Popolo – p.za del Popolo 12 – Roma
Venerdì 10 Novembre – ore 19,30 – ingresso libero

A Reggio Emilia graduatoria triennale per docenti di Organo

L’ISSM di Reggio Emilia e Castelnovo ne’ Monti ha pubblicato il bando di selezione per titoli ed esami

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

L’organo meccanico Hillebrand in dotazione all’Istituto

É stato pubblicato sul sito dell’AFAM il bando dell’Istituto Superiore di Studi Musicali di Reggio Emilia e Castelnovo ne’ Monti per la formazione della graduatoria di Organo (CODI/19) valida per gli anni accademici 2017/18, 2018/19 e 2019/20.

La procedura prevede nella prima fase una valutazione dei titoli di studio e di servizio (max. punti 30) e di quelli artistici, culturali e professionali (max. punti 85). I candidati che hanno ottenuto un punteggio non inferiore a 24 nei titoli artistici culturali e professionali saranno ammessi alla prova pratica sull’organo in dotazione all’Istituzione (con programma a scelta della durata di 20 minuti) e a un colloquio relativo a:

  • metodologie didattiche
  • conoscenza dei repertori
  • illustrazione di un’unità didattica

Per ciascuna delle due prove (pratica e colloquio) saranno assegnati 30 punti che, sommati al punteggio dei titoli, daranno il punteggio totale in base al quale sarà formata la graduatoria.

Le domande di partecipazione, redatte secondo le indicazioni del bando ufficiale, devono pervenire all’Istituto entro il 28 Novembre 2017.

Infoweb: www.istitutoperi.com