A Vicenza bando per docenti di Trombone rinascimentale e barocco

Conservatorio di Vicenza

Il Conservatorio Arrigo Pedrollo annuncia la procedura comparativa, aperta a docenti interni e ad esterni

É stato pubblicato sul sito del Conservatorio di Vicenza  il bando per l’attribuzione di incarichi di insegnamento per le seguenti materie del settore artistico-disciplinare COMA/14 – Trombone rinascimentale e barocco:

  • Fondamenti di storia e tecnologia dello strumento
  • Improvvisazione e ornamentazione allo strumento
  • Tecniche di lettura estemporanea

Le domande, corredate dei documenti indicati nel Bando ufficiale devono pervenire al Conservatorio entro il 20 Dicembre 2018. Gli incarichi saranno prioritariamente attribuiti a docenti interni. Qualora la verifica interna dia esito negativo, si procederà all’individuazione di un soggetto esterno mediante la comparazione di ciascun curriculum con il profilo professionale richiesto, con stipula di un contratto di lavoro autonomo. Il compenso orario previsto è pari a €50,00 al lordo delle ritenute di legge.

Conservatorio di Vicenza
Conservatorio di Vicenza
infotel: 0444 507551 /  0444 507551  – web:
www.consvi.it

Le foto del primo appuntamento di Resid’AND 2018/19

Giulia Pirandello Benedetta Capanna Karana

Le immagini scattate da Giulia Pirandello durante la performance dimostrativa della residenza coreografica di Benedetta Capanna presso l’Accademia Nazionale di Danza

Nei giorni 30 Novembre e 1° Dicembre si è tenuto presso il Teatro Ruskaja il primo evento di Resid’AND 2018/19, un progetto specifico per lo svolgimento dell’attività artistica dei trienni di Danza Contemporanea, nell’ambito del Progetto Pilota dell’Accademia Nazionale di Danza. Per il comunicato stampa sul progetto vai a questo link.

Come previsto dal format, la performance della coreografa in residenza è stata abbinata a tre composizioni dagli allievi AND. Nella prima parte sono staticosì presentati i lavori di Elena Salierno, diplomata al Triennio di Danza Contemporanea, di Valeria Maria Lucchetti, neodiplomata al Biennio di Coreografia, e da quello di Camilla Perugini, studentessa del II triennio contemporaneo. A seguire, gli studenti del 3° Triennio di Danza Contemporanea sez. A sono stati gli interpreti della performance elaborata da Benedetta Capanna.

Il servizio fotografico di Giulia Pirandello:
Qui sotto un’altra serie di foto scattate da Andrea Toschi:

Riportiamo i credits dal comunicato stampa ufficiale dell’AND:

PRIMA PARTE

MOTION PROJECT

Coreografia e interprete: Elena Salierno
Musica composta da Andrea Veneri
Musicista: Luca Giacobbe
Luci: Stefano Pirandello

Coreografia vincitrice di menzione speciale al PREMIO ROMA DANZA 2018 – Sezione Coreografia

ÖLMASKE (Maschera di Petrolio)

Coreografia: Valeria Maria Lucchetti
Musica: Ölmusic di Kurt Weill, composizioni originali di Tania Pallabazzer
Luci: Stefano Pirandello
Interpreti: Tatiana Giardina, Valeria Maria Lucchetti, Vanessa Nacci

ALRAP

Coreografia: Camilla Perugini
Musica: Hans Zimmer
Luci: Stefano Pirandello
Interpreti: Nicholas Baffoni, Camilla Perugini

SECONDA PARTE

KARANA

Piccole Danze di princìpi
Coreografia: Benedetta Capanna
Musiche: Autori Vari
Luci: Stefano Pirandello
Costumi: Sartoria AND – Lilly Cascio
Interpreti: gli studenti del terzo Triennio di Danza Contemporanea sez. A – Michela Casini, Angelica Dini, Roberta Fanzini, Cora Gasparotti, Linda Montaccini, Claudia Pampili, Silvia Pontecorvi, Valentina Squarzoni, Denise Tosti, Ozan Fakioglu
Referente per l’AND: Ricky Bonavita

 

Presentazione del progetto di restauro per “La corsa dei Barberi” di Corrado Cagli

Presso l’AND conferenza stampa per illustrare un’iniziativa che vede la proficua collaborazione fra enti pubblici e fondazioni private

Corrado Cagli corsa dei barberi

Riportiamo il comunicato stampa diffuso dall’Accademia Nazionale di Danza:

Intestazione CagliIL RESTAURO DE “LA CORSA DEI BARBERI” DI CORRADO CAGLI
ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA DI ROMA

Lunedì 10 dicembre alle ore 11 presso l’Accademia Nazionale di Danza di Largo Arrigo VII 5 a Roma, si terrà la conferenza stampa per la presentazione del progetto di restauro del dipinto murale La corsa dei Barberi di Corrado Cagli alla presenza di Ester Coen e di Maria Enrica Palmieri, Presidente e Direttore dell’Accademia Nazionale di Danza di Roma; di Francesco Scoppola, Direttore Generale per l’Educazione e la Ricerca del MiBAC; di Luigi Ficacci, Direttore dell’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro, e con la partecipazione di Stefano Pighini, Vice Presidente di LoveItaly.

Il progetto, avviato in occasione del settantesimo anniversario della fondazione dell’Accademia Nazionale di Danza (AND) sarà realizzato grazie all’importante collaborazione fra l’Accademia Nazionale di Danza (AND) e l’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro (ISCR), con il generoso sostegno della Ruth Stanton Foundation di New York, la collaborazione di LoveItaly e la partecipazione dell’Archivio Corrado Cagli.

Il murale rappresenta un episodio del carnevale romano con la celebre corsa dei cavalli bradi lungo via del Corso. Fu realizzato da Corrado Cagli nel 1935 per la biblioteca dell’edificio del Castello dei Cesari, ristrutturato in stile moderno dall’architetto razionalista Gaetano Minnucci come sede per la Casa della Gioventù Italiana nell’ambito di un progetto di sviluppo promosso dal regime attraverso l’Opera Nazionale Balilla. A seguito della censura per tematica e stile, disposta dal Ministro Renato Ricci che ne decretava la distruzione, la pittura, salvata grazie a una falsa parete fatta innalzare dallo stesso Cagli, fu riportata alla luce nel 1945 su iniziativa di Mirko Basaldella.

Obiettivo di questo progetto è sostenere anzitutto le attività culturali dell’Accademia, della sua sede storica, a partire dalla conservazione dell’importante opera di Cagli, nuovo tassello di conoscenza della pittura murale italiana del XX secolo, attraverso la rivisitazione e l’analisi di un importante momento della cultura italiana tra le due guerre.

ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA
Largo Arrigo VII n° 5 – Roma – tel. 06/5717771 – fax 06/5780994
www.accademianazionaledanza.it

Selection for one pianist at Royal Ballet

royal opera house ballet pianist

Royal Opera House will appoint a highly qualified dance accompanist

Royal Opera House – located in the historical Covent Garden Theatre – intends to appoint one pianist for the musical staff of Royal Ballet. The main responsibilities of this post will be:

  • Play for classes and rehearsals as scheduled for the Royal Ballet and the Learning and Participation department
  • Play for occasional auditions for the work of the Royal Ballet (dancers and singers)
  • Mark, correct and maintain piano rehearsal scores
  • Assist conductors as required at stage rehearsals
  • Conduct stage bands as requested
  • In collaboration with the teacher, to provide musical energy and inspiration in ballet class
  • Be sufficiently prepared to play rehearsals to the highest possible standard
  • Respond in a positive way to direction or feedback as required
  • Play for performances, including solo and concerto work, to the highest possible standard as and when required by the schedule
  • Be able to undertake domestic and overseas touring with the Company as required
  • Maintain the highest standards of attendance, reliability, teamwork and professionalism in all aspects of the work

For further information (personal specifications, duties in connection with continuous development and improvement, etc.) see the official announcement.

Auditions will be held on 19 February 2019. The application must be submitted before 8 January 2019 following the online procedure explained on the webpage recruitment.roh.org.uk.

For more info: tel. +44 (0) 207 212 9303 – e-mail hr.recruitment@roh.org.uk

 

Bando per un pianista al Royal Ballet

Royal Opera House Royal Ballet

Selezione a Londra per un Maestro accompagnatore al Ballo

La Royal Opera House – con sede a Londra nello storico teatro Covent Garden – ha annunciato la procedura di selezione per un pianista da inserire nello staff musicale del Royal Ballet. Riportiamo qui sotto una traduzione del Bando ufficiale.

ROYAL OPERA HOUSE

DESCRIZIONE DEL POSTO OFFERTO

Ruolo: Pianista – The Royal Ballet
Dipende da: Head of Music Staff

Descrizione sommaria

Suonare ai più alti livelli di pianismo e musicalità per le lezioni e le prove come programmato e occasionalmente per esecuzioni e audizioni sulla base delle richieste.

Compiti principali
  • Suonare per le lezioni e per le prove programmate dal Royal Ballet e dal Learning and Participation Department.
  • Accompagnare occasionalmente le audizioni del Royal Ballet (sia danzatori che cantanti).
  • Curare gli appunti, le correzioni e la manutenzione degli spartiti per pianoforte per le prove.
  • Assistere i direttori d’orchestra durante le prove come richiesto.
  • Dirigere la banda sul palco qualora richiesto.
  • In collaborazione con il docente, fornire energia e ispirazione musicale durante le lezioni di balletto.
  • Essere preparato a suonare al più alto standard per le prove.
  • Rispondere in maniera positiva alle direttive o al feedback come da richieste.
  • Suonare per gli spettacoli, incluse le produzioni solistiche e concertistiche, quando e come richiesto dalla programmazione, al massimo standard.
  • Essere in grado di intraprendere tournée nel Regno Unito e all’estero come da richieste.
  • Mantenere i più alti standard per quanto riguarda assiduità di presenze, affidabilità, lavoro di squadra e professionalità in tutti gli aspetti del lavoro.
Sviluppo e miglioramento continuo (Continuous Development/Continuous Improvement)
  • Mantenersi al passo con gli sviluppi nella musica per il balletto e per la danza contemporanea, in relazione al ruolo ricoperto
  • Promuovere e favorire una cultura di scambio di informazioni e di lavoro collaborativo in relazione al ruolo ricoperto
  • Gestire il proprio apprendimento e lo sviluppo professionale continuo in relazione al ruolo; intraprendere studi e conseguire qualifiche in linea con gli obiettivi assegnati
  • Contribuire a una cultura di innovazione e miglioramento continuo

Specifiche personali

Conoscenze essenziali / Abilità ed esperienze

Balletto

  • Alto livello di pianismo e musicalità con una buona comprensione del rapporto fra danza e musica
  • Esperienza sostanziale di accompagnamento alle lezioni e alle prove di balletto
  • Ampia conoscenza del repertorio del balletto classico
  • Comprensione delle pratiche di lavoro in un teatro primario
  • Dimostrata capacità di lavoro in squadra e di stabilire rapporti di lavoro armoniosi a tutti i livelli
  • Capacità di rispondere in maniera positiva al feedback e alle istruzioni impartite
  • Capacità di eseguire concerti e composizioni per piano solo

Miglioramento continuo (Continuous Improvement)

  • Capacità di lavorare per una cultura di miglioramento continuo e di sostenerla
  • Capacità di sostenere un’elevata cultura di esecuzione e di etica di squadra
  • Impegno a gestire il proprio continuo sviluppo professionale e formativo in base alle esigenze del ruolo ricoperto

Obblighi nel lavoro

  • Flessibilità nell’essere disponbile per le lezioni e prove programmate, incluse le mezze giornate di Sabato se richieste e fino a tre lezioni domenicali per stagione
  • Massimi standard di presenza, affidabilità e professionalità in tutti gli aspetti del lavoro

Nota: questa descrizione riflette la situazione attuale. Non preclude cambiamenti o sviluppi che potrebbero essere richiesti in futuro.

Le audizioni si terranno a partire dal 19 Febbraio 2019. La domanda deve essere presentata prima dell’8 Gennaio 2019 seguendo la procedura online indicata nella pagina web recruitment.roh.org.uk.

Per altre informazioni: tel. +44 (0) 207 212 9303 – e-mail hr.recruitment@roh.org.uk

“York Early Music International Young Artists Competition” – 2019 edition

York Early Music Competion 2019

Applications until January 18th. Finals will be on July 10th to 13th

National Centre for Early Music at York (United Kingdom) has announced the 2019 edition of the biennal York Early Music International Young Artists Competition.

Elegibility

  • Ensembles (instrumental and/or vocal, in any combination) must have a minimum of two members. Soloists are not eligible.
  • There is no restriction to the maximum number in the ensemble, but competitors should be aware that future professional viability may be limited for larger groups.
  • All ensemble members must be adults, with their average age being 32 years or under on 13 July 2019. Individuals must be aged 36 years or under.
  • Competitors must perform repertory from the period ranging from the middle ages to the nineteenth century using historically informed playing techniques, instruments and stylistic conventions
  • Applications are welcomed from ensembles of all nationalities
  • There is no restriction to the number of ensembles in which any individual can take part

The competition fee  – to be paid before sending the application – amounts to 100 British Pounds (about €112,00 at today’s rate).

Prizes

First prize
  • a CD recording professionally produced by Linn Records, to be recorded in York with Linn’s chief producer, Philip Hobbs. Travel and accommodation will be provided
  • £1,000 cash prize
  • a paid concert as part of the 2020 York Early Music Festival
YEMF Friends Prize
  • A cash prize of £500 awarded by the Friends of the York Early Music Festival to their chosen ensemble
Eeemerging Project Prize
  • Following the success of the prestigious eeemerging project 2014 -18 (eeemerging.eu), the partners are seeking funding from Creative Europe for an enhanced programme going forward. If their bid is successful, a prize will be awarded at the competition by a panel of the project partners to their chosen ensemble, giving direct access to the programme. Eligibility requirements are likely to include: the majority of the ensemble members being EU residents, and the length of time the ensemble has been established. Further updates will be posted here.
Cambridge Early Music (CEM) Prize
  • A paid concert in Cambridge to take place within three years of the competition date, awarded by a member/s of Cambridge Early Music’s Board of Trustees or staff to their chosen ensemble. The concert will be subject to the availability of the artists on the dates offered, and subject to negotiation of fees. If any member of the winning ensemble has attended one of Cambridge Early Music’s Summer Schools as a full-time participant, a further award of £500 will be made to the chosen ensemble.

Selection procedure and final phase

After a first selection based on CDs sent by competitors, chosen groups will be invited to take part – with expenses partly covered by the organizers – to the final phase taking place in York from July 10th to 13th. Finalists will perform an informal 20 minute recital before a public audience; on the last day they will present to the Jury a different 20 minute program. Keyboard instruments (organ, variously tuned harpsichords, fortepiano) will be supplied by the National Centre for Early Music. The candidates will be evaluated by an international panel of performers and promoters such as Tobias Wolff, Barbara Maria Willi, Elizabeth Kenny, Bart Demuyt, Philip Hobbs.

Competitors will be assessed on the following
  • choice of repertory – and a sustainable interesting repertory for future performances
  • application of historical style of performance
  • musicianship
  • interpretation
  • creativity of programme planning
  • technical ability
  • presentation – stage presence, rapport with audience, professionalism
  • quality of programme notes
  • overall contribution to the early music scene
  • eventual professional viability
  • professionalism of dealings with the Festival office
Info

Al Gonfalone “Los Ymposibles” con STRADELLA Y-PROJECT

Stradella y-project

Musiche iberoamericane del Barocco e tradizionali spagnole in un concerto per voce e  strumenti a corda

Continua l’esplorazione condotta da Andrea De Carlo sui repertori musicali che legano la Spagna all’America Latina nel periodo barocco: dopo il concerto eseguito nel 2017 con l’ensemble Mare Nostrum, il direttore torna sul palco dell’Oratorio del Gonfalone con i solisti di STRADELLA Y-PROJECT.  Questa iniziativa è nata dalla collaborazione fra il Conservatorio “A. Casella” de L’Aquila e il Festival Barocco “Alessandro Stradella” di Viterbo e Nepi.

Nella storica sala romana giovedì 6 Dicembre l’ensemble presenterà Los Ymposibles, un programma di musiche tradizionali della penisola iberica affiancate a brani tratti da preziose fonti del ‘600 e del ‘700 conservate nelle ex-colonie spagnole. Saranno quindi eseguite composizioni di autori quali Juan Perez Bocanegra, Santiago de Murcia, Gaspar Sanz e Juan Garcia de Zespedes alternati a brani anonimi dal Codex Zuola (Peru XVII° sec.), Codex Martinez Compañon (Peru ca.1780), Codex Saldivar (Mexico) e a canti tradizionali spagnoli e catalani.

Ensemble Stradella Y(oung)-Project
  • viole da gamba: Irene Caraba, Esteban Lobos Dellepiane, Serena Seghettini, Marco Contessi
  • arpa gesuita: Francesca Romana Di Nicola
  • clavicembalo: Lucia Adelaide Di Nicola
  • tenore: Roberto Mattioni
  • viola da gamba e direzione: Andrea De Carlo

Giovedì 6 Dicembre 2018 – ore 20.30
Oratorio del Gonfalone – via del Gonfalone 32/A – Roma
tel. & fax: 06.6875952 (lun.-ven.ore 9:30-17)
info@oratoriogonfalone.eu – www.oratoriogonfalone.eu

In occasione di questo concerto saranno disponibili biglietti scontati (a €15 invece che €20) per gli iscritti al Blog e alla Pagina Facebook de Il Teatro della Memoria. Per ricevere il coupon da presentare al botteghino compila il form qui sotto e successivamente clicca su “Invia”.

Bando 2019 per “York Early Music International Young Artists Competition”

York Early Music Competion 2019

Si può fare domanda entro il 18 Gennaio; i finalisti si esibiranno nei giorni 10-13 Luglio

Il National Centre for Early Music di York (Regno Unito) bandisce l’edizione 2019 del concorso biennale York Early Music International Young Artists Competition. Il concorso è aperto a gruppi di qualunque nazionalità.

Requisiti essenziali per la partecipazione
  • numero dei componenti del gruppo: minimo 2;
  • tutti i membri del gruppo devono essere adulti; l’età media deve essere non superiore a 32 anni alla data del 13/7/2019; l’età massima di ciascuno dei componenti deve essere non superiore a 36 anni;
  • Il gruppo deve eseguire un repertorio nell’arco temporale che va dal Medioevo al XIX secolo utilizzando prassi storiche, convenzioni stilistiche e strumenti dell’epoca.

La quota di partecipazione – da pagare al momento dell’invio della domanda – è di 100 sterline inglesi (circa €112,00 al cambio di oggi).

Premi offerti da York Early Music
  • Primo premio: una somma di 1000 sterline (circa €1120,00); un concerto nell’ambito del 2020 York Early Music Festival; un CD prodotto professionalmente da Linn Records (con rimborso spese di trasferta).
  • YEMF Friends Prize: un premio di 500 sterline aggiudicato dai Friends of the York Early Music Festival a un ensemble di loro scelta.
Premi speciali
  • Cambridge Early Music (CEM) Prize: un concerto pagato da eseguire a Cambridge entro tre anni dalla data del concorso, assegnato da uno o più membri del consiglio del CEM ad un ensemble di loro scelta. Il concerto sarà soggetto alla disponibilità degli artisti per le date offerte e ad una contrattazione del cachet. Se un membro dell’ensemble prescelto ha partecipato come studente a tempo pieno a un corso estivo del CEM, all’ensemble verrà assegnato un ulteriore premio di 500 sterline.
  • Eeemerging Project Prize (soggetto all’approvazione del progetto da parte di Creative Europe): un posto nel prestigioso Emerging European Ensembles programme – che prevede periodi di residenza artistica, addestramento mirato e concerti pagati (vedi dettagli a questo link) – assegnato da una giuria dei co-organizzatori del progetto ad un ensemble di loro scelta. I requisiti essenziali per questo premio nell’edizione 2019 sono ancora da stabilire.
Procedura di selezione e fasi finali

Dopo una prima selezione sulla base dei CD inviati dai candidati, i gruppi prescelti verranno invitati a partecipare – a spese dell’organizzazione – alla fase finale che si terrà a York nei giorni 10-13 Luglio. I finalisti si esibiranno in un primo recital informale di 20 minuti di fronte al pubblico; l’ultimo giorno presenteranno alla giuria – formata da importanti personalità quali Tobias Wolff, Barbara Maria Willi, Elizabeth Kenny, Bart Demuyt, Philip Hobbs – un programma differente, sempre della durata di 20 minuti. Gli strumenti a tastiera (organo, clavicembali con varie accordature, fortepiano) saranno forniti dall’organizzazione.

Criteri per la valutazione degli ensemble concorrenti
  • scelta del repertorio – e un repertorio sostenibile ed interessante per future esecuzioni
  • applicazione di uno stile esecutivo storico
  • musicalità
  • interpretazione
  • creatività nella progettazione del programma
  • abilità tecnica
  • presentazione – presenza scenica, relazione con il pubblico, qualità professionale delle note di programma
  • contributo complessivo al panorama della musica antica
  • prospettive di inserimento professionale
  • professionalità nei rapporti con l’ufficio del Festival
Regolamento in inglese: Competition rules
Info: yorkcomp@ncem.co.uk

Al via Resid’AND 2018/19 con “Karana” di Benedetta Capanna

Performance dimostrativa della residenza coreografica presso l’Accademia Nazionale di Danza, abbinata a tre composizioni dagli allievi

residAND

Riportiamo il comunicato stampa ufficiale dell’AND:

logo-and

ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA
Istituto Superiore di Studi Coreutici

Accademia Nazionale di Danza

Diretta da Enrica Palmieri

Scuola di Danza Contemporanea

Coordinatore: Stefania Brugnolini

Progetto Resid’AND

Coordinatore Responsabile: Dino Verga

RISULTATI DELLA CALL BIENNALE 2018/2020

RESID’AND è un progetto specifico per lo svolgimento dell’attività artistica dei trienni di Danza Contemporanea, nell’ambito del Progetto Pilota elaborato dalla Scuola di Danza Contemporanea, sostenuto dall’Accademia Nazionale di Danza. Tra le centinaia di domande pervenute alla call, una rimarchevole nota è data dalle adesioni di coreografi di ben otto Paesi dell’Unione Europea e non: Spagna (Barcellona e Valencia), Francia (Lione), Repubblica di Cipro, Olanda (Amsterdam e Rotterdam), Belgio (Bruxelles), Germania (Berlino ed Herbolzheim), Grecia (Atene), Gran Bretagna (Londra).

I coreografi selezionati saranno ospitati in residenza presso l’AND per quattro settimane, in una programmazione articolata durante tutto l’anno accademico, per lavorare con gli studenti del Triennio di Danza Contemporanea, e presentare il risultato della loro opera in due serate di spettacolo:

I vincitori del bando per l’anno accademico 2018/2019:

Benedetta Capanna (30 novembre e 1 dicembre 2018), Malcom Sutherland (1 e 2 febbraio 2019), Ludovic Party (8 e 9 marzo 2019), Ioanna Strati (5 e 6 aprile 2019), Nadine Gerspacher (27 e 28 settembre 2019), Gianmarco Stefanelli (25 e 26 ottobre 2019)

RESID’AND nasce con lo scopo di far dialogare l’Accademia Nazionale di Danza, unico Istituto italiano di Alta Formazione Coreutica, con la danza indipendente, selezionando alcune tra le proposte più interessanti del panorama della danza contemporanea nazionale e internazionale. Il progetto ha come obiettivo quello di creare occasioni performative per gli studenti/danzatori dell’AND, oltre allo spettacolo di fine anno accademico, di ampliare dunque la formazione artistico-culturale confrontandosi con la scena, di ricercare e sperimentare accogliendo le proposte dei coreografi ospiti in uno scambio generativo di creatività ed apprendimento.

Il progetto, che coinvolge tre delle quattro Scuole dell’Accademia Nazionale di Danza, prevede che la serata dello spettacolo conclusivo del coreografo residente sia integrata con l’intervento di alcuni brani coreografici – composizioni, studi, prove finali e tesi – creati dagli studenti danzatori dei Trienni di Danza Contemporanea, – della Scuola di Danza Contemporanea- , e dei Trienni del Tecnico Compositivo e del Biennio di Coreografia – della Scuola di Coreografia – , e Biennio di Danza Contemporanea – della Scuola di Didattica della Danza – selezionati da una commissione appositamente nominata.

La serata di RESID’AND del 30 novembre e 1 dicembre 2018 è costituita, nella prima parte, dai lavori di Elena Salierno, diplomata al Triennio di Danza Contemporanea, di Valeria Maria Lucchetti, neodiplomata al Biennio di Coreografia, e da quello di Camilla Perugini, studentessa del II triennio contemporaneo.

La performance elaborata da Benedetta Capanna, coreografa in residenza, chiuderà lo spettacolo.

PRIMA PARTE

MOTION PROJECT

Coreografia e interprete: Elena Salierno
Musica composta da Andrea Veneri
Musicista: Luca Giacobbe
Luci: Stefano Pirandello

Coreografia vincitrice di menzione speciale al PREMIO ROMA DANZA 2018 – Sezione Coreografia

Motion Project è una fusione di musica, danza e tecnologia. La creazione del “braccialetto sonoro” nasce dall’idea di rendere il danzatore parte integrante di un’orchestra attraverso il proprio strumento ovvero il corpo e, di conseguenza, il movimento. L’obiettivo del progetto è quello di rendere il teatro musicale un evento in cui lo spettatore possa sentirsi toccato in tutte le sue sfere sensoriali attraverso lo sviluppo di nuove tecnologie, con musiche e coreografie del tutto originali.

Siamo esseri in grado di alternare momenti di pura follia a momenti di assoluta grazia.” – Motion Project

ÖLMASKE (Maschera di Petrolio)

Coreografia: Valeria Maria Lucchetti
Musica: Ölmusic di Kurt Weill, composizioni originali di Tania Pallabazzer
Luci: Stefano Pirandello
Interpreti: Tatiana Giardina, Valeria Maria Lucchetti, Vanessa Nacci

Il lavoro nasce dallo studio della composizione coreografica proposto dal Prof. Mario Piazza

Il tessuto coreografico dipinge l’uomo nella sua fragilità, in una società plasmata dalle tenaglie politiche e industriali spersonalizzanti. Fine ultimo consiste nell’appagare l’anelito di smantellare la maschera di automa con cui la contemporaneità calpesta l’individuo, affinché l’anima, implosione identitaria per eccellenza, possa esplodere nella carne… Abbracciandola nel dolce connubio che si chiama Vita.

ALRAP

Coreografia: Camilla Perugini
Musica: Hans Zimmer
Luci: Stefano Pirandello
Interpreti: Nicholas Baffoni, Camilla Perugini

Sentire senza ascoltare, parlare senza fiatare, urlare senza gridare. Lascia che le sensazioni raccontino di te, della parte più profonda, della parte più nascosta. Ogni cosa che vedi, ogni cosa che tocchi, ogni cosa che gusti, esiste…e non può essere altrimenti.

SECONDA PARTE

KARANA

Piccole Danze di princìpi
Coreografia: Benedetta Capanna
Musiche: Autori Vari
Luci: Stefano Pirandello
Costumi: Sartoria AND – Lilly Cascio
Interpreti: gli studenti del terzo Triennio di Danza Contemporanea sez. A – Michela Casini, Angelica Dini, Roberta Fanzini, Cora Gasparotti, Linda Montaccini, Claudia Pampili, Silvia Pontecorvi, Valentina Squarzoni, Denise Tosti, Ozan Fakioglu
Referente per l’AND: Ricky Bonavita

Karana in sanscrito è il principio, la causa primaria che precede il risultato che, a tempo debito, assumerà visibilità. Questo progetto parte dall’elaborazione di brevi sequenze coreografiche, piccoli princìpi di danze, attraverso momenti di improvvisazione e di composizione. Intenzione, identità, principio, viaggio e trasmissione sono le parole chiavi di questo percorso: emergere dal silenzio con l’urgenza di esserci e nel silenzio rarefarsi. La danza diventa un viaggio, un processo alchemico, uno spazio di conoscenza, di domande e di nuove possibilità, sicuramente spazio di trasformazione e di non ritorno.

Al termine dello spettacolo la coreografa Benedetta Capanna, accompagnata dai danzatori del III Triennio di Danza Contemporanea sez.A, incontrerà il pubblico per la presentazione e la discussione dell’opera rappresentata e del lavoro svolto.

BENEDETTA CAPANNA

Benedetta Capanna ResidAND Benedetta Capanna trae ispirazione artistica dalle sue radici mediterranee e baltiche, e dal più che ventennale studio dello Yoga.

Attraverso l’esplorazione del corpo nelle sue infinite possibilità dinamiche dentro il piccolo spazio creato dai suoi stessi limiti, vuole cogliere la poesia della fragilità umana, la sua sacralità e l’urgenza delle sue passioni.

Attiva dal 1993 tra Roma e New York, dal 2013 collabora con l’Associazione Culturale Excursus Onlus ora PinDoc. Lavora col Teatro Potlach, l’Accademia delle Belle Arti di Roma, la Kairos Italy Theatre di New York e con musicisti e compositori come Matthew Garrison, Darrell Briscoe, Vittorino Naso, Concetta Cucchiarelli.

Con Richard Sphuntoff è coautrice ed interprete del film “Epiphany of returning” vincitore in rassegne internazionali di video danza.

Partecipa ad eventi di rilievo in Europa, in Usa e in Giappone.

Vincitrice del Concorso d Positano nel 1991, dall’American Guild of Musical Artist è stata riconosciuta la sua abilità straordinaria nelle Arti come Danzatrice.

E’ stata docente ospite nel progetto “Nostos” presso l’Accademia Nazionale di Danza di Roma, per la Pick of the Crop Dance Company e la Nichols School di Buffalo, al New Jersey Dance Theatre Ensemble, alla “Palestra dell’Attore” del Teatro Diana di Napoli , al Dance To The People di New York, allo Stella Adler Conservatory of Acting e la New York University.

Tiene regolarmente laboratori di composizione e danza contemporanea in diversi corsi di formazione per insegnanti e danzatori.

Maggiori informazioni: www.benedettacapanna.it

https://residand.wixsite.com/residand

Teatro Ruskaja – Largo Arrigo VII, 5 – Roma
Venerdì 30 Novembre 2018 – ore 19,30 | Sabato 1° Dicembre ore 17,00
Ingresso libero fino a esaurimento posti

 

A Brescia bando per docenti di Canto Rinascimentale e Barocco

Conservatorio Luca Marenzio

Il Conservatorio Luca Marenzio  annuncia la procedura comparativa

É stato pubblicato sul sito del Conservatorio “Luca Marenzio” di Brescia il bando per l’attribuzione di incarichi di insegnamento per il settore artistico-disciplinare COMA/16 – Canto rinascimentale e barocco. Requisito per poter partecipare alla procedura è il possesso di specifica qualificazione, comprovata dal possesso di titoli artistici, scientifici e/o professionali attinenti alla disciplina oggetto dell’insegnamento.

Le domande, corredate dei documenti indicati nel Bando ufficiale devono pervenire al Conservatorio entro il 4 Dicembre 2018. Il compenso orario previsto è pari a € 50,00 al lordo delle ritenute di legge.

info: tel.:030.2886711  – www.consbs.it