Flauto e orchestra fra tardo barocco e contemporaneo

Al Gonfalone un gioco di specchi fra D. Zanettovich e J.S. Bach con Romolo Balzani e l’Orchestra da Camera di Perugia

Orchestra da camera di Perugia

Un viaggio a ritroso dal Novecento al tardo Barocco è il tema della prossima serata in programma all’Oratorio del Gonfalone, che vede come solisti Romolo Balzani al flauto, Paolo Franceschini al violino e Fabio Ciofini al clavicembalo, accompagnati dall’Orchestra da Camera di Perugia.

Si parte dal Concerto per flauto e orchestra detto “Il Casanova” di Daniele Zanettovich, che venne eseguito nel 1973 in prima mondiale dal grande flautista Jean-Pierre Rampal, un’opera piena di rimandi allo stile del concerto barocco che prepara al successivo ascolto del Concerto Brandeburghese n. 5 per flauto, violino, clavicembalo e orchestra di Johann Sebastian Bach.

Giovedì 14 Dicembre 2017 – ore 21.00
Oratorio del Gonfalone – via del Gonfalone 32/A – Roma
tel. & fax: 06.6875952 (lun.-ven.ore 9:30-17)
info@oratoriogonfalone.eu – www.oratoriogonfalone.eu

In occasione dei concerti della stagione saranno disponibili biglietti scontati (a €15 invece che €20) per gli iscritti al Blog e alla Pagina Facebook de Il Teatro della Memoria. Per ricevere il coupon da presentare al botteghino potete scriverci a questo indirizzo: info@teatrodellamemoria.org.

Sonate di Bach con fiati al Pontificio Istituto di Musica Sacra

La Selva early windL’ensemble La Selva propone un percorso attraverso le sonorità degli strumenti storici

Come anteprima per la registrazione di un nuovo disco, l’ensemble La Selva propone a Roma presso la sala accademica del Pontificio Istituto di Musica Sacra un programma nato da un idea di Francesco Zimei: una scelta di sonate di Johann Sebastian Bach in cui gli strumenti a fiato hanno un ruolo importante.

Aprono la serie la sinfonia della Cantata Tritt auf die Glaubensbahn BWV 152 (indicata dallo stesso Bach come Concerto à flauto, hautbois, viola d’amour, viola da gamba e basso), e la Trio sonata in SI bemolle maggiore per oboe, flauto e b.c. (da BWV 525). Seguono la Sonata in FA maggiore per flauto dolce e basso continuo BWV 1033 (l’attribuzione a J.S. Bach non è certa) e la Trio sonata in mi minore per oboe d’amore, viola da gamba e b.c. (da BWV 528). Concludono il programma la Trio sonata in DO maggiore per flauto, violino e b.c. (da BWV 1032), la Sonata in mi minore per flauto dolce e basso continuo BWV 1034 e la breve Sonata Canonica in FA maggiore per violino, oboe e b.c. BWV 1040.

La formazione strumentale vede la presenza di strumenti raramente ascoltati quali l’oboe d’amore e la viola d’amore (un prezioso esemplare originale del 1755); gli esecutori saranno Carolina Pace (flauto dolce), Andrea Mion (oboe barocco, oboe d’amore), Valerio Losito (violino barocco, viola d’amore), Andrea Lattarulo (viola da gamba), Rebeca Ferri (violoncello), Michele Carreca (liuto) ed Elisabetta Ferri (clavicembalo).

Domenica 8 Ottobre 2017 – ore 19,00
Sala Accademica del Pontificio Istituto di Musica Sacra 
p.zza s. Agostino 20/a Roma – ingresso libero

 

Travestimenti bachiani all’Argentina

Per la stagione da camera della Filarmonica Romana, un concerto con Enrico Gatti e Rinaldo Alessandrini

Enrico-Gatti-and-Rinaldo-Alessandrini

Il concerto dell’Accademia Filarmonica Romana in cartellone il prossimo Giovedì 6 Aprile vede due nomi ben noti al pubblico italiano in un concerto speciale dedicato interamente alle musiche di Johann Sebastian Bach. Il clavicembalista Rinaldo Alessandrini e il violinista Enrico Gatti presentano infatti – con il titolo Crossdressing Bach – un interessante gioco di rimandi fra brani originali e trascrizioni, alcune operate dal compositore stesso. Il programma vede, fra le altre, le sonate per viola da gamba BWV 1028 e BWV 1029 trascritte per violino, la sonata per clavicembalo BWV 964 (rielaborazione di Bach dalla BWV 1003 per violino solo), la partita per flauto solo BWV 964 eseguita al violino (scelta giustificata dall’ipotesi che questa partita sia a sua volta una trascrizione da un originale per violino).

Giovedì 6 Aprile 2017 – ore 21,00
Teatro Argentina – l.go di Torre Argentina 52 – Roma

Per gli iscritti a questo blog o alla pagina Facebook de Il Teatro della Memoria sono disponibili biglietti scontati: Platea Euro 18,00 anziché 25,00; Palco di platea, I e II ordine Euro 12,50 anziché 18,00; Palco di III,IV e V ordine Euro 9,50 anziché 13,50.È necessaria la prenotazione telefonica al n. 06-3201752 oppure via e-mail a: promozione@filarmonicaromana.org

L’ Ensemble L’Astrée alla Filarmonica Romana

Al Teatro Argentina un programma dedicato a Vivaldi con varie cantate e Le quattro stagioni 

Vivaldi amor hai vinto

Per la stagione di musica da camera dell’Accademia Filarmonica Romana presso il Teatro Argentina è in cartellone il prossimo Giovedì 30 Marzo un concerto con L’Astrée, il gruppo cameristico specializzato nell’esecuzione storicamente informata della musica dei secoli XVII-XVIII, nato nell’ambito dell’Academia Montis Regalis. Il programma della serata, interamente dedicata ad Antonio Vivaldi, comprende – oltre ai notissimi concerti per violino Le quattro stagioni dall’Op. 8 – le cantate “Lungi del vago volto” RV 680, “Amore hai vinto” RV 683, “Alla caccia” RV670 e “Fonti del pianto” RV 656. I solisti saranno Stéphanie Varnerin (soprano), Alessandro Giangrande (controtenore) e Francesco D’Orazio (violino).

Giovedì 30 Marzo 2017 – ore 21,00
Teatro Argentina – l.go di Torre Argentina 52 – Roma

Per gli iscritti a questo blog o alla pagina Facebook de Il Teatro della Memoria sono disponibili biglietti scontati: Platea Euro 18,00 anziché 25,00; Palco di platea, I e II ordine Euro 12,50 anziché 18,00; Palco di III,IV e V ordine Euro 9,50 anziché 13,50.È necessaria la prenotazione telefonica al n. 06-3201752 oppure via e-mail a: promozione@filarmonicaromana.org

Immagini e video dal concerto di solidarietà dell’Epifania

A San Lorenzo in Lucina l’Associazione Aramus ha proposto due capolavori di Bach per coro, solisti e orchestra

S_Lorenzo_in_Lucina_5-1-17.jpg

clicca sull’immagine per vedere su YouTube il video della cantata “Wachet auf! Ruft uns die Stimme” BWV 140

 

L’associazione ARAMUS ha promosso lo scorso 5 Gennaio, presso la Basilica di San Lorenzo in Lucina, un concerto finalizzato alla raccolta di fondi da destinare ad acquisti di generi alimentari presso alcune aziende agricole dei Comuni colpiti dal terremoto dell’agosto 2016. Gli alimenti acquistati sono stati donati alla Caritas di Roma.

Sono state eseguite due importanti opere di J.S. Bach, la cantata “Wachet auf, ruft uns die Stimme” BWV 140 e il Magnificat in re maggiore BWV 243, eseguiti dalla Schola Cantorum Santa Maria degli Angeli e da una orchestra con copie di strumenti dell’epoca barocca, sotto la direzione del M° Osvaldo Guidotti. Solisti di canto: Leslie Visco (Soprano I), Angela Bucci (Soprano II), Celeste David (Alto), Pablo Cassiba (Tenore), Roberto Curione (Basso); ricco organico orchestrale con Gabriele Benigni, Gabriele Politi, Giancarlo Ceccacci, Eleonora Savini, Laura Scipioni, Valentina Nicolai, Daniele Viri (Violini), Emanuele Marcante, Gianfranco Russo (Viole), Andrea Fossà, Andrea Lattarulo (Violoncelli), Fabrizio Cardosa (Violone), Antonello Cola, Carolina Pace, Nicola Barbagli (Oboi), Benedetto Ciociola, Chiara Strabioli (Flauti), Andrea Toschi (Fagotto), Domenico Agostini, Andrea Di Mario, Michele Petrignani (Trombe), Michele Camilloni (Timpani), Stefano Giannini (Organo).

Coro, solisti e orchestra per Bach a Roma

Per la sera dell’Epifania l’Associazione Aramus propone un concerto di solidarietà e beneficenza.

locandina-5-1-17

clicca sull’immagine per scaricare la locandina

L’associazione ARAMUS promuove per il prossimo 5 Gennaio un concerto presso la Basilica di San Lorenzo in Lucina finalizzato alla raccolta di fondi da destinare ad acquisti di generi alimentari presso alcune aziende agricole dei Comuni colpiti dal terremoto dell’agosto 2016. Gli alimenti acquistati saranno successivamente donati alla Caritas di Roma.

Il  programma musicale prevede due importanti opere di J.S. Bach, la cantata “Wachet auf, ruft uns die Stimme” BWV 140 e il  Magnificat in re maggiore BWV 243, eseguiti dalla Schola Cantorum Santa Maria degli Angeli e da una orchestra con copie di strumenti dell’epoca barocca, sotto la direzione del M° Osvaldo Guidotti. Solisti di canto saranno Leslie Visco (Soprano I),  Angela Bucci (Soprano II), Celeste David (Alto), Pablo Cassiba (Tenore), Roberto Curione (Basso); l’orchestra prevede un ricco organico con Gabriele Benigni, Gabriele Politi, Giancarlo Ceccacci, Eleonora Savini, Laura Scipioni, Valentina Nicolai, Daniele Viri (Violini), Emanuele Marcante, Gianfranco Russo (Viole), Andrea Fossà, Andrea Lattarulo (Violoncelli), Fabrizio Cardosa (Violone), Antonello Cola, Carolina Pace, Nicola Barbagli (Oboi), Benedetto Ciociola, Chiara Strabioli (Flauti), Andrea Toschi (Fagotto), Domenico Agostini, Andrea Di Mario, Michele Petrignani (Trombe),  Michele Camilloni (Timpani), Stefano Giannini (Organo).

Giovedì 5 Gennaio 2017 – ore 21,00 –Basilica di San Lorenzo in Lucina
P.za San Lorenzo in Lucina – Roma (Metro A Spagna)

Ingresso a offerta – scarica l’invito a questo link.

L’ Ensemble l’Estravagante alla Filarmonica Romana

Triosonate di Vivaldi, Bach e Bomporti per il ciclo di concerti di musica da camera al Teatro Argentina 

Si inaugura giovedì prossimo 21 gennaio con un concerto di musica barocca il ciclo di musica da camera dell’Accademia Filarmonica Romana presso il Teatro Argentina. In scena L’Estravagante, un ensemble di recente formazione composto da giovani musicisti specializzati nella prassi esecutiva barocca con strumenti originali: Stefano Montanari, Elisa Citterio (violini), Francesco Galligioni (violoncello), Maurizio Salerno (clavicembalo), Francesco Tomasi (liuto). Il programma è interamente dedicato a triosonate della fine del Seicento e del primo Settecento composte da Antonio Vivaldi, Johann Sebastian Bach e Francesco Antonio Bonporti e si conclude con la famosa Sonata XII dall’op. 1 di Vivaldi con le variazioni sul basso ostinato della Folìa.

Giovedì 21 gennaio 2016 – ore 21,15
Teatro Argentina – l.go di Torre Argentina 52 – Roma

Per gli iscritti a questo blog o alla pagina Facebook de Il Teatro della Memoria sono disponibili biglietti scontati: Platea euro €16,50 anziché €24,00 – Palchi di platea, I e II ordine €12,00 anziché €17,00 – Palchi di III,IV,V ordine €10,00 anziché €14,00. È necessaria la prenotazione telefonica al n. 06-3201752 oppure via e-mail a: promozione@filarmonicaromana.org

Scarica il flyer con la riduzione per gli iscritti a Il Teatro della Memoria