Humor Bizzarro 2017: i saluti

Anche se qualcuno è già partito il divertimento continua con gli “English Pastimes”

Con qualche scatto dal saggio-spettacolo e dalla giornata conclusiva de L’Humor Bizzarro 2017 salutiamo e ringraziamo allievi, docenti, artisti ospiti, partner e collaboratori che hanno reso possibile questa bellissima edizione dedicata alla musica e alla danza inglese, in occasione del bicentenario di Jane Austen.

Arrivederci a settembre con le foto del workshop e il video dello spettacolo!

Andrea e Claudia

 

 

Per informazioni sul workshop, guarda il precedente post

Humor Bizzarro 2017: i programmi

prova-banner-13

XVI Edizione – Roma 29 luglio – 6 agosto 2017

Corsi, concerti e laboratori a cura di
Il Teatro della Memoria (dir. artistica: Claudia Celi e Andrea Toschi)

Programmi

Filo conduttore della edizione 2017 de L’Humor Bizzarro sarà “English pastimes”, tema che attraverserà i corsi e i laboratori, anche quest’anno ospitati nei locali della storica Scuola Popolare di Musica di Testaccio. Come sempre, i risultati della settimana di lavoro verranno presentati in uno spettacolo finale frutto dell’interazione fra allievi e docenti e aperto alla cittadinanza.

Canto e Strumento

Parte integrante dei corsi di strumento è la Pratica di Musica d’Insieme, di Accompagnamento alla danza  e la partecipazione gratuita al Seminario di Qi Gong. Per gli iscritti al corso di Canto sono previste lezioni di Gestualità retorica espressamente concepite in relazione ai brani vocali da eseguire e la partecipazione gratuita al Seminario di Qi Gong.

Canto rinascimentale e barocco – docente Rosanna Rossoni

Il corso è rivolto a tutte le persone interessate allo studio degli aspetti psicomotori legati all’emissione vocale e agli aspetti stilistici ed interpretativi nella musica dal Rinascimento al Barocco. Sono previste lezioni individuali e collettive: parte del corso verrà destinato allo studio di brani a due o più voci tratti da opere. È comunque possibile proporre brani da concordare con la docente. È inoltre possibile, per gruppi vocali da camera già formati, approfondire con la docente gli aspetti tecnici della pratica d’insieme. Il corso verrà integrato da lezioni di Gestualità retorica.

Flauto Dolce – docente Marco Rosa Salva

Musica inglese della seconda metà del Seicento.
Durante il corso, aperto a flautisti di qualsiasi livello, saranno proposte musiche di John Jenkins, Matthew Locke, Henry Purcell, John Blow. Sono previste lezioni individuali e di ensemble su strumenti copie di originali (all’occorrenza alcuni strumenti saranno messi a disposizione). Gli allievi potranno in ogni caso proporre per le loro lezioni individuali brani di propria scelta, anche non attinenti l’argomento principale del corso.

Liuto rinascimentale, Tiorba e Chitarra barocca – docente Francesco Tomasi

Il corso è aperto sia ai principianti che agli allievi più avanzati. Verranno discussi e approfonditi gli aspetti tecnici e interpretativi del repertorio del liuto rinascimentale, della tiorba e della chitarra barocca. Oltre alle lezioni singole di repertorio solistico sullo strumento, verrà dato ampio spazio alla musica d’insieme, sia vocale che strumentale, con approfondimenti sulla realizzazione del basso continuo. Sono ammessi anche gli studenti di chitarra classica desiderosi di approfondire il repertorio antico sul loro strumento.

Oboe barocco – docente Angela Paletta

Il corso è aperto ad amatori e professionisti che vogliano avvicinarsi al repertorio barocco e classico, sia con lo strumento moderno che con quello dell’epoca. Il programma si incentrerà sulle problematiche esecutive ed interpretative e sulla tecnica di costruzione delle ance. Particolare attenzione verrà data allo studio della respirazione con esercizi mirati di QiGong. Le lezioni, individuali e collettive, mirano allo studio del repertorio solistico e cameristico del periodo, con particolare attenzione alle variazioni per oboe pubblicate in Inghilterra su grounds e arie scozzesi e in eventuale collaborazione con le classi di canto e di danza. Sarà possibile concordare altri brani su proposta degli allievi.

Viola da Gamba – docente Silvia De Maria

Il corso è rivolto a violisti da gamba di tutti i livelli ed età. Sono benvenuti anche i musicisti classici o amatori che vogliono avere un primo approccio con la viola da gamba. Su richiesta è possibile avere a disposizione sul posto una viola con cui cimentarsi. Oltre alle lezioni individuali, per gli allievi più avanzati sono previste sessioni di musica in consort di viole; il repertorio verterà sulla musica inglese del 500’ e 600,’ ovvero sulle composizioni a quattro e cinque voci di J. Jenkins, A. Ferrabosco, W. Byrd, J. Dowland, W. Lawes, J. Coperario, M. Locke.

Accompagnamento al Cembalo – docente Paolo Tagliapietra

Armonia al cembalo per principianti. Preparazione all’esecuzione estemporanea di brevi accompagnamenti su basso numerato. Applicazione pratica ai brani studiati nei corsi di canto, strumento e musica d’insieme, finalizzata alla partecipazione al concerto finale. L’allievo deve essere a conoscenza dei rudimenti di tecnica della tastiera, nonché di una discreta pratica dei collegamenti armonici elementari.

Danza, Gestualità retorica e Qi Gong

Per tutti gli iscritti ai corsi di danza è prevista la partecipazione gratuita al Seminario di Qi Gong.

“We’ll measure them a measure” – Danze dei secoli XVI-XVII – docente Claudia Celi

Il corso – rivolto a danzatori, attori e musicisti – è aperto ad allievi di tutti i livelli e prevede lo studio tecnico dei passi base e l’apprendimento di forme di danza citate nelle opere di William Shakespeare. Come consueto, le lezioni verranno coordinate con il lavoro delle classi di strumento per la realizzazione del saggio-spettacolo.

Cupid’s Garden – Le Jardin de Cupidon – Danze e contraddanze in Inghilterra e Francia tra Sei e Settecento – docente Ilaria Sainato

Il corso è rivolto a danzatori, musicisti e a chiunque abbia interesse a conoscere o approfondire la tecnica della danza barocca. Le lezioni, teorico-pratiche, prevedono riscaldamento e tecnica coreutica di base, studio delle coreografie (ricostruite principalmente dalla notazione Beauchamp–Feuillet), cenni sulla trattatistica coreutica coeva al repertorio studiato. Una parte delle lezioni sarà dedicata ad approfondire questioni riguardanti le fonti, la notazione, il repertorio coreografico. Durante lo studio delle coreografie, particolare attenzione sarà rivolta alla connessione e integrazione musica-danza e alle problematiche legate all’esecuzione della musica per danza. Durante il corso saranno indagate le corrispondenze, i prestiti e le influenze coreografiche e musicali tra Inghilterra e Francia attraverso lo studio delle coreografie di André Lorrin, Mr. Isaac e John Essex. Le coreografie da studiare verranno scelte dall’insegnante in base al livello e alle esigenze degli iscritti.

Quadrilles at the time of Jane Austen – Danze di Società dell’inizio del XIX secolo – docente Paolo Di Segni

Nel corso, aperto ad allievi di ogni livello, si studieranno la tecnica ed i passi delle danze dell’epoca Regency – secondo i manuali inglesi del primo Ottocento – applicati alle quadriglie del periodo.

spazio bianco

Seminario di Gestualità retorica – docente Ilaria Sainato

Il seminario si rivolge a cantanti, danzatori, attori, musicisti e a tutti coloro che si interessano al repertorio del teatro con musica dei secoli XVII-XVIII e offre agli allievi un ulteriore strumento di interpretazione di tale repertorio tramite l’approfondimento teorico-pratico delle caratteristiche del teatro barocco e del gesto retorico e di temi quali la prossemica teatrale, i ruoli, i caratteri e i personaggi tipici, la teoria degli affetti.

Seminario di Qi Gong / Arte del respiro – docente Angela Paletta

Il seminario è gratuito per tutti i corsisti. Per maggiori informazioni su questa disciplina leggi qui

La frequenza ai corsi è valutabile come credito formativo presso Università, Conservatori e Accademie.

Il curriculum dei docenti è disponibile sulla pagina web curricula.htm

Regolamento e costi disponibili a questo link

Per informazioni:
tel. & fax: 06–33267447 – cell. 328–3645555 (fino al 29 luglio)
tel.: 320–0557319 (nei giorni del corso)   e-mail: info@teatrodellamemoria.org

Oppure riempi il modulo qui sotto:

Humor Bizzarro 2016 – Ilaria Sainato: “La bonne amitié – Danze europee nei secoli XVII-XVIII” e Seminario di Gestualità retorica

I programmi e il curriculum della docente


La bonne amitié – Danze europee dei sec. XVII-XVIII
Il corso è rivolto a danzatori, musicisti e a chiunque abbia interesse a conoscere o approfondire la tecnica della danza barocca. Le lezioni, teorico-pratiche, prevedono riscaldamento e tecnica coreutica di base, studio delle coreografie (ricostruite principalmente dalla notazione Beauchamp–Feuillet), cenni sulla trattatistica coreutica coeva al repertorio studiato. Una parte delle lezioni sarà dedicata ad approfondire questioni riguardanti le fonti, la notazione, il repertorio coreografico. Durante lo studio delle coreografie, particolare attenzione sarà rivolta alla connessione e integrazione musica-danza e alle problematiche legate all’esecuzione della musica per danza. Le coreografie saranno scelte dall’insegnante a seconda del livello e alle esigenze dei partecipanti al corso e saranno tratte dalle raccolte di A. Lorrin, J. Playford, R.–A. Feuillet, J. Essex, M. Gaudrau, Landrin.

Seminario di Gestualità retorica
Il seminario si rivolge a cantanti, danzatori, attori, musicisti e a tutti coloro che si interessano al repertorio del teatro con musica dei secoli XVII-XVIII e offre agli allievi un ulteriore strumento di interpretazione di tale repertorio tramite l’approfondimento teorico-pratico delle caratteristiche del teatro barocco e del gesto retorico e di temi quali la prossemica teatrale, i ruoli, i caratteri e i personaggi tipici, la teoria degli affetti.

Ilaria Sainato si è laureata presso la Facoltà di Musicologia dell’Università degli studi di Pavia-Cremona, con una tesi in filologia sulla danza italiana del Quattrocento. Ha studiato danza rinascimentale e danza barocca con Veronique Daniels, Barbara Sparti, Deda Cristina Colonna, Ana Yepes. Insegna danza rinascimentale presso la Scuola di Musica Antica di Venezia e tiene corsi e seminari teorico-pratici presso scuole, istituzioni e associazioni italiane e straniere. Realizza spettacoli sulla danza d ei secoli XV-XVII in collaborazione con numerosi ensembles e compagnie, in particolare con La Girometta, si occupa della ricostruzione del repertorio di danza italiana del Quattrocento e Cinquecento dalle fonti trattatistiche e dalle loro concordanze musicali. Ha esteso la sua ricerca ai problemi di ricostruzione dello spettacolo teatrale con musica nei secoli XVII e XVIII, in particolare per quanto riguarda allestimento e gestualità, collaborando a diverse produzioni teatrali, tra le quali: Don Giovanni di W. A. Mozart, Il Ballo delle Ingrate di C. Monteverdi, La Fida Ninfa di A. Vivaldi, Atalanta Fugiens di M. Maier, Flavio Cuniberto di G. D. Partenio di cui ha curato la regia. E’ stata assistente alla regia per: Mulier Fortis di J. B. Staut, The Fairy Queen di E. Purcell e Così fan tutte di W. A. Mozart per la regia di Deda Cristina Colonna, Madama Butterfly e Turandot di G. Puccini, regia di Hiroki Ihara, Rigoletto di G. Verdi, regia di Ivan Stefanutti, Sonnambula di V.Bellini, regia di Stefano Vizioli. Collabora con As.Li.Co. – Teatro Sociale di Como come Direttore di palcoscenico.

Informazioni complete sui costi del corso e scheda d’iscrizione disponibili a questo link.

Humor Bizzarro 2016: i programmi

XV edizione – Roma, 30 luglio – 7  agosto 2016

Corsi – concerti – laboratori a cura di
Il Teatro della Memoria (direzione artistica Claudia Celi e Andrea Toschi)

Programmi

L’Humor Bizzarro – anche quest’anno ospitato nei locali della storica Scuola Popolare di Musica di Testaccio – propone per l’edizione 2016 un team di docenti in parte rinnovato e alcune novità nei corsi e nei seminari. A quelli ormai di tradizione si affiancano infatti i corsi di Violoncello barocco, Tiorba, Ballo Regency e il Seminario di Gestualità retorica. Come da prassi consolidata, i temi proposti all’interno delle lezioni confluiranno in uno spettacolo finale frutto dell’interazione fra allievi e docenti e aperto alla cittadinanza.

Leggi oltre…

Humor Bizzarro 2015: Ilaria Sainato – “Les Plaisirs et les Jeux”, Danzas europeas de los siglos XVII-XVIII

Programa del curso y curriculum de la docente

El curso está dirigido a danzadores, músicos y todas aquellas personas que quisieran conocer o profundizar en la técnica de la danza barroca. Las clases, teórico-prácticas, prevén calentamiento y técnica coréutica de base, estudio de las coreografías (reconstruidas sobretodo a partir de la notación Beauchamp-Feuillet), indicaciones sobre los tratados coréuticos contemporáneo al repertorio estudiado. Una parte de las clases estará dedicada a la profundización en cuestiones relativas a las fuentes, la notación, el repertorio coreográfico. A lo largo del estudio de las coreografías, se reservará particular atención a la conexión e integración música-danza y a las problemáticas relacionadas con la ejecución de la música para danza. Las coreografías serán elegidas por la docente según el nivel y las necesidades de los participantes y serán extraídas de las antologías de A. Lorrin, J. Playford, R.-A. Feuillet, J. Essex, M. Gaudrau, Landrin.

Ilaria Sainato se ha graduado en la Facultad de Musicología de la Università degli studi di Pavia-Cremona, con una tesis en Filología sobre la danza italiana del siglo XV. Ha estudiado danza renacentista y barroca con Veronique Daniels, Barbara Sparti, Deda Cristina Colonna, Ana Yepes. Enseña danza renacentista en la Scuola di Musica Antica di Venezia y imparte cursos y seminarios teórico-prácticos en escuelas, instituciones y asociaciones italianas y extranjeras. Realiza espectáculos de danza de los siglos XV-XVII en colaboración con numerosos ensembles y compañías, en particular con la Girometta, se ocupa de la reconstrucción del repertorio de danza italiana de los siglos XV y XVI. Ha extendido su investigación a la reconstrucción del espectáculo teatral con música de los siglos XVII y XVIII, se ha ocupado en particular de los aspectos relacionados con el equipamiento y la gestualidad, colaborando en distintas producciones teatrales, como: Don Giovanni de W. A. Mozart, Il Ballo delle Ingrate de C. Monteverdi, La Fida Ninfa de A. Vivaldi, Atalanta Fugiens de M. Maier, Flavio Cuniberto di G. D. Partenio de que ha sido directora. Fue asistente a la dirección de: Mulier Fortis de J. B. Staut, The Fairy Queen de E. Purcell y Così fan tutte de W. A. Mozart  (dirección de Deda Cristina Colonna), Madama Butterfly y Turandot de G. Puccini (dirección de Hiroki Ihara), Rigoletto de G. Verdi (dirección de Ivan Stefanutti), Sonnambula de V.Bellini, dirección de (Stefano Vizioli). Colabora con As.Li.Co . – Teatro Sociale de Como como Directora de escena.

Descargar reglamento y quotas del taller.

Humor Bizzarro 2015: Ilaria Sainato – “Les Plaisirs et les Jeux”, 17-18th Century European Dances

Course program and teacher’s curriculum

The course is aimed towards dancers, musicians and whoever wishes to approach or to further the knowledge of baroque dance technique.  The theoretical and practical classes feature warm-up, study of basic choreutic technique and of choreographies, mainly reconstructed from the Beauchamp–Feuillet notation; part of the classes will be devoted to questions pertaining sources, dance notation and treatises, choreographic repertory. During the study of choreographies, particular attention will be given to the connection and integration between music and dance, with reference to problems of performance of dance music. The choregraphies, that will be chosen by the teacher according to the level and the needs of the participants, will be taken from the treatises by A. Lorrin, J. Playford, R.-A. Feuillet, J. Essex, M. Gaudrau, Landrin.

Ilaria Sainato graduated in Musicology at the Università degli studi di Pavia-Cremona, with a dissertation in Phylology about Italian dance of the Quattrocento. She has studied Renaissance and Baroque dance with Veronique Daniels, Barbara Sparti, Deda Cristina Colonna, Ana Yepes. She teaches Renaissance dancing at Scuola di Musica Antica di Venezia and gives courses and theoretical-practical seminars at schools, institutions and associations in Italy and abroad. She organizes shows about dance of the 15th to 17th Century in collaboration with several ensembles and companies; in particular with La Girometta she deals with the reconstruction of Italian dance repertory of the Quattrocento and Cinquecento from the original treatise sources taking in to account their musical concordances. She has extended her research to problems in reconstructing 17th and 18th Century theatrical performance with music, in particular regarding staging and gesture, collaborating to several stage productions such as  Don Giovanni by W. A. Mozart, Il Ballo delle Ingrate by C. Monteverdi, La Fida Ninfa by A. Vivaldi, Atalanta Fugiens by M. Maier, Flavio Cuniberto by G. D. Partenio; she has also directed this latter. She has been assistant direcctor for: Mulier Fortis by J. B. Staut, The Fairy Queen by E. Purcell and Così fan tutte by W. A. Mozart (directed by Deda Cristina Colonna), Madama Butterfly and Turandot by G. Puccini (directed by Hiroki Ihara), Rigoletto by G. Verdi (directed by Ivan Stefanutti), Sonnambula by V.Bellini (directed by Stefano Vizioli). She collaborates with As.Li.Co. – Teatro Sociale di Como as Stage Manager.

Full info about the workshop costs and registration form are available at this link.

Humor Bizzarro 2015: Ilaria Sainato, “Les Plaisirs et les Jeux” – Danze europee nel XVII-XVIII secolo

Il programma del corso e il curriculum della docente


Il corso è rivolto a danzatori, musicisti e a chiunque abbia interesse a conoscere o approfondire la tecnica della danza barocca. Le lezioni, teorico-pratiche, prevedono riscaldamento e tecnica coreutica di base, studio delle coreografie (ricostruite principalmente dalla notazione Beauchamp-Feuillet), cenni sulla trattatistica coreutica coeva al repertorio studiato. Una parte delle lezioni sarà dedicata ad approfondire questioni riguardanti le fonti, la notazione, il repertorio coreografico. Durante lo studio delle coreografie, particolare attenzione sarà rivolta alla connessione e integrazione musica-danza e alle problematiche legate all’esecuzione della musica per danza. Le coreografie  saranno scelte dall’insegnante a seconda del livello e alle esigenze dei partecipanti al corso e saranno tratte dalle raccolte di A. Lorrin, J. Playford, R.-A. Feuillet, J. Essex, M. Gaudrau, Landrin.

Ilaria Sainato si è laureata presso la Facoltà di Musicologia dell’Università degli studi di Pavia-Cremona, con una tesi in filologia sulla danza italiana del Quattrocento. Ha studiato danza rinascimentale e danza barocca con Veronique Daniels, Barbara Sparti, Deda Cristina Colonna, Ana Yepes. Insegna danza rinascimentale presso la Scuola di Musica Antica di Venezia e tiene corsi e seminari teorico-pratici presso scuole, istituzioni e associazioni italiane e straniere. Realizza spettacoli sulla danza d ei secoli XV-XVII in collaborazione con numerosi ensembles e compagnie, in particolare con La Girometta, si occupa della ricostruzione del repertorio di danza italiana del Quattrocento e Cinquecento dalle fonti trattatistiche e dalle loro concordanze musicali. Ha esteso la sua ricerca ai problemi di ricostruzione dello spettacolo teatrale con musica nei secoli XVII e XVIII, in particolare per quanto riguarda allestimento e gestualità, collaborando a diverse produzioni teatrali, tra le quali: Don Giovanni di W. A. Mozart, Il Ballo delle Ingrate di C. Monteverdi, La Fida Ninfa di A. Vivaldi, Atalanta Fugiens di M. Maier, Flavio Cuniberto di G. D. Partenio di cui ha curato la regia. E’ stata assistente alla regia per: Mulier Fortis di J. B. Staut, The Fairy Queen di E. Purcell e Così fan tutte di W. A. Mozart per la regia di Deda Cristina Colonna, Madama Butterfly e Turandot di G. Puccini, regia di Hiroki Ihara, Rigoletto di G. Verdi, regia di Ivan Stefanutti, Sonnambula di V.Bellini, regia di Stefano Vizioli. Collabora con As.Li.Co. – Teatro Sociale di Como come Direttore di palcoscenico.

Informazioni complete sui costi del corso e scheda d’iscrizione disponibili a questo link.