Al Gonfalone in scena “La Susanna” di Stradella

Tappa romana per la tournée 2017 di STRADELLA Y-PROJECT

susanna e i vecchioni

Disegno dal MS originale de La Susanna di Alessandro Stradella

L’episodio biblico della casta Susanna insidiata dai due vecchi i quali, rifiutati, la denunciano falsamente è il tema dell’oratorio – composto nel 1681 da Alessandro Stradella su libretto di Giovan Battista Giardini – che verrà proposto per la stagione del Gonfalone giovedì prossimo a cura di STRADELLA Y(OUNG) PROJECT, iniziativa nata dalla collaborazione fra il Conservatorio “A. Casella” de L’Aquila e il Festival Barocco “Alessandro Stradella” di Viterbo e Nepi.

Stradella_Susanna frontespizio

L’essenziale organico indicato nella partitura (due violini e basso continuo) verrà realizzato, sotto la direzione di Andrea De Carlo, da un variegato ensemble con Ewa Anna Augustynowicz e Andrea Carboni (Violini), Esteban Lobos Dellepiane (Viola da gamba), Francesco Sorrentino (Violoncello), Marco Contessi (Contrabbasso), Olena Kurkina e Luca Di Berardino (Tiorbe), Lucia Adelaide Di Nicola (Clavicembalo), Nijolė Dorotėja Beniušytė (Organo). Il cast vocale è composto da Cansın Nehir Gündüz (Susanna), Candida Guida (Testo), Mateusz Drozda (Primo Giudice), Roberto Mattioni (Secondo Giudice), Sofie Garcia (Daniele); la mise en espace è di Guillaume Bernardi.

Giovedì 16 Novembre 2017 – ore 21.00
Oratorio del Gonfalone – via del Gonfalone 32/A – Roma
tel. & fax: 06.6875952 (lun.-ven.ore 9:30-17)
info@oratoriogonfalone.eu – www.oratoriogonfalone.eu

In occasione dei concerti della stagione saranno disponibili biglietti scontati (a €15 invece che €20) per gli iscritti al Blog e alla Pagina Facebook de Il Teatro della Memoria. Per ricevere il coupon da presentare al botteghino potete scriverci a questo indirizzo: info@teatrodellamemoria.org.

A Roma omaggio alla collezione del Sacro Convento di Assisi

Musiche del Seicento per raccontare una raccolta unica al mondo

strumenti-di-assisi-2

Anticipo della Festa Europea della Musica con l’Ensemble Helianthus che racconterà la storia della collezione di strumenti storici del Sacro Convento di Assisi attraverso un viaggio tra brani del Seicento di compositori quali Giovanni Battista Buonamente, Bartolomeo De Selma y Salaverde, Riccardo Rognoni e Dario Castello. Nello spazio San Giuseppe dei Falegnami suoneranno Laura Pontecorvo (Traversiere di Assisi), Andrea Inghisciano (Cornetto di Assisi), Rossella Croce (Violino) e Guido Morini (Clavicembalo).

Martedì 20 Giugno 2017 – ore 21.00 
San Giuseppe dei Falegnami al Foro Romano – Clivo Argentario 1 – Roma
Ingresso gratuito – Prenotazioni su
 Eventbrite

I quartetti parigini di Telemann al Gonfalone

Concerto con strumenti storici dell’ensemble Aliusmodum

GONFALONE_web

Per la stagione dell’Oratorio del Gonfalone, il prossimo Giovedì 6 Aprile sarà in scena l’Ensemble Aliusmodum in un concerto interamente dedicato a Georg Philipp Telemann. Il programma comprende due dei cosiddetti Quartetti Parigini (il n. 1 TWV 43:D3 in Re Maggiore il n. 6 TWV 43:e4 in mi minore) più la Sonata per viola da gamba e basso continuo TWV 41:e5 in mi minore e la Sonata per flauto traversiere e basso continuo TWV 41:h4 in si minore. In quest’occasione l’ensemble sarà composto da Pierluigi Tabachin (flauto traversiere),  Paolo Perrone (violino barocco), Diego Roncalli, (viola da gamba) e Cipriana Smarandescu (clavicembalo).

Giovedì 6 Aprile 2017 – ore 21.00
Oratorio del Gonfalone – via del Gonfalone 32/A – Roma
tel.: 06.6875952 (lun.-ven.ore 9:30-17)
info@oratoriogonfalone.eu – www.oratoriogonfalone.eu

In occasione dei concerti della stagione saranno disponibili biglietti scontati (a €15 invece che €20) per gli iscritti al Blog e alla Pagina Facebook de Il Teatro della Memoria. Per ricevere il coupon da presentare al botteghino potete scriverci a questo indirizzo: info@teatrodellamemoria.org.

Gonfalone 6-4-17

Musiche del Seicento per il «traversiere di Assisi»

Al Gonfalone un concerto che mette in luce il timbro di uno strumento misterioso

strumenti-di-assisi-2

Fra gli esemplari conservati nella preziosa collezione di strumenti a fiato del Sacro Convento dei Francescani ad Assisi spicca un elemento unico, che costituisce un autentico mistero dal punto di vista organologico: il cosiddetto Traversiere di Assisi, un flauto traverso che sembrerebbe rappresentare un momento di transizione fra i  modelli in uso nel Seicento (ancora privi di chiavi) e quelli del tardo barocco, caratterizzati da una più accentuata conicità che ne modifica il registro acuto rendendoli più adatti all’uso solistico.

traversiere-di-assisi_2

Una prima analisi su questo strumento condotta da Vincenzo De Gregorio – vedi il dettagliato articolo “Il traversiere di Assisi, con alcune osservazioni sulla prima fase del flauto traverso barocco” Il flauto dolce 10/11 (1984), pp. 48-51 – ipotizzava, sulla base di elementi concordanti e di comparazioni con esemplari di altri costruttori dell’epoca, che l’esemplare fosse testimonianza di una fase di esperimenti, condotti verosimilmente in Francia, prima che si giungesse alla standardizzazione sul modello stile Hotteterre destinato a prevalere in Europa nella prima metà del secolo XVIII.

Proprio per mettere in luce le caratteristiche di questo modello di flauto – di cui lo stesso De Gregorio ha realizzato delle copie con diapason corrispondente a LA-390 – l’ensemble Helianthus (Luigi Lupo e Laura Pontecorvo – traversiere di Assisi; Rossella Croce – violino e viola; Guido Morini – clavicembalo e organo) proporrà nel concerto del prossimo Giovedì 16 al Gonfalone una scelta di brani del Seicento di autori quali Heinrich Ignaz Biber, Johann Heinrich Schmelzer, Johann Jabob Froberger, Alessandro Stradella, Christian Friedrich Witt, Jacob Van Eyck, Lelio Colista, Henry Purcell.

Giovedì 16 Febbraio 2017 – ore 21.00
Oratorio del Gonfalone – via del Gonfalone 32/A – Roma
tel. & fax: 06.6875952 (lun.-ven.ore 9:30-17)
info@oratoriogonfalone.eu – www.oratoriogonfalone.eu

In occasione dei concerti della stagione saranno disponibili biglietti scontati (a €15 invece che €20) per gli iscritti al Blog e alla Pagina Facebook de Il Teatro della Memoria. Per ricevere il coupon da presentare al botteghino potete scriverci a questo indirizzo: info@teatrodellamemoria.org.

Il messaggio EUBO sulla Brexit

L’Orchestra Barocca dell’Unione Europea manifesta la sua preoccupazione per le conseguenze dell’esito del referendum

Eubo_9nth

Clicca sull’immagine per ascoltare il tema del Finale della Nona Sinfonia di Beethoven eseguito dalla EUBO

Ecco la traduzione del comunicato pubblicato il 24 giugno 2016 sul sito web EUBO:

L’impatto del referendum britannico sull’Unione Europea

Tutti coloro che sono coinvolti nella European Union Baroque Orchestra (EUBO) sono colpiti e rattristati dal risultato del referendum del Regno Unito sull’uscita dall’Unione Europea e preoccupati per le conseguenze per l’EUBO, per il mondo musicale e per l’Europa. Questa è una vittoria di Pirro basata sulla disinformazione, un respingere i consigli di leader politici e di esperti di molti settori.

Come Ambasciatore Culturale per l’Europa, l’EUBO resta impegnata a promuovere i valori della UE come ha fatto per più di 30 anni. Noi vediamo e sperimentiamo con un’esperienza di prima mano i benefici di un’Europa integrata. A parte i temi economici e culturali, temiamo le conseguenze per il nostro settore di attività della reintroduzione di visti, permessi di lavoro e regolamenti doganali (p. es. per far passare gli strumenti attraverso le frontiere), conseguenze che andranno a detrimento di tutti i musicisti europei, restringendo la loro possibilità di muoversi e di lavorare liberamente in tutta Europa.

Cosa accadrà ora all’EUBO? Con l’imminente inizio della stagione della EUBO, che coinvolge musicisti di quattordici paesi UE [ndr: vedi qui sotto i nomi], assicureremo che i progetti immediati non vengano modificati. L’EUBO è il capofila del progetto pan-europeo EMBA (EUBO Mobile Baroque Academy) che è sotto contratto sino alla fine del 2018. EMBA è co-finanziato dal programma UE Europa Creativa, cosicché almeno per l’immediato futuro EUBO continuerà a fornire a giovani musicisti opportunità che essi raramente hanno a livello nazionale. EUBO lavora per promuovere lo spirito europeo di libertà, cooperazione pacifica, creatività e apertura in Europa e per l’Europa.

Sempre dal sito EUBO, questi i nomi dei musicisti di che prenderanno parte alle tournées da Luglio 2016 a Marzo 2017:

Violini
Alba Encinas Gonzalez (ES)
Katarzyna Kmieciak (PL)
Ida Meidell Blylod (SE)
Charlotte Mercier (FR)
Katarzyna Olszewska (PL)
Coline Ormond (FR)
Claudio Rado (IT)
Katarzyna Szewczyk (PL)
Aliza Vicente Aranda (ES)

Viole
Mara Tieles Cutié (ES)
Isabel Franenberg (NL)
Anna Maria Stankiewicz (PL)

Violoncelli
Alex Jellici (IT)
Anna Reisener (DE)

Contrabbasso
Juan Díaz Fernandez (ES)

Flauti
Michaela Ambrosi (CZ)
Eleonora Bišćević (HR)

Oboi
Neven Lesage (FR)
Miriam Jorde Hompanera (ES)

Fagotti
Marit Darlang (NL)
Claudius Kamp (DE)
Dóra Király (HU)

Clavicembalo
Julio Caballero Pérez (ES)

Organo
Sara Johnson Huidobro (ES)

Direttori
Lars Ulrik Mortensen (DK)
Margaret Faultless (UK)
Alfredo Bernardini (IT)

Solisti
Maria Keohane, soprano (SE)
Jan Van Hoecke, flauto dolce (BE)

Primi Violini di Spalla
Bojan Čičić (HR)
Aira Maria Lehtipuu (FI)

Humor Bizzarro 2014: gli orari dei corsi

Orari dei corsi di danza e Qi Gong per i giorni dal 27 luglio al 1 agosto

Corso docente orario
Seminario di Qi Gong / Arte del respiro Angela Paletta 16,00-16,20
Les jours amusants, dances de bal et de ballet
Danze europee dei sec. XVII-XVIII
Ilaria Sainato 16,30-18,00
Seminario di Qi Gong / Arte del respiro Angela Paletta 18,00-18,20
Balli leggiadri, et amorose rime: danze per
le nobildonne romane dai trattati di Fabritio
Caroso da Sermoneta

Danze del XVI secolo
Claudia Celi 18,30-20,00
Paris qui danse! Danse de salon
Danze di Società del XIX secolo
Paolo Di Segni 20,00-21,30

I corsi di danza e di Qi Gong si terranno presso la sala Mangiatoia.

Corsi di canto e di strumento

Le lezioni individuali dei corsi di canto e strumento si terranno nel pomeriggio in orari da concordare durante il primo incontro del 27 luglio alle ore 16,30. Sempre in quella data saranno fissati i gruppi e gli orari del Laboratorio di Musica d’Insieme. Per lo studio personale sono disponibili aule studio negli orari di apertura fra le 14,30  e le 21,45.

Il saggio-spettacolo avrà luogo il 2 agosto, con prove durante la mattina e nel pomeriggio.

Prima di iniziare le lezioni passate in Segreteria per il check-in

Hopkinson Smith al Gonfalone

Le splendide Suites per violoncello di Bach trascritte per Tiorba tedesca

Hopkinson
Come omaggio a Johann Sebastian Bach, Hopkinson Smith propone giovedì prossimo 21 febbraio al Gonfalone un concerto speciale: invece delle pagine del maestro di Eisenach abitualmente eseguite per liuto (non entriamo qui nella vexata quaestio di quale fosse lo strumento al quale furono destinate alcune di queste) il liutista statunitense offre una lettura tutta personale – filtrata attraverso il prisma della sua pluridecennale ricerca sul repertorio liutistico meno conosciuto di cui ampia parte è formato proprio da trascrizioni  – delle Suites per Violoncello solo eseguite con la tiorba tedesca, strumento a suo parere vicino per sonorità al mondo poetico del violoncello, in quanto dotato di una maggiore lunghezza di corde e accordato una terza al di sotto del liuto barocco.  Il pubblico romano potrà così ascoltare in questa nuova raffinata versione brani dalle magistrali Suites BWV 1007, 1008 e 1009 composte da Bach durante il suo soggiorno presso la corte di Köthen attorno al 1720.

Giovedì 21 febbraio 2013 – ore 21.00
Oratorio del Gonfalone – via del Gonfalone 32/A – Roma

tel. & fax: 06.6875952 (lun.-ven.ore 9:30-17)
info@oratoriogonfalone.com – www.oratoriogonfalone.com

Per questo, come per altri dei concerti di musica antica della stagione del Gonfalone, saranno disponibili dei biglietti scontati per gli iscritti al Blog e alla Pagina Facebook de Il Teatro della Memoria. Per ricevere il coupon da presentare al botteghino potete scriverci a questo indirizzo: info@teatrodellamemoria.org.