Un sabato pomeriggio al “Casella”

Immagini dalla V Settimana della Musica antica e dalle Giornate di Studi musicali abruzzesi al Conservatorio aquilano

Nella scorsa settimana al Conservatorio “A. Casella” de L’Aquila, diretto dal M° Giandomenico Piermarini, si è svolta una fitta serie di eventi nell’ambito della V Settimana della Musica antica e delle Giornate di Studi musicali abruzzesi. Pubblichiamo qui una scelta di scatti dalla giornata di Sabato 13 Maggio. 

Concerto finale dell’Atelier di Orchestra barocca

Per il programma di sala con i credits vedi il PDF. Le informazioni sulla Settimana della Musica antica sono a questo link.

Aspetti dell’Abruzzo tra Cinquecento e Novecento – Sessione II: Nuove ricerche

Interventi di Gianfranco Miscia, Maria Cristina Esposito, Gianluca Tarquinio; moderatore Massimo Salcito. In chiusura: Aperitivo Musicale con musiche di Bonifacio Graziani eseguite da Claudia Di Carlo (Soprano) – Massimo Salcito (Organo). Il programma completo delle Giornate di Studi musicali abruzzesi è a questo link.

A L’Aquila la “V settimana di musica antica”

Al Conservatorio “A. Casella” un ricco programma di seminari, laboratori, classi aperte e concerti

thumbnail Conclusion

Clicca per guardare il video dell’Atelier di Orchestra Barocca 2016

Riceviamo e pubblichiamo il programma ufficiale:

V SETTIMANA DI MUSICA ANTICA AL CASELLA
8-13 maggio 2017 L’AQUILA

Lunedì 8

  • 10,00-14,00 Laboratorio di traverse Rinascimentali (Luigi Tufano)
  • 14,00-17,00 Prova aperta sulla polifonia francese (in cooperazione con l’iniziativa per il  III CENTENARIO DALLA PUBBLICAZIONE A STAMPA DE “L’ART DE TOUCHER LE CLAVECIN” DI FRANCOIS COUPERIN)
  • 17,30  Concerto di Polifonia Francese (Andrea De Carlo)

Martedì 9

  • 10,00-18,00 Seminario dedicato ai pianisti “Le trascrizioni per pianoforte a quattro mani  delle opere di S. Bach e G. Fr. Handel tra Otto e Novecento” (Andrea Coen)
  • 15,00-17,00 Seminario  “L’approccio al testo nel Primo libro di Madrigali di Carlo Gesualdo da Venosa” (Marco Della Sciucca)
  • 18,00 “Buon compleanno Claudio!” Concerto dedicato a Monteverdi della classe di Canto Barocco nella ricorrenza del quattrocentocinquantesimo anno  dalla nascita del Compositore (Anna Simboli)

Mercoledì 10

  • 10,00-18,30 Classe aperta di Basso continuo (Sandro Rancitelli)
  • 15,00-17,00 Classe aperta di Liuto (Marco Pesci)
  • 15,00-18,00 Classe aperta di Traversiere (Luigi Tufano)

Giovedì 11

  • 10,00-13,00 Concerto-conferenza  “L’ART DE TOUCHER LE CLAVECIN” di Francois Couperin nel III Centenario dalla pubblicazione a stampa (1716/17 – 2016/17)(Massimo Salcito)
  • 14,30-17,30 Seminario “La Notazione Mensurale tra Medioevo e Rinascimento” (Barbara Filippi)
  • 18,00 Auditorium “Shigeru Ban” del Conservatorio: Concerto dei docenti
    “Il forte e il piano”. (Luigi Tufano, traverso classico, Francesco Sorrentino,
    violoncello, Andrea Coen, fortepiano). Musiche di Haydn e Clementi

Martedì 9, giovedì 11, venerdì 12 e sabato 13

  • Atelier di Orchestra Barocca. Concerto Finale Sabato 13 ore 18,30 Auditorium “Shigeru Ban” del Conservatorio:  (Giorgio Matteoli) Musiche di Bach, Telemann, Vivaldi e altri

La partecipazione a tutte le attività della SdMA è gratuita per tutti. 

Per gli studenti del Conservatorio la frequenza ai seminari ed all’Atelier di Orchestra Barocca darà diritto, su richiesta, al riconoscimento di Crediti Formativi.

Per informazioni ed iscrizioni: eventi@consaq.it

clicca sull’immagine qui sotto per scaricare la locandina

Locandina SdMA_2017

J. Haydn, J.-Ch. Bach e F. Devienne per flauti classici a chiavi

A Montecompatri concerto con il Classic Trio Casella

firma-haydn

Il 19° secolo è stato per gli strumenti a fiato un’epoca di rapidissime trasformazioni che hanno portato dai modelli ereditati dal periodo pre-classico a quelli moderni, attraverso una progressiva meccanizzazione; in particolare per il flauto questo ha significato radicali modifiche del modello a una chiave sola conosciuto durante quasi tutto il Settecento. Le prime fasi di queste sperimentazioni avvennero a Londra, dove alcuni fabbricanti aggiunsero allo strumento nuove chiavi per facilitare l’esecuzione delle note più problematiche e di alcuni trilli. Solo successivamente queste innovazioni presero piede sul continente europeo e influenzarono lo sviluppo del  flauto sistema Boehm, caratterizzato dal canneggio cilindrico e da fori di grandi dimensioni, chiusi per mezzo di tamponi fra loro interconnessi e collocati in posizioni calcolate sulla base delle conoscenze scientifiche.

Il concerto Il Flauto della Rivoluzione – proposto dal Classic Trio Casella con copie di strumenti dell’epoca (Luigi Tufano e Lara Cocca, flauti classici a chiavi – Francesco Sorrentino, Violoncello classico) per la rassegna I Concerti di Campagna organizzata dall’Associazione Karl Jenkins – presenta una scelta di musiche del periodo fra Settecento e Ottocento in cui questa combinazione strumentale godette di ampia popolarità, testimoniata dal gran numero di composizioni pubblicate a stampa ad uso di dilettanti. Il programma prevede il Trio Hob. IV:2 di Joseph Haydn, il Trio in Sol maggiore di Johann Christian Bach, il Trio di François Devienne e si conclude con Trio Hob. IV:1 sempre di Haydn, anch’esso tratto dalla raccolta pubblicata a Londra nel 1794 e ancor oggi amatissima da pubblico e musicisti.

Sabato 15 Ottobre 2016, ore 18,30
Palazzo Annibaldeschi – Via Annibaldeschi, 2 – Monte Compatri (Rm)
Ingresso ad offerta – Info: 339.2748814

Alle origini del flauto ottocentesco

A Roma musiche per due flauti e violoncello con il Classic Trio

flauto-monzani2

Flauto a 7 chiavi Monzani & Co (London, circa 1816)

Il 19° secolo è stato per gli strumenti a fiato un’epoca di rapidissime trasformazioni che hanno portato dai modelli ereditati dal periodo pre-classico a quelli moderni, attraverso una progressiva meccanizzazione; in particolare per il flauto questo ha significato radicali modifiche del modello a una chiave sola conosciuto ai tempi di Mozart. Le prime fasi di queste sperimentazioni avvennero a Londra, dove alcuni fabbricanti aggiunsero allo strumento delle chiavi per facilitare l’esecuzione delle note più problematiche e di alcuni trilli. Solo successivamente queste innovazioni presero piede sul continente europeo e influenzarono lo sviluppo del  flauto sistema Boehm, caratterizzato da fori di grandi dimensioni chiusi per mezzo di tamponi fra loro interconnessi.

Il concerto Il Flauto della Rivoluzione proposto dal Classic Trio (Luigi Tufano e Lara Cocca, flauti classici a chiavi – Francesco Sorrentino, Violoncello classico) presenta, con copie di strumenti dell’epoca, una scelta di musiche del periodo fra Settecento e Ottocento in cui questa combinazione strumentale godette di ampia popolarità, testimoniata dal gran numero di composizioni pubblicate a stampa. Il programma prevede la Sonata in si minore di Joseph Haydn, il Trio in Sol maggiore di Johann Christian Bach, il Trio di François Devienne e si conclude con Trio Hob. IV:1 sempre di Haydn, tratto dalla raccolta pubblicata a Londra nel 1794, ancor oggi amatissima dal pubblico e dai musicisti.

Venerdì 9 Settembre 2016 – ore 21
Teatro Studio Keiros – via Padova 38/a – tel. 06 -44238026

flyerflautoclassico

clicca per scaricare la locandina

Al Conservatorio dell’Aquila la IV Settimana di Musica Antica

In programma seminari, classi aperte e laboratori di musica d’insieme

clicca sull’immagine per scaricare la locandina con il programma

Nei giorni dal 16 al 21 maggio 2016 Il Conservatorio di Musica “Alfredo Casella” de L’Aquila organizza la quarta edizione della Settimana di Musica Antica, con un variegato programma rivolto sia a studenti di Conservatorio che a un più ampio pubblico interessato ai repertori musicali storici. Per la parte relativa agli incontri a carattere pratico, nei giorni dal 16 al 19 maggio si terranno classi aperte tenute dai docenti Andrea Coen (Clavicembalo – 16 maggio ore 10-15); Giorgio Matteoli (Flauto dolce -17 maggio ore 13-15,30); Sandro Rancitelli (Basso continuo – 18 e 19 maggio ore 11-13,30); Luigi Tufano (Flauto traversiere – 19 maggio ore 9,30-13,30); Furio Zanasi (Canto rinascimentale e barocco – 19 maggio ore 10-18). Per la musica d’insieme sono previste varie attività, a partire dal concerto degli studenti del Dipartimento di Musica antica del Conservatorio “A. Casella” (ULTIM’ORA: il concerto è stato spostato a venerdì 20 maggio nel pomeriggio dopo la conferenza). La mattina del 18 maggio avrà luogo il laboratorio di Consort di traverse condotto da Luigi Tufano, mentre nei giorni fra il 18 e il 21 maggio si svolgerà l’Atelier di Orchestra Barocca tenuto da Giorgio Matteoli con concerto finale il 21 maggio alle 18 nello splendido Auditorium “Shigeru Ban” del Conservatorio. In programma musiche di J.S. Bach, G. Ph. Telemann, A. Vivaldi, G.B. Pergolesi e A. Caldara.

Parallelamente agli incontri dedicati alla pratica esecutiva, nei giorni 16, 17, 20 e 21 maggio il pubblico potrà assistere a seminari su vari argomenti tenuti da esperti quali Paola Ciarlantini, Marco Pesci, Carlo Boschi, Fabiano Pietrosanti, Barbara Filippi. Nel pomeriggio del 16 maggio è in programma la presentazione del progetto “La via dell’Anima” e la collezione Santini di Münster con interventi di Flavio Colusso, Andrea Coen e Annamaria Bonsante e con la proiezione del film La rete di Santini di Georg Bintrup.

La partecipazione alle classi aperte e all’atelier è gratuita per tutti. La frequenza è valutabile da parte delle Istituzioni di provenienza al fine del riconoscimento di crediti formativi.

Info: tel.  0862-22122 – e.mail: eventi@consaq.it

Aquila-Paper-Concert-Hall-Shigeru-Ban

All’Aquila masterclass e concerti di musica antica

Un’opportunità per tutti gli iscritti ai Conservatori e Istituti Musicali Superiori

Aquila_atelier_2013

Il Conservatorio di Musica “Casella” dell’Aquila – in collaborazione con il Conservatorio di Musica “D’Annunzio” di Pescara – organizza dal 6 al 10 maggio 2013 una settimana di stage e concerti di musica antica. Sono previste masterclass tenute da Olivia Centurioni (Violino barocco, 8-9 maggio), Andrea De Carlo (Viola da gamba e Musica d’insieme, 6-9 maggio), Giorgio Matteoli (Flauto dolce e Orchestra barocca, 6-9 maggio), Pietro Meldolesi (Flauto dolce e Violino barocco, 6-7 maggio), Massimo Salcito (Clavicembalo, 6-9 maggio), Luigi Tufano (Flauto traversiere, 7 e 9 maggio), Furio Zanasi (Canto barocco, 6-9 maggio). Il 9 maggio  concluderà l’atelier un concerto dei corsisti presso l’auditorium del Conservatorio “A. Casella”, con un programma di musiche per orchestra di Vivaldi, Telemann e Haendel.

La partecipazione è gratuita e riservata a tutti gli allievi (dotati di strumento antico o cantanti barocchi) dei Conservatori di Musica e degli Istituti Musicali Superiori. La frequenza del corso è valutabile da parte delle Istituzioni di provenienza al fine del riconoscimento di crediti formativi. Per ogni ulteriore informazione si può contattare la Sig.ra Amalia Presciutti: tel. 086222122 – e.mail: eventi@consaq.it. Il termine per le iscrizioni è il 30 aprile 2013.

All’atelier seguirà, il 10 di maggio alle ore 17,30 nell’Aula Magna del Conservatorio dell’Aquila, un concerto di musiche del primo Seicento italiano eseguite da quattro docenti del Dipartimento di Musica antica del Conservatorio dell’Aquila: Giorgio Matteoli (Flauto dolce), Olivia Centurioni (Violino Barocco), Andrea De Carlo (Viola Da Gamba) e Sandro Rancitelli (Clavicembalo).