Sonate di Bach con fiati al Pontificio Istituto di Musica Sacra

La Selva early windL’ensemble La Selva propone un percorso attraverso le sonorità degli strumenti storici

Come anteprima per la registrazione di un nuovo disco, l’ensemble La Selva propone a Roma presso la sala accademica del Pontificio Istituto di Musica Sacra un programma nato da un idea di Francesco Zimei: una scelta di sonate di Johann Sebastian Bach in cui gli strumenti a fiato hanno un ruolo importante.

Aprono la serie la sinfonia della Cantata Tritt auf die Glaubensbahn BWV 152 (indicata dallo stesso Bach come Concerto à flauto, hautbois, viola d’amour, viola da gamba e basso), e la Trio sonata in SI bemolle maggiore per oboe, flauto e b.c. (da BWV 525). Seguono la Sonata in FA maggiore per flauto dolce e basso continuo BWV 1033 (l’attribuzione a J.S. Bach non è certa) e la Trio sonata in mi minore per oboe d’amore, viola da gamba e b.c. (da BWV 528). Concludono il programma la Trio sonata in DO maggiore per flauto, violino e b.c. (da BWV 1032), la Sonata in mi minore per flauto dolce e basso continuo BWV 1034 e la breve Sonata Canonica in FA maggiore per violino, oboe e b.c. BWV 1040.

La formazione strumentale vede la presenza di strumenti raramente ascoltati quali l’oboe d’amore e la viola d’amore (un prezioso esemplare originale del 1755); gli esecutori saranno Carolina Pace (flauto dolce), Andrea Mion (oboe barocco, oboe d’amore), Valerio Losito (violino barocco, viola d’amore), Andrea Lattarulo (viola da gamba), Rebeca Ferri (violoncello), Michele Carreca (liuto) ed Elisabetta Ferri (clavicembalo).

Domenica 8 Ottobre 2017 – ore 19,00
Sala Accademica del Pontificio Istituto di Musica Sacra 
p.zza s. Agostino 20/a Roma – ingresso libero

 

Immagini e video dal concerto di solidarietà dell’Epifania

A San Lorenzo in Lucina l’Associazione Aramus ha proposto due capolavori di Bach per coro, solisti e orchestra

S_Lorenzo_in_Lucina_5-1-17.jpg

clicca sull’immagine per vedere su YouTube il video della cantata “Wachet auf! Ruft uns die Stimme” BWV 140

 

L’associazione ARAMUS ha promosso lo scorso 5 Gennaio, presso la Basilica di San Lorenzo in Lucina, un concerto finalizzato alla raccolta di fondi da destinare ad acquisti di generi alimentari presso alcune aziende agricole dei Comuni colpiti dal terremoto dell’agosto 2016. Gli alimenti acquistati sono stati donati alla Caritas di Roma.

Sono state eseguite due importanti opere di J.S. Bach, la cantata “Wachet auf, ruft uns die Stimme” BWV 140 e il Magnificat in re maggiore BWV 243, eseguiti dalla Schola Cantorum Santa Maria degli Angeli e da una orchestra con copie di strumenti dell’epoca barocca, sotto la direzione del M° Osvaldo Guidotti. Solisti di canto: Leslie Visco (Soprano I), Angela Bucci (Soprano II), Celeste David (Alto), Pablo Cassiba (Tenore), Roberto Curione (Basso); ricco organico orchestrale con Gabriele Benigni, Gabriele Politi, Giancarlo Ceccacci, Eleonora Savini, Laura Scipioni, Valentina Nicolai, Daniele Viri (Violini), Emanuele Marcante, Gianfranco Russo (Viole), Andrea Fossà, Andrea Lattarulo (Violoncelli), Fabrizio Cardosa (Violone), Antonello Cola, Carolina Pace, Nicola Barbagli (Oboi), Benedetto Ciociola, Chiara Strabioli (Flauti), Andrea Toschi (Fagotto), Domenico Agostini, Andrea Di Mario, Michele Petrignani (Trombe), Michele Camilloni (Timpani), Stefano Giannini (Organo).

Coro, solisti e orchestra per Bach a Roma

Per la sera dell’Epifania l’Associazione Aramus propone un concerto di solidarietà e beneficenza.

locandina-5-1-17

clicca sull’immagine per scaricare la locandina

L’associazione ARAMUS promuove per il prossimo 5 Gennaio un concerto presso la Basilica di San Lorenzo in Lucina finalizzato alla raccolta di fondi da destinare ad acquisti di generi alimentari presso alcune aziende agricole dei Comuni colpiti dal terremoto dell’agosto 2016. Gli alimenti acquistati saranno successivamente donati alla Caritas di Roma.

Il  programma musicale prevede due importanti opere di J.S. Bach, la cantata “Wachet auf, ruft uns die Stimme” BWV 140 e il  Magnificat in re maggiore BWV 243, eseguiti dalla Schola Cantorum Santa Maria degli Angeli e da una orchestra con copie di strumenti dell’epoca barocca, sotto la direzione del M° Osvaldo Guidotti. Solisti di canto saranno Leslie Visco (Soprano I),  Angela Bucci (Soprano II), Celeste David (Alto), Pablo Cassiba (Tenore), Roberto Curione (Basso); l’orchestra prevede un ricco organico con Gabriele Benigni, Gabriele Politi, Giancarlo Ceccacci, Eleonora Savini, Laura Scipioni, Valentina Nicolai, Daniele Viri (Violini), Emanuele Marcante, Gianfranco Russo (Viole), Andrea Fossà, Andrea Lattarulo (Violoncelli), Fabrizio Cardosa (Violone), Antonello Cola, Carolina Pace, Nicola Barbagli (Oboi), Benedetto Ciociola, Chiara Strabioli (Flauti), Andrea Toschi (Fagotto), Domenico Agostini, Andrea Di Mario, Michele Petrignani (Trombe),  Michele Camilloni (Timpani), Stefano Giannini (Organo).

Giovedì 5 Gennaio 2017 – ore 21,00 –Basilica di San Lorenzo in Lucina
P.za San Lorenzo in Lucina – Roma (Metro A Spagna)

Ingresso a offerta – scarica l’invito a questo link.

Immagini da una Roma del Rinascimento

Il servizio fotografico di Marco Mancini sullo spettacolo “Se le donne portassero la spada” all’Oratorio del Gonfalone

Un posto meraviglioso strappato alla storia.
Quattro musicisti, quattro danzatori, due attori e due cantanti.
L’ironia e la leggerezza di una rappresentazione antica ma resa attuale dagli accenti moderni, e la sensazione di essere accompagnato in un viaggio nel tempo a scoprire le feste e i divertimenti dell’epoca…

Marco Mancini

Credits

  • Ideazione e coordinamento: Claudia Celi e Andrea Toschi
  • Attori: Marco Paciotti, Lorenzo Pasquali
  • Danzatori: Francesco Bocchi, Simona Buompadre, Claudia Celi, Paolo Di Segni
  • Musicisti: Angela Bucci (canto), Nando Citarella (canto, chitarra battente, percussioni), Luigino Leonardi (trombone), Carolina Pace (flauto dolce), Angela Paletta (bombarda), Andrea Toschi (fagotto corista, flauto dolce).

Abbiamo voluto dedicare lo spettacolo a Francesco “Moby Dick” Di Giacomo di cui quel 27 febbraio 2014 si era svolto il funerale

Danza, Música y Comedia para un Carnaval romano del Renacimiento

El Jueves 27 de febrero en Roma la nueva producción de “Il Teatro della Memoria”

GONFALONE_web

La maravillosa sala del siglo XVI, ubicada en el Oratorio del Gonfalone, será el escenario que, la noche del así llamado Jueves Lardero, enmarcará la pieza Se le donne portassero la spada – Canti, danze e lazzi nella Roma del Rinascimento, realizada por el ensemble de Il Teatro della Memoria. El tema del Carnaval con sus inversiones de papeles será el leitmotiv para un espectáculo de danza, música y Comedia del arte idealmente situado en la Roma del Renacimiento, lugar de encuentro  de idiomas y tradiciones, donde la cultura áulica se enriquece colorándose de elementos populares.

Durante la noche se alternarán cantos conviviales, músicas y danzas cortesanas y escenas cómicas inspiradas en los escenarios romanos del periodo. Las músicas, ejecutadas con copias de instrumentos de época, incluyen, entre las demás, piezas de Giandomenico del Giovane da Nola, Giovanni Giacomo Gastoldi, Francesco Corteccia, Gabriel Fallamero, Adriano Banchieri, Johann Hieronymus Kapsberger. Las danzas están basadas en la interpretación de los manuales de danza redactados por maestros del Renacimiento como Fabrizio Caroso da Sermoneta y Cesare Negri, y  los trajes utilizados están realizados sobre la base de las fuentes iconográficas de la época.

Esta nueva producción de Il Teatro della Memoria, pensada y coordenada por Claudia Celi y Andrea Toschi ve involucrados a los actores Marco Paciotti y Lorenzo Pasquali, los danzadores Francesco Bocchi, Simona Buompadre, Claudia Celi, Paolo Di Segni, los músicos Angela Bucci (canto), Nando Citarella (canto, chitarra battente, percusiones), Luigino Leonardi (trombón), Carolina Pace (flauta dulce), Angela Paletta (chirimía), Andrea Toschi (bajón, flauta dulce).

Jueves 27 de febrero, horas 21,00 – Oratorio del Gonfalone – via del Gonfalone 32/A – Roma

Billetes: entero €20 – reducido €15 para los inscritos al Blog o a la página Facebook de Il Teatro della Memoria  (para recibir el vale que hay que presentar a la taquilla escribir a esta dirección de correo electrónico:  info@teatrodellamemoria.org)
Reducciones para estudiantes: dos entradas € 16,00

Info y reservas: tel. & fax(+39) 06-6875952 (lunes-viernes. horas 9:30-17) ) info@oratoriogonfalone.com – www.oratoriogonfalone.com

CF9B2840_web

foto Marco Mancini

CF9B2776_web

foto Marco Mancini

CF9B2850_web

foto Marco Mancini

Simona_Francesco

foto Corrado Sacchi

Nando_Citarella

Para ver las fotos sigue este link

Dance, Music and Commedia for a Roman Carnival of the Renaissance

On 27 February in Rome a new production by “Il Teatro della Memoria”

GONFALONE_web

The magnificent 16th century Oratorio del Gonfalone will be the backdrop, on the evening of Giovedì grasso, for the première of Se le donne portassero la spada – Canti, danze e lazzi nella Roma del Rinascimento staged by the Il Teatro della Memoria early dance and music ensemble. The theme of the Carnival with its overturning of roles will be the thread for a show that intermingles dance, music and Commedia dell’arte, ideally placed in the Rome of the Renaissance, a crossroads of languages and traditions where aulic culture is enriched by drawing color from folk elements. The performance will feature convivial songs, court music and dance, together with comic lazzi taken from the scenarios of the Roman Renaissance. The music, performed on replicas of period instruments, will include, among others, pieces by Giandomenico del Giovane da Nola, Giovanni Giacomo Gastoldi, Francesco Corteccia, Gabriel Fallamero, Adriano Banchieri, Johann Hieronymus Kapsberger. The dance numbers, based on the interpretation of the treatises by Italian dance masters such as Fabrizio Caroso da Sermoneta and Cesare Negri, will be performed in costumes designed following contemporary iconographis sources.

The cast for this new production by Il Teatro della Memoria, devised and coordinated by Claudia Celi and Andrea Toschi, includes the actors Marco Paciotti and Lorenzo Pasquali, the dancers Francesco Bocchi, Simona Buompadre, Claudia Celi, Paolo Di Segni, the musicians Angela Bucci (singing), Nando Citarella (singing, chitarra battente, percussion), Luigino Leonardi (trombone), Carolina Pace (recorder), Angela Paletta (shawm), Andrea Toschi (curtal, recorder).

Thursday 27 February – 9,00PM – Oratorio del Gonfalone – via del Gonfalone 32/A – Roma – Italy

Tickets: full price €20 – reduced price €15 for those that are registered with this blog or with the Il Teatro della Memoria Facebook Page (in order to obtain a coupon write us at this address: info@teatrodellamemoria.org)
Special Student reduction: entrance for two persons €16,00

Info and booking: tel. & fax (+39) 06-6875952 (Mon.-Fri. 9:30AM-5PM) info@oratoriogonfalone.com – www.oratoriogonfalone.com

CF9B2840_web

foto Marco Mancini

CF9B2776_web

foto Marco Mancini

CF9B2850_web

foto Marco Mancini

Simona_Francesco

foto Corrado Sacchi

Nando_Citarella

To see the photos from the performance follow this link

Danza, Musica e Commedia per un Carnevale romano del Rinascimento

Giovedì 27 febbraio a Roma la nuova produzione de “Il Teatro della Memoria”

GONFALONE_web

La splendida sala cinquecentesca dell’Oratorio del Gonfalone farà da cornice, la sera di Giovedì grasso, alla performance Se le donne portassero la spada – Canti, danze e lazzi nella Roma del Rinascimento messa in scena dall’ensemble de Il Teatro della Memoria. Il tema del Carnevale con i suoi ribaltamenti di ruolo sarà il filo conduttore per uno spettacolo di danza, musica e Commedia dell’arte idealmente collocato nella Roma del Rinascimento, crocevia di lingue e tradizioni dove la cultura aulica si arricchisce colorandosi di elementi popolari. Nel corso della serata si alterneranno canti conviviali, musiche e danze di corte e lazzi dei comici tratti dagli scenari di ambiente romano del periodo. Le musiche, eseguite su copie di strumenti d’epoca, comprendono – fra gli altri – brani di Giandomenico del Giovane da Nola, Giovanni Giacomo Gastoldi, Francesco Corteccia, Gabriel Fallamero, Adriano Banchieri, Johann Hieronymus Kapsberger. Le danze, basate sull’interpretazione dei manuali di danza redatti dai maestri del Rinascimento quali Fabrizio Caroso da Sermoneta e Cesare Negri, sono eseguite in costumi realizzati sulla base delle fonti iconografiche del tempo.

Questa nuova produzione de Il Teatro della Memoria, ideata e coordinata da Claudia Celi e Andrea Toschi, vede come interpreti gli attori Marco Paciotti e Lorenzo Pasquali, i danzatori Francesco Bocchi, Simona Buompadre, Claudia Celi, Paolo Di Segni, i musicisti Angela Bucci (canto), Nando Citarella (canto, chitarra battente, percussioni), Luigino Leonardi (trombone), Carolina Pace (flauto dolce), Angela Paletta (bombarda), Andrea Toschi (fagotto corista, flauto dolce).

Giovedì 27 febbraio – ore 21,00 – Oratorio del Gonfalone – via del Gonfalone 32/A – Roma

Biglietti: intero €20 – ridotto €15  per gli iscritti al Blog o alla Pagina Facebook de Il Teatro della Memoria (per ricevere il coupon da presentare al botteghino scrivere a questo indirizzo:info@teatrodellamemoria.org)
Riduzione per studenti: due ingressi €16,00

Info e prenotazioni: tel. & fax 06.6875952 (lun.-ven. ore 9:30-17) info@oratoriogonfalone.com – www.oratoriogonfalone.com

CF9B2840_web

foto Marco Mancini

CF9B2776_web

foto Marco Mancini

CF9B2850_web

foto Marco Mancini

Simona_Francesco

foto Corrado Sacchi

Nando_Citarella

Le foto dello spettacolo sono visibili a questo link