La magia del Duduk

Nei Giardini della Filarmonica il Trio Dabaghyan

Dopo la Norvegia e l’Austria, mercoledì 4 luglio la rassegna Nazioni in festa della Filarmonica Romana presenta una giornata – realizzata in collaborazione con l’Ambasciata della Repubblica Armena in Italia – che abbina musica classica e tradizionale dall’Armenia. Si inizia alle 18,00 con la  proiezione di I figli dell’Ararat di Piero Marrazzo, seguito alle 20,00 da La voce dell’Armenia con Lilit Khachatryan (pianoforte) e Agnessa Gyurdzhyan (soprano).

Alle 21,45 si esibisce il Trio Dabaghyan, formato da Gevorg DabaghyanEmmanuel Hovhannisyan (duduk) e Kamo Khachatryan (dhol). La formazione è quella tipica per l’accompagnamento della danza nella tradizione armena con due duduk, aerofoni cilindrici ad ancia doppia, e un dhol, membranofono cilindrico con due pelli tese alle estremità. Secondo l’uso tradizionale uno dei due suonatori di duduk esegue le melodia mentre l’altro realizza il bordone con una nota fissa e il suonatore di dhol fornisce la pulsazione ritmica.

In quest’occasione l’Accademia Filarmonica offre biglietti scontati ai lettori del nostro blog: scrivendo a promozione@filarmonicaromana.org è possibile acquistare il biglietto per il singolo concerto a 8 euro invece di 10; per l’intera giornata Armenia (due concerti) a 15 euro.

Giardini della Filarmonica – Via Flaminia 118 – Roma
4 luglio 2012 dalle ore 18
tel. 06-3201752

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: