Humor Bizzarro 2018: Angela Paletta – Oboe barocco e QiGong

Il programma del corso e il curriculum della docente

angela palettaIl corso è aperto ad amatori e professionisti che vogliano avvicinarsi al repertorio barocco e classico, sia con lo strumento moderno che con quello dell’epoca. Il programma si incentrerà sulle problematiche esecutive ed interpretative e sulla tecnica di costruzione delle ance dell’oboe barocco. Particolare attenzione verrà data allo studio della respirazione con esercizi mirati di QiGong. Le lezioni, individuali e collettive, mirano allo studio del repertorio solistico e cameristico dello strumento, anche in collaborazione con le classi di canto e di danza. Parte dello programma sarà dedicata alle folìas e diferencias di compositori spagnoli del periodo barocco. Sarà possibile concordare un repertorio solistico su proposta degli allievi.

Alcuni strumenti da studio – gentilmente forniti dal costruttore Alberto Ponchio (vedi il sito web Anciuti) – saranno a disposizione degli studenti che non ne avessero uno; si consiglia comunque, se possibile, di portare il proprio. Oboe barocco Alberto Ponchio

Angela Paletta

dopo il diploma in oboe conseguito presso il Conservatorio “A. Boito” di Parma, si è perfezionata con I. Goritzki, P. Pollastri, P.W. Feit, P. Grazzi e A. Mion. Collabora con diverse Orchestre,sia come oboe che come corno inglese, tra cui: Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, Orchestra Sinfonica “G. Verdi” di Milano, Orchestra “Mozart”di Milano (presso la quale ha ricoperto il ruolo di responsabile d’orchestra), Orchestra Filarmonica di Verona, Orchestra del Festival “T. Varga” di Sion (Svizzera), Orchestra Filarmonica di Torino, sotto la guida di direttori e solisti di chiara fama quali H. Schiff, T. Varga, J. Horowitz, G. Cassone, Y. Kless. M. Rogliano, V. Sardelli. Ha al suo attivo numerosi concerti di musica da camera con il Trama Ensemble e con diverse formazioni cameristiche in Italia e all’estero. Dal 2001 collabora come corno inglese e come primo oboe con l’Orchestra Sinfonica di Adria (RO) e con la Silver Symphony di Padova e dal 2006 con l’Orchestra “G. Verdi” di Parma e con l’Orchestra da Camera “F. Gonzaga” di Mantova. Con quest’ultima nel maggio 2010 ha inciso il concerto per oboe e archi di A. Marcello. Molto attiva per quanto riguarda la musica da camera e gli strumenti d’epoca, collabora regolarmente con diversi gruppi di musica antica tra cui l’Accademia di Musica Antica di Bazzano (BO), con l’Orchestra Barocca di Berna e con l’Associazione “Il Teatro della Memoria” di Roma. E’ docente di Oboe presso la Scuola di Musica “Rinaldi” di Reggiolo e l’Associazione Musicale ”Santa Cecilia” di Reggio Emilia.

Informazioni complete sui costi del corso di oboe barocco e scheda d’iscrizione disponibili a questo link.

Humor Bizzarro 2017: Angela Paletta – Baroque oboe and QiGong

Course program and teacher’s curriculum

The course is open to amateurs or professionals who wish to approach the baroque and classical repertory with the period instrument or with the modern one. The program will focus on performing and interpretative aspects and on reed building tecniques. Particular attention will be given to the study of respiration with specially aimed QiGong exercises. Individual and collective classes will aim to the study of the soloistic and chamber repertory of the period, both sacred and profane, possibly in conjunction with singing, dance or theatre classes. It’s possible to agree with the teacher on a special repertory proposed by the student. A limited number of study instruments, kindly supplied by the maker Alberto Ponchio (website www.anciuti.com), will be available for the class; students are therefore advised, if possible, to bring their own instrument.

A limited number of study instruments, kindly supplied by the maker Alberto Ponchio (see the Anciuti website), will be available for the class; students are nonetheless advised, if possible, to bring their own instrument. Oboi_Ponchio_2

ANGELA PALETTA,  after obtaining her diploma in Oboe at the  “A. Boito” Conservatory in Parma, has followed perfecting courses with I. Goritzki, P. Pollastri, P.W. Feit, P. Grazzi and A. Mion. She collaborates, playing both oboe and cor anglais, with several orchestras, among which Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, Orchestra Sinfonica “G. Verdi” in Milan, Orchestra “Mozart” in Milan (where she also been in charge of the orchestra), Orchestra Filarmonica di Verona, Orchestra del Festival “T. Varga” at Sion (Switzerland), Orchestra Filarmonica di Torino, led by distinguished conductors and soloists such as H. Schiff, T. Varga, J. Horowitz, G. Cassone, Y. Kless. M. Rogliano, V. Sardelli. She took part in many chamber concerts with Trama Ensemble and with several ensembles in Italy and abroad. Since 2001 she collaborates as cor anglais and principal oboe with Orchestra Sinfonica di Adria and with Silver Symphony in Padova; since 2006 with Orchestra “G. Verdi” di Parma and Orchestra da Camera “F. Gonzaga” in Mantova. With the latter in May 2010 she has recorded the Concerto per oboe e archi by A. Marcello. She is also often active in the field of performance with period instruments, collaborating regularly with several early music groups among which Accademia di Musica Antica di Bazzano, Orchestra Barocca di Berna and with the “Il Teatro della Memoria” early music and dance company. She teaches Oboe at Scuola di Musica “Rinaldi” in Reggiolo and at Associazione Musicale ”Santa Cecilia” in Reggio Emilia.

Info about workshop costs and registration is available at this link.

Humor Bizzarro 2017: Angela Paletta – Oboe barocco e QiGong

Il programma del corso e il curriculum della docente

paletta2Il corso è aperto ad amatori e professionisti che vogliano avvicinarsi al repertorio barocco e classico, sia con lo strumento moderno che con quello dell’epoca. Il programma si incentrerà sulle problematiche esecutive ed interpretative e sulla tecnica di costruzione delle ance. Particolare attenzione verrà data allo studio della respirazione con esercizi mirati di QiGongLe lezioni, individuali e collettive, mirano allo studio del repertorio solistico e cameristico del periodo, sia nel repertorio sacro che in quello profano in eventuale collaborazione con le classi di canto e di danza nonchè con quella di teatro. Sarà possibile concordare un repertorio solistico su proposta degli allievi.

Alcuni strumenti da studio – gentilmente forniti dal costruttore Alberto Ponchio (vedi il sito web Anciuti) – saranno a disposizione degli studenti che non ne avessero uno; si consiglia comunque, se possibile, di portare il proprio. Oboi_Ponchio_2

Angela Paletta,  dopo il diploma in oboe conseguito presso il Conservatorio “A. Boito” di Parma, si è perfezionata con I. Goritzki, P. Pollastri, P.W. Feit, P. Grazzi e A. Mion. Collabora con diverse Orchestre,sia come oboe che come corno inglese, tra cui: Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, Orchestra Sinfonica “G. Verdi” di Milano, Orchestra “Mozart”di Milano (presso la quale ha ricoperto il ruolo di responsabile d’orchestra), Orchestra Filarmonica di Verona, Orchestra del Festival “T. Varga” di Sion (Svizzera), Orchestra Filarmonica di Torino, sotto la guida di direttori e solisti di chiara fama quali H. Schiff, T. Varga, J. Horowitz, G. Cassone, Y. Kless. M. Rogliano, V. Sardelli. Ha al suo attivo numerosi concerti di musica da camera con il Trama Ensemble e con diverse formazioni cameristiche in Italia e all’estero. Dal 2001 collabora come corno inglese e come primo oboe con l’Orchestra Sinfonica di Adria (RO) e con la Silver Symphony di Padova e dal 2006 con l’Orchestra “G. Verdi” di Parma e con l’Orchestra da Camera “F. Gonzaga” di Mantova. Con quest’ultima nel maggio 2010 ha inciso il concerto per oboe e archi di A. Marcello. Molto attiva per quanto riguarda la musica da camera e gli strumenti d’epoca, collabora regolarmente con diversi gruppi di musica antica tra cui l’Accademia di Musica Antica di Bazzano (BO), con l’Orchestra Barocca di Berna e con l’Associazione “Il Teatro della Memoria” di Roma. E’ docente di Oboe presso la Scuola di Musica “Rinaldi” di Reggiolo e l’Associazione Musicale ”Santa Cecilia” di Reggio Emilia.

Informazioni complete sui costi del corso e scheda d’iscrizione disponibili a questo link.

Humor Bizzarro 2016: Angela Paletta – Oboe barocco e QiGong

Il programma del corso e il curriculum della docente

Il corso è aperto ad amatori e professionisti che vogliano avvicinarsi al repertorio barocco e classico, sia con lo strumento moderno che con quello dell’epoca. Il programma si incentrerà sulle problematiche esecutive ed interpretative e sulla tecnica di costruzione delle ance. Particolare attenzione verrà data allo studio della respirazione con esercizi mirati di QiGongLe lezioni, individuali e collettive, mirano allo studio del repertorio solistico e cameristico del periodo, sia nel repertorio sacro che in quello profano in eventuale collaborazione con le classi di canto e di danza nonchè con quella di teatro. Sarà possibile concordare un repertorio solistico su proposta degli allievi. Alcuni strumenti da studio – gentilmente forniti dal costruttore Alberto Ponchio – saranno a disposizione degli studenti che non ne avessero uno; si consiglia comunque, se possibile, di portare il proprio.

Angela Paletta,  dopo il diploma in oboe conseguito presso il Conservatorio “A. Boito” di Parma, si è perfezionata con I. Goritzki, P. Pollastri, P.W. Feit, P. Grazzi e A. Mion. Collabora con diverse Orchestre,sia come oboe che come corno inglese, tra cui: Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, Orchestra Sinfonica “G. Verdi” di Milano, Orchestra “Mozart”di Milano (presso la quale ha ricoperto il ruolo di responsabile d’orchestra), Orchestra Filarmonica di Verona, Orchestra del Festival “T. Varga” di Sion (Svizzera), Orchestra Filarmonica di Torino, sotto la guida di direttori e solisti di chiara fama quali H. Schiff, T. Varga, J. Horowitz, G. Cassone, Y. Kless. M. Rogliano, V. Sardelli. Ha al suo attivo numerosi concerti di musica da camera con il Trama Ensemble e con diverse formazioni cameristiche in Italia e all’estero. Dal 2001 collabora come corno inglese e come primo oboe con l’Orchestra Sinfonica di Adria (RO) e con la Silver Symphony di Padova e dal 2006 con l’Orchestra “G. Verdi” di Parma e con l’Orchestra da Camera “F. Gonzaga” di Mantova. Con quest’ultima nel maggio 2010 ha inciso il concerto per oboe e archi di A. Marcello. Molto attiva per quanto riguarda la musica da camera e gli strumenti d’epoca, collabora regolarmente con diversi gruppi di musica antica tra cui l’Accademia di Musica Antica di Bazzano (BO), con l’Orchestra Barocca di Berna e con l’Associazione “Il Teatro della Memoria” di Roma. E’ docente di Oboe presso la Scuola di Musica “Rinaldi” di Reggiolo e l’Associazione Musicale ”Santa Cecilia” di Reggio Emilia.

Informazioni complete sui costi del corso e scheda d’iscrizione disponibili a questo link.

Humor Bizzarro 2015: Angela Paletta – Baroque oboe and QiGong

Course program and teacher’s curriculum

The course is open to amateurs or professionals who wish to approach the baroque and classical repertory with the period instrument or with the modern one. The program will focus on performing and interpretative aspects and on reed building tecniques. Particular attention will be given to the study of respiration with specially aimed QiGong exercises. Individual and collective classes will aim to the study of the soloistic and chamber repertory of the period, both sacred and profane, possibly in conjunction with singing, dance or theatre classes. It’s possible to agree with the teacher on a special repertory proposed by the student. A limited number of study instruments, kindly supplied by the maker Alberto Ponchio (website www.anciuti.com), will be available for the class; students are therefore advised, if possible, to bring their own instrument.

Angela Paletta,  after obtaining her diploma in Oboe at the  “A. Boito” Conservatory in Parma, has followed perfecting courses with I. Goritzki, P. Pollastri, P.W. Feit, P. Grazzi and A. Mion. She collaborates, playing both oboe and cor anglais, with several orchestras, among which Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, Orchestra Sinfonica “G. Verdi” in Milan, Orchestra “Mozart” in Milan (where she also been in charge of the orchestra), Orchestra Filarmonica di Verona, Orchestra del Festival “T. Varga” at Sion (Switzerland), Orchestra Filarmonica di Torino, led by distinguished conductors and soloists such as H. Schiff, T. Varga, J. Horowitz, G. Cassone, Y. Kless. M. Rogliano, V. Sardelli. She took part in many chamber concerts with Trama Ensemble and with several ensembles in Italy and abroad. Since 2001 she collaborates as cor anglais and principal oboe with Orchestra Sinfonica di Adria and with Silver Symphony in Padova; since 2006 with Orchestra “G. Verdi” di Parma and Orchestra da Camera “F. Gonzaga” in Mantova. With the latter in May 2010 she has recorded the Concerto per oboe e archi by A. Marcello. She is also often active in the field of performance with period instruments, collaborating regularly with several early music groups among which Accademia di Musica Antica di Bazzano, Orchestra Barocca di Berna and with the “Il Teatro della Memoria” early music and dance company. She teaches Oboe at Scuola di Musica “Rinaldi” in Reggiolo and at Associazione Musicale ”Santa Cecilia” in Reggio Emilia.

Info on the workshop costs and registration is available at this link.

Humor Bizzarro 2015: Angela Paletta – Oboe barocco e QiGong

Il programma del corso e il curriculum della docente

Il corso è aperto ad amatori e professionisti che vogliano avvicinarsi al repertorio barocco e classico, sia con lo strumento moderno che con quello dell’epoca. Il programma si incentrerà sulle problematiche esecutive ed interpretative e sulla tecnica di costruzione delle ance. Particolare attenzione verrà data allo studio della respirazione con esercizi mirati di QiGongLe lezioni, individuali e collettive, mirano allo studio del repertorio solistico e cameristico del periodo, sia nel repertorio sacro che in quello profano in eventuale collaborazione con le classi di canto e di danza nonchè con quella di teatro. Sarà possibile concordare un repertorio solistico su proposta degli allievi. Alcuni strumenti da studio – gentilmente forniti dal costruttore Alberto Ponchio – saranno a disposizione degli studenti che non ne avessero uno; si consiglia comunque, se possibile, di portare il proprio.

Angela Paletta,  dopo il diploma in oboe conseguito presso il Conservatorio “A. Boito” di Parma, si è perfezionata con I. Goritzki, P. Pollastri, P.W. Feit, P. Grazzi e A. Mion. Collabora con diverse Orchestre,sia come oboe che come corno inglese, tra cui: Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, Orchestra Sinfonica “G. Verdi” di Milano, Orchestra “Mozart”di Milano (presso la quale ha ricoperto il ruolo di responsabile d’orchestra), Orchestra Filarmonica di Verona, Orchestra del Festival “T. Varga” di Sion (Svizzera), Orchestra Filarmonica di Torino, sotto la guida di direttori e solisti di chiara fama quali H. Schiff, T. Varga, J. Horowitz, G. Cassone, Y. Kless. M. Rogliano, V. Sardelli. Ha al suo attivo numerosi concerti di musica da camera con il Trama Ensemble e con diverse formazioni cameristiche in Italia e all’estero. Dal 2001 collabora come corno inglese e come primo oboe con l’Orchestra Sinfonica di Adria (RO) e con la Silver Symphony di Padova e dal 2006 con l’Orchestra “G. Verdi” di Parma e con l’Orchestra da Camera “F. Gonzaga” di Mantova. Con quest’ultima nel maggio 2010 ha inciso il concerto per oboe e archi di A. Marcello. Molto attiva per quanto riguarda la musica da camera e gli strumenti d’epoca, collabora regolarmente con diversi gruppi di musica antica tra cui l’Accademia di Musica Antica di Bazzano (BO), con l’Orchestra Barocca di Berna e con l’Associazione “Il Teatro della Memoria” di Roma. E’ docente di Oboe presso la Scuola di Musica “Rinaldi” di Reggiolo e l’Associazione Musicale ”Santa Cecilia” di Reggio Emilia.

Informazioni complete sui costi del corso e scheda d’iscrizione disponibili a questo link.

Los docentes de la edición 2014: Angela Paletta – Oboe barroco y QiGong

El curso está abierto a aficionados y profesionales que quieran acercarse al repertorio barroco y clásico, con el instrumento moderno o con el de la época. El programa se centrará en las problemáticas ejecutivas e interpretativas e en la técnica de construcción de las lengüetas. Las clases, individuales y de grupo, apuntan al estudio del repertorio solista y de cámara del periodo, tanto en el repertorio sacro como en lo profano en eventuales colaboraciones con las clases de canto y danza, además de la de teatro. Será posible acordar un repertorio solista bajo propuesta de los alumnos. Algunos instrumentos para el estudio estarán a disposición de los estudiantes que no tuvieran ninguno; sin embargo se recomienda, posiblemente, de llevar su propio instrumento.

Angela Paletta,  tras el diploma en Oboe conseguido en el Conservatorio “A. Boito” de Parma, se ha perfeccionado con I. Goritzki, P. Pollastri, P. W. Feit, P. Grazzi y A. Mion. Colabora con diferentes orquestas, tanto como Oboe que como corno inglés, entre ellos: Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, Orchestra Sinfonica G. Verdi di Milano, Orchestra Mozart de Milán (de que ha sido responsable), Orchestra Filarmonica de Verona, Orchestra del Festival “T. Varga” de Sion (Svizzera), Orchestra Filarmonica di Torino, bajo la dirección de ilustres directores y solistas como H. Schiff, T. Varga, J. Horowitz, G. Cassone, Y. Kless. M. Rogliano, V. Sardelli.Ha realizado numerosos conciertos de música de cámara con el Trama Ensemble y con varias formaciones camarísticas en Italia y en el extranjero. Desde 2001 colabora como Corno inglés y como primer Oboe con la Orchestra Sinfonica di Adria (RO), y con la Silver Symphony de Padua y desde 2006 con la Orchestra G. Verdi de Parma y con la Orchestra da Camera ‘F. Gonzaga’ de Mantua. Con esta, ha grabado en mayo de 2010 el concierto para oboe y arcos de A. Marcello. Muy activa en el mundo de la música de cámara y los instrumentos de época, colabora regularmente con distintos grupos de música antigua entre los cuales cabe destacar la Accademia di Musica Antica de Bazzano (Bolonia), la Orchestra Barocca de Berna y la asociación Il Teatro della Memoria de Roma. Es docente de Oboe en la Scuola di Musica “Rinaldi” di Reggiolo y en la Associazione Musicale “Santa Cecilia” de Reggio Emilia.

Descargar reglamento y quotas del taller.

The teachers of the 2014 edition: Angela Paletta – Baroque oboe and QiGong

The course is open to amateurs or professionals who wish to approach the baroque and classical repertory with the period instrument or with the modern one. The program will focus on performing and interpretative aspects and on reed building tecniques. Particular attention will be given to the study of respiration with specially aimed QiGong exercises. Individual and collective classes will aim to the study of the soloistic and chamber repertory of the period, both sacred and profane, possibly in conjunction with singing, dance or theatre classes. It’s possible to agree with the teacher on a special repertory proposed by the student. A limited number of study instruments, kindly supplied by the maker Alberto Ponchio, will be available for the class; students are therefore advised, if possible, to bring their own instrument.

ANGELA PALETTA,  after obtaining her diploma in Oboe at the  “A. Boito” Conservatory in Parma, has followed perfecting courses with I. Goritzki, P. Pollastri, P.W. Feit, P. Grazzi and A. Mion. She collaborates, playing both oboe and cor anglais, with several orchestras, among which Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, Orchestra Sinfonica “G. Verdi” in Milan, Orchestra “Mozart” in Milan (where she also been in charge of the orchestra), Orchestra Filarmonica di Verona, Orchestra del Festival “T. Varga” at Sion (Switzerland), Orchestra Filarmonica di Torino, led by distinguished conductors and soloists such as H. Schiff, T. Varga, J. Horowitz, G. Cassone, Y. Kless. M. Rogliano, V. Sardelli. She took part in many chamber concerts with Trama Ensemble and with several ensembles in Italy and abroad. Since 2001 she collaborates as cor anglais and principal oboe with Orchestra Sinfonica di Adria and with Silver Symphony in Padova; since 2006 with Orchestra “G. Verdi” di Parma and Orchestra da Camera “F. Gonzaga” in Mantova. With the latter in May 2010 she has recorded the Concerto per oboe e archi by A. Marcello. She is also often active in the field of performance with period instruments, collaborating regularly with several early music groups among which Accademia di Musica Antica di Bazzano, Orchestra Barocca di Berna and with the “Il Teatro della Memoria” early music and dance company. She teaches Oboe at Scuola di Musica “Rinaldi” in Reggiolo and at Associazione Musicale ”Santa Cecilia” in Reggio Emilia.

Info on the workshop costs and registration is available at this link.

I docenti dell’edizione 2014: Angela Paletta – Oboe barocco e QiGong

Il corso è aperto ad amatori e professionisti che vogliano avvicinarsi al repertorio barocco e classico, sia con lo strumento moderno che con quello dell’epoca. Il programma si incentrerà sulle problematiche esecutive ed interpretative e sulla tecnica di costruzione delle ance. Particolare attenzione verrà data allo studio della respirazione con esercizi mirati di QiGong. Le lezioni, individuali e collettive, mirano allo studio del repertorio solistico e cameristico del periodo, sia nel repertorio sacro che in quello profano in eventuale collaborazione con le classi di canto e di danza nonchè con quella di teatro. Sarà possibile concordare un repertorio solistico su proposta degli allievi. Alcuni strumenti da studio – gentilmente forniti dal costruttore Alberto Ponchio – saranno a disposizione degli studenti che non ne avessero uno; si consiglia comunque, se possibile, di portare il proprio.

Angela Paletta,  dopo il diploma in oboe conseguito presso il Conservatorio “A. Boito” di Parma, si è perfezionata con I. Goritzki, P. Pollastri, P.W. Feit, P. Grazzi e A. Mion. Collabora con diverse Orchestre,sia come oboe che come corno inglese, tra cui: Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, Orchestra Sinfonica “G. Verdi” di Milano, Orchestra “Mozart”di Milano (presso la quale ha ricoperto il ruolo di responsabile d’orchestra), Orchestra Filarmonica di Verona, Orchestra del Festival “T. Varga” di Sion (Svizzera), Orchestra Filarmonica di Torino, sotto la guida di direttori e solisti di chiara fama quali H. Schiff, T. Varga, J. Horowitz, G. Cassone, Y. Kless. M. Rogliano, V. Sardelli. Ha al suo attivo numerosi concerti di musica da camera con il Trama Ensemble e con diverse formazioni cameristiche in Italia e all’estero. Dal 2001 collabora come corno inglese e come primo oboe con l’Orchestra Sinfonica di Adria (RO) e con la Silver Symphony di Padova e dal 2006 con l’Orchestra “G. Verdi” di Parma e con l’Orchestra da Camera “F. Gonzaga” di Mantova. Con quest’ultima nel maggio 2010 ha inciso il concerto per oboe e archi di A. Marcello. Molto attiva per quanto riguarda la musica da camera e gli strumenti d’epoca, collabora regolarmente con diversi gruppi di musica antica tra cui l’Accademia di Musica Antica di Bazzano (BO), con l’Orchestra Barocca di Berna e con l’Associazione “Il Teatro della Memoria” di Roma. E’ docente di Oboe presso la Scuola di Musica “Rinaldi” di Reggiolo e l’Associazione Musicale ”Santa Cecilia” di Reggio Emilia.

Informazioni complete sui costi del corso e scheda d’iscrizione disponibili a questo link.

Il Qigong esterno

di Angela Paletta

Qigong, energia e vita: esercizi preliminari per il benessere di anima e corpo

Qigong_esterno_1La medicina cinese tradizionale (MTC) indica tre fonti di sostentamento per il nostro benessere:

  1. energie celesti, ovvero esterne al nostro corpo
  2. energie ereditarie, ovvero quelle trasmesse secondo la memoria ereditaria dei geni
  3. energie nutritive, ovvero respiro e cibo.

La qualità e l’unione di questi elementi fa sì che si possa restare in salute e in armonia : il nostro corpo è percorso da una sorta di “canali di irrigazione” chiamati meridiani, che rendono possibile la circolazione delle energie in modo continuo.

I tronchi principali scorrono lungo l’intero perimetro del corpo in modo simmetrico, mentre i collaterali sono  le diramazioni che raggiungono tutte le zone periferiche e gli organi: in genere sono denominati Dodici Canali quelli regolari e Otto Canali Meravigliosi i collaterali.

I tre focolari o Dantian invece sono conginuzioni o punti di unione:

  1. il superiore è situato nella gabbia toracica con limite inferiore nel diaframma: qui agiscono in simbiosi il cuore e i polmoni. Ha il compito di assimilare in generale l’energia dell’aria.
  2. il medio ha limite superiore nel diaframma e inferiormente da una linea immaginaria posta all’altezza dell’ombelico (fonte centrale del respiro per la MTC) : in questo spazio sono inclusi fegato e milza. Ha il compito di estrarre e assimilare l’energia degli alimenti.
  3. l’inferiore è situato nel basso ventre, tra ombelico e pube : comprende intestino, reni e organi riproduttivi. Ha il compito di conservare e distribuire l’energia originaria o ancestrale.

La vita umana è legata allo scorrere continuo di due diversi tipi di energie : una che scorre dall’interno verso l’esterno e l’altra che fa percorso inverso e che ci proviene dall’ambiente esterno, ovvero da aria ed alimenti.

Il Qigong è ritenuto essenziale per coltivare e nutrire il proprio corpo, mantenerlo in salute e per impedire il manifestarsi di malattie dovute allo squilibrio di questo sistema energetico.

Alcuni esercizi di Quigong esterno

Il controllo della postura è il punto di partenza della disciplina denominata “esterna” perchè implica l’utilizzo di movimento ed esercizi di coordinazione anche muscolare ed è visibile esteriormente: il respiro che accompagnerà questi esercizii sarà costante e continuo senza tensioni interne né esterne: la regolazione dello stesso, mantenendo espirazione ed inspirazione perfettamente uguali in lunghezza ed intensità porterà ad un’ immediata sensazione di quiete e benessere.

Si inspirerà ed espirerà esclusivamente dal naso, facendo particolare attenzione a quel che succede nel nostro corpo, dopo aver controllato che la postura acquisita sia corretta: il respiro diaframmatico-addominale è quello consigliato, sentendo ventre ed addome che si riempiono d’aria, gonfiandosi durante l’inspirazione e si svuotano durante l’espirazione, seguendo il tragitto compiuto all’interno dell’apparato respiratorio.

La qualità del respiro è controllabile tramite il suono prodotto dallo stesso, che deve essere dolce e continuo, senza interruzioni ed affievolimenti che denuncerebbero atonie, né sibili che invece son sintomi di contratture e strozzature muscolari.

Il Palo

qigong_baseE’ nominato in questo modo perché si pratica in piedi. Consiste nel trovare un atteggiamento rilassato, coi piedi aperti e separati alla stessa distanza delle spalle: si porta l’attenzione ai diversi punti del corpo, partendo dalla corretta distribuzione del proprio peso sulla pianta dei piedi. le ginocchia non saranno rigide e il bacino deve necessariamente essere perpendicolare al terreno, lenza nessun tipo di inclinazione.
Busto eretto morbidamente, spalle lasciate ricadere verso il basso e braccia abbandonate lungo i fianchi; testa e collo eretti, come appesi ad un filo proveniente dall’alto, mascella e mandibola rilassate, occhi semichiusi. Mento abbassato verso lo sterno.
Il filo, che visualizzeremo passare attraverso tutto il nostro corpo, partendo da terra verso il cielo, tirerà gentilmente nelle due direzioni opposte mantenendoci in perfetto equilibrio e come sospesi, scaricando la tensione del bacino ed allungando la colonna vertebrale.

Seduti

lotoPer il rilassamento in questa posizione è preferibile usare un sedile rigido, con o senza spalliera: i piedi sono appoggiato perfettamente a terra, le ginocchia distanziate in modo che le gambe formino un angolo retto e che il peso scarichi uniformemente sulle piante dei piedi.

E’ importante mantenere la schiena dritta, partendo dal bacino e passando attraverso il busto per arrivare alla cima del capo. Le braccia saranno piegate in modo morbido, le mani appoggiate vicino alle ginocchia o posate vicino all’addome coi palmi rivolti verso l’alto, una dentro l’altra alla maniera orientale.

gru_sedutaE’ possibile praticare anche seduti su cuscini, a terra e la posizione sarà quella del loto o semiloto, a gambe incrociate, fino a raggiungere quello della gru ( in ginocchio, seduti sui talloni)

Sdraiati

Questo sistema offre più soluzioni, anche se è sempre opportuno usare un supporto rigido come un tatami, un tappeto o il pavimento ed utilizzando un cuscino basso e non morbido per sostenere la testa e la cervicale.
quigong_esterno_2

  1. posizione supina: gambe divaricate, equidistanti dalla linea immaginaria che visualizziamo e che attraversa il nostro corpo, la colonna vertebrale è distesa ma non rigida, il collo allungato ed il mento verso lo sterno, le spalle rilasciate a contatto col terreno o col piano d’appoggio, le braccia equidistanti con le mani a palmo ingiù preferibilmente, o poggiate sulle ossa iliache (in questo caso porre due cuscini sotto i gomiti). Nessuna tensione, nessun irrigidimento devono essere presenti per avere il massimo del risultato.
  2. posizione sul fianco: meglio il destro per evitare la pressione del fegato sugli altri organi. Capita infatti che si prendano posture errate senza pensare al danno effettivo che si può arreare al nostro fisico, bisogna fare attenzione a ogni piccolo particolare. Piegare il braccio destro per portare la mano a sostenere il viso, mentre il sinistro sarà lasciato disteso lungo il fianco, con la mano appoggiata sulla coscia o all’anca. La gamba destra pure sarà stesa, mentre la sinistra sarà piegata in modo da avere il piede nell’incavo del ginocchio destro.

Se dovessero verificarsi tensioni durante gli esercizio di respirazione posturale, con le pratiche di rilassamento si imparerà a indirizzare via via l’energia sui muscoli contratti in modo da correggerne i difetti.