Humor Bizzarro 2018 – Ilaria Sainato: “L’Entrée espagnole” – Danze e contraddanze del XVII-XVIII secolo tra Francia e Spagna e Seminario di Gestualità retorica

I programmi e il curriculum della docente

Ilaria Sainato gestualità retorica
L’Entrée espagnole – Danze e contraddanze del XVII-XVIII secolo tra Francia e Spagna

Il matrimonio di Luigi XIV e l’Infanta Maria Teresa di Spagna (1660) accresce nella corte francese l’influenza della cultura spagnola che rapidamente si manifesta anche nella musica e nella danza. La presenza a corte de “Les Comédiens de la Reine” (una troupe di attori/danzatori/musicisti spagnoli arrivata al seguito della neo-regina) induce Jean-Baptiste Lully ad includere nei suoi Balletti elementi caratteristici dello “stile spagnolo”. Attraverso le coreografie riportate nelle raccolte Feuillet indagheremo perciò le corrispondenze, i prestiti e le influenze coreografiche e musicali tra Francia e Spagna.

Il corso è rivolto a danzatori, musicisti e a chiunque abbia interesse a conoscere o approfondire la tecnica della danza barocca. Le lezioni, teorico-pratiche, prevedono riscaldamento e tecnica coreutica di base, studio delle coreografie (ricostruite principalmente dalla notazione Beauchamp–Feuillet), cenni sulla trattatistica coreutica coeva al repertorio studiato. Una parte delle lezioni sarà dedicata ad approfondire questioni riguardanti le fonti, la notazione, il repertorio coreografico. Durante lo studio delle coreografie, particolare attenzione sarà rivolta alla connessione e integrazione musica-danza e alle problematiche legate all’esecuzione della musica per danza. Le coreografie da studiare verranno scelte dall’insegnante in base al livello e alle esigenze degli iscritti.

Seminario di Gestualità retorica

Il seminario si rivolge a cantanti, danzatori, attori, musicisti e a tutti coloro che si interessano al repertorio del teatro con musica dei secoli XVII-XVIII e offre agli allievi un ulteriore strumento di interpretazione di tale repertorio tramite l’approfondimento teorico-pratico delle caratteristiche del teatro barocco e del gesto retorico e di temi quali la prossemica teatrale, i ruoli, i caratteri e i personaggi tipici, la teoria degli affetti.

Ilaria Sainato

si è laureata presso la Facoltà di Musicologia dell’Università degli studi di Pavia-Cremona, con una tesi in filologia sulla danza italiana del Quattrocento. Ha studiato danza rinascimentale e danza barocca con Veronique Daniels, Barbara Sparti, Deda Cristina Colonna, Ana Yepes. Insegna danza rinascimentale presso la Scuola di Musica Antica di Venezia e tiene corsi e seminari teorico-pratici presso scuole, istituzioni e associazioni italiane e straniere. Realizza spettacoli sulla danza dei secoli XV-XVII in collaborazione con numerosi ensembles e compagnie, in particolare con La Girometta, si occupa della ricostruzione del repertorio di danza italiana del Quattrocento e Cinquecento dalle fonti trattatistiche e dalle loro concordanze musicali.

Ha esteso la sua ricerca ai problemi di ricostruzione dello spettacolo teatrale con musica nei secoli XVII e XVIII, in particolare per quanto riguarda allestimento e gestualità, collaborando a diverse produzioni teatrali, tra le quali: Don Giovanni di W. A. Mozart, Il Ballo delle Ingrate di C. Monteverdi, La Fida Ninfa di A. Vivaldi, Atalanta Fugiens di M. Maier, Flavio Cuniberto di G. D. Partenio di cui ha curato la regia. E’ stata assistente alla regia per: Mulier Fortis di J. B. Staut, The Fairy Queen di E. Purcell e Così fan tutte di W. A. Mozart per la regia di Deda Cristina Colonna, Madama Butterfly e Turandot di G. Puccini, regia di Hiroki Ihara, Rigoletto di G. Verdi, regia di Ivan Stefanutti, Sonnambula di V.Bellini, regia di Stefano Vizioli. Collabora con As.Li.Co. – Teatro Sociale di Como come Direttore di palcoscenico.

Informazioni complete sui costi del corso e scheda d’iscrizione disponibili a questo link.

Humor Bizzarro 2018: i programmi

Humor Bizzarro 2018 programmi

XVII Edizione – Roma 28 luglio-5 agosto 2018

Corsi, concerti e laboratori a cura di
Il Teatro della Memoria (dir. artistica: Claudia Celi e Andrea Toschi)

Programmi

Colori, suoni, danze della cultura iberica o da essa influenzati pervaderanno il workshop internazionale L’Humor Bizzarro giunto alla XVII edizione. I corsi e i laboratori, anche quest’anno ospitati nei locali della storica Scuola Popolare di Musica di Testaccio, si concluderanno con lo spettacolo finale, frutto dell’interazione fra allievi e docenti e aperto alla cittadinanza.

Programmi di Canto e Strumento

Parte integrante dei corsi di strumento è la Pratica di Musica d’Insieme, di Accompagnamento alla danza e la partecipazione gratuita al Seminario di Qi Gong. Per gli iscritti al corso di Canto sono inoltre previste lezioni di Gestualità retorica espressamente concepite in relazione ai brani vocali da eseguire e la partecipazione gratuita al Seminario di Qi Gong.

Canto rinascimentale e barocco – docente Rosanna Rossoni

Il corso è rivolto a tutte le persone interessate allo studio degli aspetti psicomotori legati all’emissione vocale e agli aspetti stilistici ed interpretativi nella musica dal Rinascimento al Barocco. Unitamente al repertorio italiano, una particolare attenzione sarà rivolta ai repertori spagnoli; è comunque possibile proporre brani da concordare con la docente. Sono previste lezioni individuali e collettive. È inoltre possibile, per gruppi vocali da camera già formati, approfondire con la docente gli aspetti tecnici della pratica d’insieme. Il corso verrà integrato da lezioni di Gestualità retorica.

Flauto Dolce – docente Marco Rosa Salva

Cancioneros de Palacio e de la Colombina – Musica in Spagna tra Quattrocento e Cinquecento.
Le due grandi raccolte manoscritte tramandano le musiche in uso nella corte dei Re Cattolici negli anni della Reconquista. Villancicos, romances e ensaladas testimoniano le commistioni di questo affascinante repertorio, tra polifonia fiamminga e influenze melodiche e ritmiche della musica araba. Il corso di flauto dolce è aperto ad allievi di ogni livello. Il corso prevede lezioni individuali e di ensemble su strumenti copie di originali (all’occorrenza alcuni strumenti saranno messi a disposizione dei corsisti). Gli allievi potranno in ogni caso proporre per le loro lezioni individuali brani di propria scelta, anche non attinenti l’argomento principale del corso.

Liuto rinascimentale, Tiorba e Chitarra barocca – docente Francesco Tomasi

Il corso è aperto sia ai principianti che agli allievi più avanzati. Verrà approfondito il tema della Spagna con l’analisi e l’esecuzione di brani solistici di Francesco da Milano, Vincenzo Capirola e Joanambrosio Dalza. Verranno discussi gli aspetti tecnici e interpretativi del repertorio del liuto rinascimentale, della tiorba e della chitarra barocca. Oltre alle lezioni singole di repertorio solistico sullo strumento, verrà dato ampio spazio alla musica d’insieme, sia vocale che strumentale, con approfondimenti sulla realizzazione del basso continuo. Sono ammessi anche gli studenti di chitarra classica desiderosi di approfondire il repertorio antico sul loro strumento.

Oboe barocco – docente Angela Paletta

Il corso è aperto ad amatori e professionisti che vogliano avvicinarsi al repertorio barocco e classico, sia con lo strumento moderno che con quello dell’epoca. Il programma si incentrerà sulle problematiche esecutive ed interpretative e sulla tecnica di costruzione delle ance. Particolare attenzione verrà data allo studio della respirazione con esercizi mirati di QiGong. Le lezioni, individuali e collettive, mirano allo studio del repertorio solistico e cameristico dello strumento, anche in collaborazione con le classi di canto e di danza.  Parte dello programma sarà dedicata alle folìasdiferencias di compositori spagnoli del periodo barocco. Sarà comunque possibile concordare altri brani su proposta degli allievi.

Trombone rinascimentale e barocco – docente Ercole Nisini

Il corso si rivolge a strumentisti di tutti i livelli: amatori, studenti, professionisti e trombonisti che vogliono approfondire lo studio con strumenti d’epoca o che vogliono avvicinarsi alla prassi esecutiva del periodo. Il corso si concentrerà sull’analisi della musica strumentale e alle danze del XVI e XVII secolo. Lo studio e l’esecuzione del repertorio solistico, con consort di tromboni e trombone con altri strumenti, focalizzato all’accompagnamento delle danze, saranno alla base del corso. Tema di studio saranno anche le tecniche esecutive dell’epoca (diminuzioni, articolazioni), l’analisi dei trattati del periodo (stampe originali) con studi pratici da eseguire con lo strumento.

Accompagnamento al Cembalo – docente Paolo Tagliapietra

Armonia al cembalo per principianti. Preparazione all’esecuzione estemporanea di brevi accompagnamenti su basso numerato. Applicazione pratica ai brani studiati nei corsi di canto, strumento e musica d’insieme, finalizzata alla partecipazione al concerto finale. L’allievo deve essere a conoscenza dei rudimenti di tecnica della tastiera, nonché di una discreta pratica dei collegamenti armonici elementari.

Programmi di Danza storica, Gestualità retorica e Qi Gong

Per tutti gli iscritti ai corsi di danza è prevista la partecipazione gratuita al Seminario di Qi Gong.

Balli, passeggi e mutanze al modo di Madriglia – Danze fra Cinquecento e Seicento –
docente Claudia Celi

Il corso – rivolto a danzatori, attori e musicisti – è aperto ad allievi di tutti i livelli e prevede lo studio tecnico dei passi di base e l’apprendimento di coreografie di influenza spagnola tratte dai manuali di danza italiani del tempo. Come consueto, le lezioni verranno coordinate con il lavoro delle classi di strumento per la realizzazione del saggio-spettacolo.

L’Entrée espagnole – Danze e contraddanze del XVII-XVIII secolo tra Francia e Spagna –
docente Ilaria Sainato

Il matrimonio di Luigi XIV e l’Infanta Maria Teresa di Spagna (1660) accresce nella corte francese l’influenza della cultura spagnola che rapidamente si manifesta anche nella musica e nella danza. La presenza a corte de “Les Comédiens de la Reine” (una troupe di attori/danzatori/musicisti spagnoli arrivata al seguito della neo-regina) induce Jean-Baptiste Lully ad includere nei suoi Balletti elementi caratteristici dello “stile spagnolo”. Attraverso le coreografie riportate nelle raccolte Feuillet indagheremo perciò le corrispondenze, i prestiti e le influenze coreografiche e musicali tra Francia e Spagna.

Il corso è rivolto a danzatori, musicisti e a chiunque abbia interesse a conoscere o approfondire la tecnica della danza barocca. Le lezioni, teorico-pratiche, prevedono riscaldamento e tecnica coreutica di base, studio delle coreografie (ricostruite principalmente dalla notazione Beauchamp–Feuillet), cenni sulla trattatistica coreutica coeva al repertorio studiato. Una parte delle lezioni sarà dedicata ad approfondire questioni riguardanti le fonti, la notazione, il repertorio coreografico. Durante lo studio delle coreografie, particolare attenzione sarà rivolta alla connessione e integrazione musica-danza e alle problematiche legate all’esecuzione della musica per danza.
Le coreografie da studiare verranno scelte dall’insegnante in base al livello e alle esigenze degli iscritti.

Fandanghi e quadriglie nelle sale dell’Ottocento – Danze di Società del XIX secolo –
docente Paolo Di Segni

Nel corso, aperto ad allievi di ogni livello, si studieranno la tecnica della danza di sala e coreografie di ispirazione spagnola dell’Ottocento.

spazio bianco

Seminario di Gestualità retorica – docente Ilaria Sainato

Il seminario si rivolge a cantanti, danzatori, attori, musicisti e a tutti coloro che si interessano al repertorio del teatro con musica dei secoli XVII-XVIII e offre agli allievi un ulteriore strumento di interpretazione di tale repertorio tramite l’approfondimento teorico-pratico delle caratteristiche del teatro barocco e del gesto retorico e di temi quali la prossemica teatrale, i ruoli, i caratteri e i personaggi tipici, la teoria degli affetti.

Seminario di Qi Gong / Arte del respiro docente Angela Paletta

Il seminario è gratuito per tutti i corsisti. Per maggiori informazioni su questa disciplina leggi qui

La frequenza ai corsi è valutabile come credito formativo presso Università, Conservatori e Accademie.

Il curriculum dei docenti è disponibile sulla pagina web curricula

Regolamento e costi disponibili a questo link

Per informazioni:
tel. & fax: 06–33267447 – cell. 328–3645555 (fino al 28 luglio)
tel.: 320–0557319 (nei giorni del corso) – e-mail: info@teatrodellamemoria.org

Oppure riempi il modulo qui sotto:

Informativa sulla riservatezza dei dati personali: conserveremo i tuoi dati in ottemperanza alle normative in vigore; ci impegniamo a non comunicarli a nessun altro soggetto. L’informativa completa GDPR è a questo link.

Baroque orchestra scholarships offered at Vadstena in Sweden

Vadstena-Akademien announces selections for a production next Summer

scholarships Vadstena baroque orchestra

The prestigious Vadstena-Akademien – hosted in the scenic Vadstena Castle on the shores of Lake Vättern – has over the years fulfilled an important role in bringing to new life forgotten masterpieces of the Baroque opera. Along this lines, for the Summer of 2018 the performance program features a pastiche based on the so-called Narva-Baletten, the grandiose show staged in Stockholm in 1701 to celebrate the military victory by Karl XII at Narva. Recently, scholars have identified among the composers, besides the Swede Anders von Düben (1673-1738) to whom hitherto the full work was attributed, also the French Jean Desfontaines (1658-1752) as well as Jean-Baptiste Lully (1632-1687).

The new production  Solen och Nordstjärnan (Sun and North Star) joins in the homage the Sun King and Karl XII by combining material from the original ballet with a comic intermezzo by Molière and Lully. The performance will be produced with stage and choreographic direction by Karin Modigh assisted by Lena Cederwall Broberg and Adrian Navarro. The musical direction is entrusted to Dan Laurin with Anna Paradiso Laurin as cembalo accompanist.

Scholarships for the Baroque orchestra

For the instrumental ensemble (pitch A=Hz 415) scholarships are been offered for the following roles:

instrument notes 
Violin modern or Baroque instrument
Violin w. obl. Viola (or viceversa) modern or Baroque instrument
Viola modern or Baroque instrument
Double bass playing continuo, modern or Baroque instrument
Recorder Baroque instrument required
Oboe Baroque instrument required
Bassoon playing continuo, Baroque instrument required
Lute playing continuo
Harpsichord playing continuo

Candidates should have a strong interest in historically informed Baroque orchestra performance practice. For bowed instruments however, previous experience on Baroque instruments may be an advantage but is not necessary.

The application form, filled according to the official regulations, should be delivered not later than 20 February 2018 to the address apply@vadstena-akademien.org.  Selected candidates will receive scholarships that consist in a contribution to the cost of food and accommodation. Rehearsals and performances will be in the period 30 June –  8 August (for continuo players) or 4 July – 8 August (for all the others).

Info: Terese Lindström – terese@vadstena-akademien.org
Webpage: vadstena-akademien.org

Borse di studio per l’orchestra barocca a Vadstena

Vadstena-Akademien annuncia le selezioni di strumentisti per la prossima produzione estiva 

borse di studio Vadstena orchestra barocca

La prestigiosa Vadstena-Akademien – ospitata nel suggestivo castello di Vadstena sul lago Vättern – ha svolto negli anni un importante ruolo nella riscoperta e nella riproposta di capolavori dell’opera barocca. Per l’estate del 2018 il programma della rassegna prevede l’esecuzione di un pastiche basato sul cosiddetto Narva-Baletten il grandioso spettacolo messo in scena a Stoccolma nel 1701 per celebrare una vittoria militare di Carlo XII a Narva. Recenti ricerche hanno identificato fra i compositori, accanto allo svedese Anders von Düben (1673-1738) cui era stata attribuita inizialmente tutta l’opera, anche il francese Jean Desfontaines (1658-1752) nonché Jean-Baptiste Lully (1632-1687).

La nuova produzione intitolata Solen och Nordstjärnan (Il Sole e la Stella del Nord) unisce nell’omaggio il Re Sole e Carlo XII combinando materiali dal balletto originale con un intermezzo comico di Molière e Lully. Lo spettacolo sarà realizzato sotto la direzione di Karin Modigh (coreografa e regista) con l’assistenza di Lena Cederwall Broberg e di Adrian Navarro per la coreografia. La direzione musicale è affidata a Dan Laurin assistito al cembalo da Anna Paradiso Laurin.

Borse di studio per l’orchestra barocca

Per l’ensemble strumentale (diapason LA=Hz 415) vengono offerte borse di studio per i seguenti ruoli.

strumento note 
Violino strumento moderno o barocco
Violino c. obb. di Viola (o viceversa) strumento moderno o barocco
Viola strumento moderno o barocco
Contrabbasso per il continuo, strumento moderno o barocco
Flauto dolce è richiesto lo strumento barocco
Oboe è richiesto lo strumento barocco
Fagotto per il continuo, strumento barocco
Liuto per il continuo
Clavicembalo per il continuo

Per gli archi non è indispensabile una precedente esperienza con gli strumenti storici. È comunque richiesto un forte interesse all’esecuzione storicamente informata del repertorio per orchestra barocca.

La domanda di partecipazione alla selezione, compilata secondo le indicazioni contenute nel bando ufficiale deve essere presentata entro il 20 Febbraio 2018 all’indirizzo apply@vadstena-akademien.org.  I candidati selezionati riceveranno una borsa di studio a copertura delle spese di vitto e alloggio per i giorni di permanenza a Vadstena per le prove e gli spettacoli nel periodo 30 Giugno –  8 Agosto (per il continuo) ovvero 4 Luglio – 8 Agosto (per tutti gli altri).

Info: Terese Lindström – terese@vadstena-akademien.org
web: vadstena-akademien.org

A selection for baroque dancers at Vadstena in Sweden

Vadstena-Akademien to grant scholarship for a production in Summer 2018  

Vadstena Slott_2

Located on the shores of Lake Vättern, the scenic Vadstena Castle is home to the prestigious Vadstena-Akademien that has over the years fulfilled an important role in bringint to new life forgotten masterpieces of Baroque opera. For the Summer of 2018 the program features the performance of a pastiche based on the so-called Narva-Baletten, the grandiose show staged in Stockholm in 1701 to celebrate the military victory by Karl XII at Narva. Recent scholarship has identified among the composers, besides the Swede Anders von Düben (1673-1738) to whom hitherto the full work was attributed, also the French Jean Desfontaines (1658-1752) as well as Jean-Baptiste Lully (1632-1687).

The new production entitled  Solen och Nordstjärnan (Sun and North Star) joins in the homage the Sun King and Karl XII by combining material from the original ballet with a comic intermezzo by Molière and Lully. The performance will be produced with stage and choreographic direction by Karin Modigh assisted by Lena Cederwall Broberg and Adrian Navarro. The musical direction is entrusted to Dan Laurin with Anna Paradiso Laurin as cembalo accompanist.

Scholarship

One scholarship for the corps de ballet will be granted to a female dancer with the following requirements:

  • date of birth in 1987 or following years;
  • basic experience of Baroque dance;
  • professional dance training with strong footwork, musicality, balance and coordination;
  • motivation to entering into another era and collaborating with singers and musicians in the opera context;
  • skills in acrobatics, acting and mime will be appreciated.

The application must be delivered not later than 15 January 2018 to the address apply@vadstena-akademien.org and must contain:

  • Video of applicant performing Baroque dance and preferably also another video performing any dance genre;
  • CV;
  • a brief explanation of the reasons for applying. (max. half A4-page).

Participating dancers receive payment in the form of a grant for all the days they spend in Vadstena. Rehearsals and performances will be in the period 15 June – 15 August 2018.

Info: Terese Lindström – terese@vadstena-akademien.org
web: vadstena-akademien.org

Selezione per danzatrici barocche a Vadstena in Svezia

Vadstena-Akademien annuncia il bando per una borsa di studio finalizzata alla prossima produzione estiva 

Vadstena Slott_2

Situato sulle rive del lago Vättern, il suggestivo castello di Vadstena ospita la prestigiosa Vadstena-Akademien che negli ha svolto un importante ruolo nella riscoperta e nella riproposta di capolavori dell’opera barocca. Per l’estate del 2018 il programma della rassegna prevede l’esecuzione di un pastiche basato sul cosiddetto Narva-Baletten, il grandioso spettacolo andato in scena a Stoccolma nel 1701 per celebrare la vittoria militare di Carlo XII a Narva. Recenti ricerche musicali hanno identificato fra i compositori, accanto allo svedese Anders von Düben (1673-1738) cui era stata attribuita inizialmente tutta l’opera, anche il francese Jean Desfontaines (1658-1752) nonché Jean-Baptiste Lully (1632-1687).

La nuova produzione intitolata Solen och Nordstjärnan (Il Sole e la Stella del Nord) unisce nell’omaggio il Re Sole e Carlo XII combinando materiali dal balletto originale con un intermezzo comico di Molière e Lully. Lo spettacolo sarà realizzato sotto la direzione di Karin Modigh (coreografa e regista) con l’assistenza di Lena Cederwall Broberg e di Adrian Navarro per la coreografia. La direzione musicale è affidata a Dan Laurin assistito al cembalo da Anna Paradiso Laurin.

Borsa di studio

Per il corpo di ballo viene offerta una borsa di studio per una danzatrice con i seguenti requisiti:

  • data di nascita nel 1987 o anni successivi;
  • esperienza di base nella danza barocca;
  • solida base tecnica, musicalità, equilibrio e coordinazione;
  • motivazione a inserirsi nel contesto di una esecuzione storicamente informata dell’opera assieme a musicisti e cantanti;
  • saranno inoltre valutate positivamente eventuali capacità acrobatiche, di recitazione e mimiche.

La domanda di partecipazione alla selezione deve essere presentata entro il 15 Gennaio 2018 all’indirizzo apply@vadstena-akademien.org e deve contenere:

  • un video di danza barocca eseguita dalla candidata più un altro video con un brano di danza di qualunque genere;
  • un curriculum;
  • una breve esposizione delle motivazioni personali (max. mezza pagina A4).

La candidata selezionata riceveranno una borsa di studio per tutti i giorni di permanenza a Vadstena per le prove e gli spettacoli nel periodo 15 Giugno – 15 Agosto 2018.

Info: Terese Lindström – terese@vadstena-akademien.org
web: vadstena-akademien.org

Serata Lully al Parco della Musica di Roma

L’Accademia Barocca di Santa Cecilia e il Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia saranno diretti da Federico Maria Sardelli

Jean-Baptiste_Lully

Jean-Baptiste Lully ritratto come Soprintendente alla musica del Re

L’Accademia Barocca di Santa Cecilia – l’ensemble per l’esecuzione storicamente informata nato nell’ambito dell’Orchestra sinfonica dell’Accademia di Santa Cecilia – e il Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia salgono venerdì prossimo sul palco della Sala Sinopoli per presentare sotto la direzione di Federico Maria Sardelli un programma interamente dedicato al compositore fiorentino Giovanni Battista Lulli, poi divenuto Jean-Baptiste Lully e naturalizzato francese, un artista che seppe conquistarsi la fiducia del Re Luigi XIV da cui ottenne per molti anni un ruolo di dominio quasi assoluto nel mondo del teatro musicale in Francia.

Nella prima parte verrà eseguita una suite di musiche tratta da Le Bourgeois gentilhomme, la notissima comedie-ballet nata nel 1670 dalla collaborazione di Lully con il commediografo Molière e con il coreografo Beauchamp. Seguirà il Te Deum composto nel 1687 per celebrare la guarigione di Luigi XIV. Durante le prove di quest’ultimo lavoro la tradizione vuole sia avvenuto il fatale incidente con la ferita al piede in seguito alla quale Lully, ormai caduto in disgrazia a Corte, si sarebbe lasciato morire. I solisti di canto saranno Patrizia Polia e Marta Vulpi (soprani), Marco Santarelli (tenore), Andrea D’Amelio (basso); il Coro è stato preparato dal M° Ciro Visco.

Per gli iscritti a questo blog e alla pagina Facebook de Il Teatro della Memoria sono disponibili biglietti scontati del 30%. Per ricevere il coupon sconto da presentare al botteghino scriveteci a questo indirizzo: info@teatrodellamemoria.org

Venerdì 5 Febbraio 2016 – ore 20,30 – Sala Sinopoli
Auditorium Parco della Musica – Viale Pietro De Coubertin – Roma
Infoline: tel. 06-8082058 – Pagina web: www.santacecilia.it

Accademia Barocca RM_rid

Roma, Auditorium Parco della Musica 07 05 2014 Stagione di Musica da Camera, Omaggio a Vivaldi L’Accademia Barocca di Santa Cecilia Federico Maria Sardelli direttore (in prova) ©Musacchio & Ianniello