L’AND per il Dantedì

Dante Alighieri AND Dantedì

Nella diretta streaming idee, riflessioni e pensieri del mondo di oggi ispirati da Dante Alighieri

Ecco il comunicato dell’Accademia Nazionale di Danza sull’anteprima in streaming del 25 Marzo.

Dante e gli uomini del XXI secolo

Dantedì

25.03.2021
diretta streaming h 20:45

In occasione del Dantedì (25 marzo 2021), la giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri istituita nel 2020 dal Consiglio dei Ministri su proposta del Ministro Dario Franceschini, l’Accademia Nazionale di Danza presenta alle h 20:45 “Dante e gli uomini del XXI secolo”, una prima visione in streaming sulla pagina Facebook e sul Canale Youtube dell’Accademia Nazionale di Danza.

La diretta streaming raccoglie le idee, le riflessioni, e i pensieri degli uomini del XXI secolo ispirati dalla figura del Sommo Poeta. I protagonisti di questo evento ci parlano dei loro lavori, dei loro obiettivi e dei loro sogni permettendoci di introdurre il progetto finanziato dal Comitato Nazionale per le celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante “Scene di un Inferno nel XXI secolo” che partirà proprio sabato 27 marzo 2021 con il Cammino dell’Osservazione. L’iniziativa vede la partecipazione di alcuni rappresentati dell’Accademia Nazionale di Danza oltre agli artisti coinvolti nel lungo progetto dell’AND: tra cui l’attrice Nancy Brilli, il musicista e compositore Paolo Fresu e l’artista visivo Luigi Battisti, il musicista Luca Spagnoletti, e alcuni rappresentanti delle associazioni dei municipi romani.

L’evento pensato in occasione del Dantedì, giornata in cui si celebra a livello internazionale la figura del “ghibellin fugiasco” anticipa, di fatto, l’ingresso nella sequenza-scomposta della prima Cantica elaborata dalla Direzione dell’Accademia, ponendosi come quell’anticamera dell’Inferno in cui si trova il Poeta prima di intraprendere il viaggio.

La prima visione in streaming permetterà di comprendere il perché «Noi siam venuti al loco ov’io t’ho detto» e le caratteristiche di un progetto che intende porre le arti al centro di una riflessione più ampia che si lascia ispirare da «sospiri, pianti e alti guai», ma anche da «parole di dolore, accenti d’ira, voci alte e fioche» in conformità con gli stati emotivi che accompagnano l’esistenza umana.

Il viaggio di Dante nell’inferno si trasforma in un percorso reale che coinvolge il corpo e gli spazi dei territori che hanno specifiche connotazioni che rimandano al testo dantesco come gli Indovini del XX Canto messi dal Poeta nella IV Bolgia dell’VIII girone a cui corrispondono i “tableaux vivants” allestiti nel Cimitero Monumentale del Verano a Roma con le scene delle “Prefiche del XXI secolo”. Corpi che si intrecciano con i luoghi, danza che si articola negli spazi urbani con le voci dei loro abitanti in una architettura che diventa spazio scenico grazie alla tecnologia del QR-code che permette di accedere sul proprio dispositivo all’ambiente sonoro.

Allora quella fisicità considerata persa durante il lockdown riemerge con tutta la sua forza in questo progetto esperienziale che coinvolge artisti, abitanti e un pubblico/viandante. Questa prima iniziativa permetterà di comprendere le ragioni di certe scelte e perché la prima Cantica, seppur attraversata da «orribili favelle», continua a parlare a tutti gli uomini. Un momento che vuole porsi come con lo stesso senso di esortazione o monito di quelle parole che si trovano sulla porta dell’Inferno:

«Per me si va ne la città dolente,
per me si va ne l’etterno dolore,
per me si va tra la perduta gente».

La diretta streaming (sulla Pagina facebook e sul Canale Youtube dell’Accademia Nazionale di Danza) avrà inizio alle 20:45 e, oltre a contributi personali, saranno trasmessi anche contenuti inediti che intendono valorizzare la figura di Dante anche attraverso l’utilizzo e la commistione di linguaggi artistici diversi: musica, video, parole, rumori e immagini.

Condividi su / Share on

Un commento

Rispondi a L’AND per il Dantedì — Il Teatro della Memoria – Revolver Boots Annulla risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.