Memoria sghemba

Di Paolo Zagari

In questa rubrica si tratterà di cinema, letteratura, arte, danza, gastronomia e di tutto ciò che a un certo punto, sospinto dalla razionalità del caso, affiora nella memoria o misteriosamente in essa perdura.

A tutti prima o poi è capitato di trovare al parcheggio il parafango della macchina ammaccato. La prima reazione è smadonnare, la seconda piangere, la terza, miracolo della memoria sghemba, è ridere ripensando a una scena analoga vista in un film di Woody Allen.

Il che ci permette di considerare quanto la comicità e possiamo dire la poetica del regista newyorchese si evolva, maturi o semplicemente cambi col trascorrere del tempo.

Abbiamo appena visto un tipico esempio di slapstick.

Poi c’è stato il periodo surreale,

la commedia romantica,

la fase creativa

e infine il disincanto.

E ora, andiamo dal carrozziere.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: