Sonate di Bach con fiati al Pontificio Istituto di Musica Sacra

La Selva early windL’ensemble La Selva propone un percorso attraverso le sonorità degli strumenti storici

Come anteprima per la registrazione di un nuovo disco, l’ensemble La Selva propone a Roma presso la sala accademica del Pontificio Istituto di Musica Sacra un programma nato da un idea di Francesco Zimei: una scelta di sonate di Johann Sebastian Bach in cui gli strumenti a fiato hanno un ruolo importante.

Aprono la serie la sinfonia della Cantata Tritt auf die Glaubensbahn BWV 152 (indicata dallo stesso Bach come Concerto à flauto, hautbois, viola d’amour, viola da gamba e basso), e la Trio sonata in SI bemolle maggiore per oboe, flauto e b.c. (da BWV 525). Seguono la Sonata in FA maggiore per flauto dolce e basso continuo BWV 1033 (l’attribuzione a J.S. Bach non è certa) e la Trio sonata in mi minore per oboe d’amore, viola da gamba e b.c. (da BWV 528). Concludono il programma la Trio sonata in DO maggiore per flauto, violino e b.c. (da BWV 1032), la Sonata in mi minore per flauto dolce e basso continuo BWV 1034 e la breve Sonata Canonica in FA maggiore per violino, oboe e b.c. BWV 1040.

La formazione strumentale vede la presenza di strumenti raramente ascoltati quali l’oboe d’amore e la viola d’amore (un prezioso esemplare originale del 1755); gli esecutori saranno Carolina Pace (flauto dolce), Andrea Mion (oboe barocco, oboe d’amore), Valerio Losito (violino barocco, viola d’amore), Andrea Lattarulo (viola da gamba), Rebeca Ferri (violoncello), Michele Carreca (liuto) ed Elisabetta Ferri (clavicembalo).

Domenica 8 Ottobre 2017 – ore 19,00
Sala Accademica del Pontificio Istituto di Musica Sacra 
p.zza s. Agostino 20/a Roma – ingresso libero

 

Fra barocco e modernità il programma di “Altrerisonanze 2015”

Un concerto interamente dedicato a Johann Sebastian Bach inaugura la quarta edizione della rassegna romana

Locandina-Festival-Altrerisonanze-2015-Web

Organizzato dall’Accademia di Romania in Roma e dall’Associazione Aliusmodum con il sostegno dell’Istituto Culturale Rumeno di Bucarest e in collaborazione con Incontri Mediterranei – Orte, Continuo Records e Scatola Sonora, inizia il prossimo 25 ottobre la quarta edizione del Festival Altrerisonanze – dall’antico al moderno, tra il rumeno e l’universale.

Il primo concerto della rassegna  è interamente dedicato a Johann Sebastian Bach di cui saranno eseguiti il Concerto per clavicembalo e archi in fa minore BWV 1056, la Cantata “Ich habe genug” BWV 82 per baritono, oboe e archi, l’Aria “Bist du bei mir” e l’Aria di Giovannini dal Notenbuch für Anna Magdalena Bach, concludendo con il  Concerto Brandeburghese n° 5 in Re Maggiore, BWV 1050.

I solisti saranno Furio Zanasi (baritono), Cipriana Smarandescu (clavicembalo), Mauro Lopes Ferreira (violino barocco), Pierluigi Tabachin (flauto traversiere), Andrea Mion (oboe barocco) accompagnati dall’ensemble aliusmodum con Pietro Meldolesi (violino), Gianfranco Russo (viola), Diego Roncalli (violoncello) e Carla Tutino (contrabbasso).

Gli appuntamenti successivi saranno il 1 e l’8 Novembre, il primo dedicato a musiche di compositori rumeni (George Enescu e Mihail Jora) accanto ai Kindertotenlieder e l’Adagietto dalla Quinta Sinfonia di Gustav Mahler eseguite dal’Ensemble Altrerisonanze; il secondo per solo clavicembalo è ispirato al tema del gioco, con musiche di autori dal Cinquecento al Novecento eseguite al clavicembalo da Cipriana Smarandescu.

Ingresso gratuito – Location e orari:

  • 25 Ottobre e 8 Novembre 2015 – Accademia di Romania – p.za José de San Martin 1, Roma – Ore 20:00
  • 1 Novembre 2015  – Oratorio del Caravita – via del Caravita 7A, Roma – Ore 21:00

info: aliusmodum@aliusmodum.com
Programma completo: www.altrerisonanze.it

Concerti per oboe ed altri strumenti

Andrea Mion all’oboe barocco assieme al Gonfalone Ensemble suonerà musiche di J.S. Bach, A. Marcello e T. Albinoni

Con un programma intitolato Il Settecento veneziano e Bach il prossimo giovedì 4 dicembre all’Oratorio del Gonfalone si esibirà il solista di oboe barocco Andrea Mion accompagnato dal Gonfalone Ensemble, la formazione residente formata da Francesca Vicari, Paolo Perrone, Antonio De Secondi (violini), Marco Palmigiani (viola), Marco Ceccato (violoncello), Luca Cola (contrabbasso) e Andrea Buccarella (clavicembalo). Il programma mette a raffronto musiche di Johann Sebastian Bach (Concerto in la maggiore per clavicembalo e archi BWV 1055), Alessandro Marcello (Concerto in re minore per oboe, archi e continuo), Tomaso Albinoni (Concerto in re minore per oboe, archi e continuo, Op. 9 n. 2) per concludere di nuovo con Bach di cui verranno eseguite la amatissima Air dalla Suite per orchestra n. 3 BWV 1068 (la cosiddetta «Aria sulla quarta corda») e il Concerto in do minore per violino e oboe, archi e continuo BWV 1060R.

Giovedì 4 dicembre – ore 21,00
Oratorio del Gonfalone – via del Gonfalone 32/A – Roma
tel. & fax: 06.6875952 (lun.-ven.ore 9,30-17)
info@oratoriogonfalone.com – www.oratoriogonfalone.com

In occasione dei concerti di musica antica della stagione sono disponibili dei biglietti scontati (a €15 invece che €20) per gli iscritti al Blog e alla Pagina Facebook de Il Teatro della Memoria. Per ricevere il coupon da presentare al botteghino potete scriverci a questo indirizzo: info@teatrodellamemoria.org.