Sonate di Bach con fiati al Pontificio Istituto di Musica Sacra

La Selva early windL’ensemble La Selva propone un percorso attraverso le sonorità degli strumenti storici

Come anteprima per la registrazione di un nuovo disco, l’ensemble La Selva propone a Roma presso la sala accademica del Pontificio Istituto di Musica Sacra un programma nato da un idea di Francesco Zimei: una scelta di sonate di Johann Sebastian Bach in cui gli strumenti a fiato hanno un ruolo importante.

Aprono la serie la sinfonia della Cantata Tritt auf die Glaubensbahn BWV 152 (indicata dallo stesso Bach come Concerto à flauto, hautbois, viola d’amour, viola da gamba e basso), e la Trio sonata in SI bemolle maggiore per oboe, flauto e b.c. (da BWV 525). Seguono la Sonata in FA maggiore per flauto dolce e basso continuo BWV 1033 (l’attribuzione a J.S. Bach non è certa) e la Trio sonata in mi minore per oboe d’amore, viola da gamba e b.c. (da BWV 528). Concludono il programma la Trio sonata in DO maggiore per flauto, violino e b.c. (da BWV 1032), la Sonata in mi minore per flauto dolce e basso continuo BWV 1034 e la breve Sonata Canonica in FA maggiore per violino, oboe e b.c. BWV 1040.

La formazione strumentale vede la presenza di strumenti raramente ascoltati quali l’oboe d’amore e la viola d’amore (un prezioso esemplare originale del 1755); gli esecutori saranno Carolina Pace (flauto dolce), Andrea Mion (oboe barocco, oboe d’amore), Valerio Losito (violino barocco, viola d’amore), Andrea Lattarulo (viola da gamba), Rebeca Ferri (violoncello), Michele Carreca (liuto) ed Elisabetta Ferri (clavicembalo).

Domenica 8 Ottobre 2017 – ore 19,00
Sala Accademica del Pontificio Istituto di Musica Sacra 
p.zza s. Agostino 20/a Roma – ingresso libero

 

Immagini e video dal concerto di solidarietà dell’Epifania

A San Lorenzo in Lucina l’Associazione Aramus ha proposto due capolavori di Bach per coro, solisti e orchestra

S_Lorenzo_in_Lucina_5-1-17.jpg

clicca sull’immagine per vedere su YouTube il video della cantata “Wachet auf! Ruft uns die Stimme” BWV 140

 

L’associazione ARAMUS ha promosso lo scorso 5 Gennaio, presso la Basilica di San Lorenzo in Lucina, un concerto finalizzato alla raccolta di fondi da destinare ad acquisti di generi alimentari presso alcune aziende agricole dei Comuni colpiti dal terremoto dell’agosto 2016. Gli alimenti acquistati sono stati donati alla Caritas di Roma.

Sono state eseguite due importanti opere di J.S. Bach, la cantata “Wachet auf, ruft uns die Stimme” BWV 140 e il Magnificat in re maggiore BWV 243, eseguiti dalla Schola Cantorum Santa Maria degli Angeli e da una orchestra con copie di strumenti dell’epoca barocca, sotto la direzione del M° Osvaldo Guidotti. Solisti di canto: Leslie Visco (Soprano I), Angela Bucci (Soprano II), Celeste David (Alto), Pablo Cassiba (Tenore), Roberto Curione (Basso); ricco organico orchestrale con Gabriele Benigni, Gabriele Politi, Giancarlo Ceccacci, Eleonora Savini, Laura Scipioni, Valentina Nicolai, Daniele Viri (Violini), Emanuele Marcante, Gianfranco Russo (Viole), Andrea Fossà, Andrea Lattarulo (Violoncelli), Fabrizio Cardosa (Violone), Antonello Cola, Carolina Pace, Nicola Barbagli (Oboi), Benedetto Ciociola, Chiara Strabioli (Flauti), Andrea Toschi (Fagotto), Domenico Agostini, Andrea Di Mario, Michele Petrignani (Trombe), Michele Camilloni (Timpani), Stefano Giannini (Organo).

Coro, solisti e orchestra per Bach a Roma

Per la sera dell’Epifania l’Associazione Aramus propone un concerto di solidarietà e beneficenza.

locandina-5-1-17

clicca sull’immagine per scaricare la locandina

L’associazione ARAMUS promuove per il prossimo 5 Gennaio un concerto presso la Basilica di San Lorenzo in Lucina finalizzato alla raccolta di fondi da destinare ad acquisti di generi alimentari presso alcune aziende agricole dei Comuni colpiti dal terremoto dell’agosto 2016. Gli alimenti acquistati saranno successivamente donati alla Caritas di Roma.

Il  programma musicale prevede due importanti opere di J.S. Bach, la cantata “Wachet auf, ruft uns die Stimme” BWV 140 e il  Magnificat in re maggiore BWV 243, eseguiti dalla Schola Cantorum Santa Maria degli Angeli e da una orchestra con copie di strumenti dell’epoca barocca, sotto la direzione del M° Osvaldo Guidotti. Solisti di canto saranno Leslie Visco (Soprano I),  Angela Bucci (Soprano II), Celeste David (Alto), Pablo Cassiba (Tenore), Roberto Curione (Basso); l’orchestra prevede un ricco organico con Gabriele Benigni, Gabriele Politi, Giancarlo Ceccacci, Eleonora Savini, Laura Scipioni, Valentina Nicolai, Daniele Viri (Violini), Emanuele Marcante, Gianfranco Russo (Viole), Andrea Fossà, Andrea Lattarulo (Violoncelli), Fabrizio Cardosa (Violone), Antonello Cola, Carolina Pace, Nicola Barbagli (Oboi), Benedetto Ciociola, Chiara Strabioli (Flauti), Andrea Toschi (Fagotto), Domenico Agostini, Andrea Di Mario, Michele Petrignani (Trombe),  Michele Camilloni (Timpani), Stefano Giannini (Organo).

Giovedì 5 Gennaio 2017 – ore 21,00 –Basilica di San Lorenzo in Lucina
P.za San Lorenzo in Lucina – Roma (Metro A Spagna)

Ingresso a offerta – scarica l’invito a questo link.

Musica e Architettura nel Seicento

Al Palladium di Roma una lezione-concerto con arie d’opera del periodo barocco

Cesky_rid

Per la prossima domenica 15 Maggio la programmazione del Teatro Palladium presenta un appuntamento di grande interesse centrato sui rapporti fra musica e architettura nel primo Seicento. Il tema sarà trattato dallo storico dell’architettura Federico Bellini in contrappunto con brani tratti da opere di Claudio Monteverdi (Orfeo, L’incoronazione di Poppea), Stefano Landi (Il Sant’Alessio), Leonardo Vinci (L’Ermelinda), Antonio Vivaldi (La fida ninfa), Giovanni Battista Pergolesi (L’Olimpiade, La serva padrona), Georg Friedrich Haendel (Rinaldo, Alcina) eseguiti da un ensemble formato da Rosaria Angotti (soprano), Gabriele Benigni e Valentina Nicolai (violini ), Andrea Lattarulo (violoncello – viola da gamba), Sabina Angelucci (flauto diritto), Paolo Tagliapietra (cembalo e direzione); introduce Luca Aversano.

Teatro Palladium – Piazza Bartolomeo Romano, 8 – 00154 Roma
15 Maggio 2016 – ore 19,00 -infotel: 06 5733 2772

ULTIM’ORA: per gli iscritti a questo blog e alla pagina Facebook de Il Teatro della Memoria sono disponibili biglietti ridotti (5 euro invece di 10) prenotando via e-mail entro domenica mattina a questo indirizzo: promozione.palladium@uniroma3.it

 

Le foto del concerto della Cappella Stuart a Montecompatri

Si è conclusa il 29 giugno a Palazzo Annibaldeschi la stagione 2012-13 de “I concerti di campagna”

Foto di Leonardo Forcina

Musiche del Settecento a Monte Compatri

monte_compatriLa Cappella Musicale Enrico Stuart conclude a Palazzo Annibaldeschi la stagione 2012-13 

Intitolata all’ultimo pretendente della dinastia Stuart al trono inglese – nato in esilio a Roma, cardinale e Vescovo di Frascati molto amato nella sua diocesi per l’impegno quale benefattore e protettore delle arti – la Cappella Musicale Enrico Stuart presenta il prossimo 29 giugno, al termine della stagione I Concerti di Campagna organizzata dalla Associazione Karl Jenkins in collaborazione con il Comune di Monte Compatri – Assessorato alle Politiche Culturali, un concerto di musiche di J. J. Quantz, G. B. Pergolesi, A. Vivaldi, J. Duphly, F. Barbella, N. Jommelli, J. B. Loeillet. L’ensemble, quasi un’orchestra da camera, sarà formata da Romeo Ciuffa (flauto dolce), Benedetto Ciociola (flauto traversiere), Pietro Meldolesi e Alberto Caponi (violini), Medea Bindewald (clavicembalo), Andrea Lattarulo (violoncello), Andrea Toschi (fagotto). Al termine cena sociale su prenotazione.

Sabato 29 Giugno 2013, ore 19.00
Palazzo Annibaldeschi – Monte Compatri
info: tel. 339.27.48.814

I Concerti grossi di Corelli all’Oratorio del Gonfalone

Il Gonfalone Ensemble conclude la stagione di concerti 2012-13 con due serate di musica barocca 

Per celebrare il terzo centenario della morte di Arcangelo Corelli, la 63a stagione dei Concerti dell’Oratorio del Gonfalone, diretta da Concezio Panone, presenta in due serate (9 e 16 maggio) sei Concerti Grossi tratti dall’Opera VI del compositore romagnolo. Secondo le indicazioni della partitura, l’esecuzione – da parte del Gonfalone Ensemble, una compagine strumentale a organico variabile formata da musicisti che si dedicano da anni al repertorio e alla riscoperta delle prassi esecutive del periodo barocco e classico – alternerà, all’interno dei singoli movimenti, sezioni in cui interviene il gruppo ristretto di tre archi del Concertino e sezioni in cui ad essi si aggiungerà il più ampio e variato gruppo del Concerto Grosso vero e proprio. Il ruolo di violino principale e la concertazione sono affidati a Francesca Vicari (9 maggio) e Paolo Perrone (16 maggio).

Gli interpreti saranno: per il Concertino Francesca Vicari (16 maggio: Paolo Perrone) e Antonio de Secondi (violini), Diego Roncalli (violoncello); per il Concerto Grosso Gabriele Politi, Giancarlo Ceccacci, Laura Corolla e David Simonacci (violini), Teresa Ceccato (viola), Andrea Lattarulo (violoncello), Luca Cola (contrabbasso), Evangelina Mascardi (tiorba), Andrea Buccarella (cembalo e organo).

Oratorio del Gonfalone – via del Gonfalone 32/A – Roma
9 e 16 maggio 2013 – ore 21

tel. & fax: 06.6875952 (lun.-ven.ore 9:30-17)
info@oratoriogonfalone.com – www.oratoriogonfalone.com

In occasione dei concerti di musica antica della stagione sono disponibili dei biglietti scontati (€15 invece di €20) per gli iscritti al Blog e alla Pagina Facebook de Il Teatro della Memoria. Per ricevere il coupon da presentare al botteghino potete scriverci a questo indirizzo: info@teatrodellamemoria.org.