Immergersi nel flusso della musica

Torna la rubrica di Giovanna Natalini con un disco di musiche per viola da gamba sola

Résonance è un disco un po’ particolare, vale la pena di immergervisi.

Quello che colpisce è un suono avvolgente, sembra di stare al centro di un ensemble di strumenti, di un respiro che ti prende per condurti in uno stato di maggiore attenzione e calma, di un flusso di musiche che cambiano ma sembrano girare sempre intorno a uno stesso centro. È un timbro particolare, familiare ma non troppo.

Immergersi in questo CD è appunto un immergersi in un flusso di musiche. Razionalmente possiamo spiegare questo flusso come un susseguirsi di musiche che sono tutte sulla scala di Re – prevalentemente in minore, ma anche in maggiore – o sulla parente scala di Sol. La questione della scelta delle scale affonda le radici in un tempo lontanissimo: si trovano argomentazioni su questo già nella filosofia greca, e forse ve n’erano anche da prima ma non ne abbiamo documentazione. Ci sono interi tomi dedicati all’argomento ma spesso le disqusizioni appaiono mentali, un po’ artificiose. Il CD con tutto questo stare sul Re ci dà una esperienza fisica, diretta di cosa sia questa scala, che tipo di timbro produce, che tipo di colore o, se si vuole parlare in termini più esoterici, che tipo di energia o di sentimento smuove.

È un CD di Nima Ben David, una bravissima interprete israeliana di viola da gamba. La viola da gamba come timbro ricorda il violoncello per questo ci è familiare, ma non è un violoncello, ha delle sfumature timbriche diverse e anche la maniera di suonarla è diversa. L’arco si tira facendo attenzione al respiro, il fraseggio è compenetrato dalla respirazione, quasi come uno strumento a fiato. È uno strumento che non ha molto volume – questo uno dei motivi per cui è stato soppiantato dal violoncello – ma in questa proposta la registrazione ha fatto la sua parte.

La differenza tra uno strumento dal vivo e una registrazione generalmente gioca a sfavore della registrazione, questo, invece, è un caso diverso. È il frutto di tre giorni di registrazione in una cappella medioevale di Terres de Chaux a Le Doubs in Francia, con una microfonazione molto ben studiata che è riuscita a prendere tutte le sfumature timbriche dello strumento senza per questo amplificare anche i suoni “di servizio” che ogni strumento ha. Per questo all’ascolto non sembra neanche uno strumento solista, un singolo strumento ad arco, ma sembra di starci dentro, si ascolta come può ascoltare in genere chi suona e quindi sta in contatto diretto con lo strumento e le sue vibrazioni. Il repertorio generalmente eseguito per viola da gamba è limitato nel tempo storico, ma in questo programma Nima Ben David mostra che non è uno strumento datato e limitato, che può benissimo essere a servizio di una musica composta oggi. Nel programma ci sono i compositori tipici del repertorio per viola da gamba come Carl Friedrich Abel, Jean de Sainte-Colombe, Le Sieur De Machy, Tobias Hume, Christopher Simpson e anche un compositore contemporaneo come Philippe Hersant.

Buon ascolto!

Résonance
Works by Abel, J. S. Bach, De Machy, Hersant, Hume, Christodoulou and Gurdjieff
Nima Ben David – viola da gamba
MA RECORDINGS – M088A

Lasciate il vostro commento / Leave a reply

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: