Humor Bizzarro 2015: Marco Rosa Salva, Recorder

Course program and teacher’s curriculum

“Chiama questo suo giuoco empio e profano / saravanda e ciaccona il novo ispano.” Variations on ostinatos for Recorder or Recorder ensemble.
The course is open to students of any level and will deal specifically with: recercadas on Italian tenors by Diego Ortiz; 17th century sonatas on the
ciaccona, passacaglia and other famous ostinatos; grounds by Henry Purcell and English divisions (enrolled students can receive beforehand some of the course materials). A certain number of replicas of historical instruments will be avaiable for the ensemble class.

Marco Rosa Salva studied recorder with Aldo Bova in Venice and with Pedro Memelsdorff in Bologna, where he also graduated with a dissertation of Musical Dramaturgy. He has achieved a vast concert activity, collaborating with many medieval, Renaissance and baroque ensembles, such as Sonatori della Gioiosa Marca, Accademia di S. Rocco – Venice Baroque Orchestra, Cappella Ducale di Venezia, Pastime, Ensemble Antonio Draghi, Cappella della Pietà dei Turchini, L’Aura Soave, Il Complesso Barocco, Consort Veneto, I Barocchisti, Delitiae Musicae, Il Viaggio Musicale, La Venexiana, En Chordais, Cantar Lontano, performing in Italy, Europe, Turkey, United States, Mexico, China, in festivals among which Megaron Musica (Thessaloniki), Silk Road Festival, (Hong Kong), Gubbio Arte Medievale, Festival de Sablè, Settimane musicali al Teatro Olimpico (Vicenza), St. Galler Festspiel, Tage alter Musik (Regensburg), Lufthansa Festival (London), Festival di Cremona, Trentomusicantica, Notti malatestiane (Rimini). He has recorded for RAI, ORF and for the labels Stradivarius, Echo, Fonit Cetra, Tactus, Nuova Era, Skira, Naxos, Opus 111, Glossa. With the ensemble La Girometta (as a player of recorder and director) he deals in particular with the reconstruction of Italian 15th  Century dance music, producing shows, masterclasses and lecture demonstrations. He teaches at Scuola di Musica Antica di Venezia since 1993 where since 1998 he holds the post of director; he teaches courses and seminars at several Conservatories in Italy and abroad and at Italian Universities.

Info about the workshop costs and registration form are available at this link.

Humor Bizzarro 2015: Marco Rosa Salva, Flauto dolce

Programma del corso e curriculum del docente

“Chiama questo suo giuoco empio e profano / saravanda e ciaccona il novo ispano.” Variazioni su bassi ostinati per flauto e per insieme di flauti.

Argomento del corso,  aperto a flautisti di qualsiasi livello,  saranno le recercadas  sui tenori italiani di Diego Ortiz; le  sonate secentesche su ciaccona, passacaglia e altri famosi bassi ostinati; i grounds di Henry Purcell e le divisions inglesi. Il corso prevede lezioni individuali e di ensemble su strumenti copie di originali (all’occorrenza alcuni strumenti saranno messi a disposizione). Gli allievi potranno in ogni caso proporre per le loro lezioni individuali brani di propria scelta, anche non attinenti l’argomento principale del corso.

Marco Rosa Salva ha studiato flauto dolce con Aldo Bova a Venezia e con Pedro Memelsdorff a Bologna, città nella quale si è inoltre laureato con una tesi in drammaturgia musicale. Ha al suo attivo una vasta attività concertistica, collaborando con molti complessi di musica medioevale, rinascimentale e barocca tra i quali Sonatori della Gioiosa Marca, Accademia di S. Rocco – Venice Baroque Orchestra, Cappella Ducale di Venezia, Pastime, Ensemble Antonio Draghi, Cappella della Pietà dei Turchini, L’Aura Soave, Il Complesso Barocco, Consort Veneto, I Barocchisti, Delitiae Musicae, Il Viaggio Musicale, La Venexiana, En Chordais, Cantar Lontano, esibendosi in Italia, in tutta Europa, in Turchia, negli Stati Uniti, in Messico, in Cina, in festival tra i quali Megaron Musica (Salonicco), Silk Road Festival (Hong Kong), Gubbio Arte Medievale, Festival di Sablè, Settimane musicali al Teatro Olimpico (Vicenza), St. Galler Festspiel, Tage alter Musik (Regensburg), Lufthansa Festival (Londra), Festival di Cremona, Trentomusicantica, Notti malatestiane (Rimini). Ha effettuato registrazioni per la RAI, per la ORF e per le etichette Stradivarius, Echo, Fonit Cetra, Tactus, Nuova Era, Skira, Naxos, Opus 111, Glossa. Con l’ensemble La Girometta (in veste di flautista e direttore) si occupa in particolare della ricostruzione del repertorio della musica per danza del quattrocento italiano realizzando spettacoli, masterclasses e lezioni concerto. Insegna presso la Scuola di Musica Antica di Venezia dal 1993 e dal 1998 ad ogggi ne ha assunto la direzione; tiene corsi e seminari presso Conservatori italiani ed esteri e presso Università italiane.

Informazioni complete sui costi del corso e scheda d’iscrizione disponibili a questo link.

“L’Humor Bizzarro 2015” – programs, fees and registration info

14th edition – Rome (Italy) July 26th – August 2nd, 2015

Courses, concerts and workshops organized by: Il Teatro della Memoria
Artistic direction: Claudia Celi and Andrea Toschi

Programs

Games and pastimes, in all their forms connected to music and dance, will be the common theme of L’Humor Bizzarro 2015, the established international rendezvous that has reached its 14th edition, also this year hosted by the historical Scuola Popolare di Musica di Testaccio. As is by now tradition, the work of the various classes will merge in a final performance featuring the interaction between students and teachers and open to the general public.

read more:

Humor Bizzarro 2015: i programmi

PER INFORMAZIONI SULL’EDIZIONE 2016 VAI A QUESTO LINK

XIV edizione – Roma, 26 luglio – 2  agosto 2015

Corsi – concerti – laboratori a cura di
Il Teatro della Memoria (direzione artistica Claudia Celi e Andrea Toschi)

Programmi

Il gioco, in tutte le sue forme legate alla musica e alla danza, farà da filo conduttore a L’Humor Bizzarro 2015, l’ormai consolidato appuntamento internazionale giunto alla sua 14a edizione che si svolgerà anche quest’anno nei locali della storica Scuola Popolare di Musica di TestaccioCome è ormai tradizione del workshop, il lavoro congiunto delle classi confluirà in uno spettacolo finale nato dall’interazione fra allievi e docenti e aperto alla cittadinanza.

Leggi oltre…