A Roma dal 26 luglio al 2 agosto “L’Humor Bizzarro 2015″

XIV Edizione  –  Roma 26 luglio – 2 agosto 2015

Corsi, concerti e laboratori a cura di 
Il Teatro della Memoria (dir. artistica: Claudia Celi e Andrea Toschi)

Canto rinascimentale e barocco: Rosanna Rossoni
Danze italiane del XVI-XVII secolo: Claudia Celi
Danze europee del XVII-XVIII secolo: Ilaria Sainato
Danze di società del XIX secolo: Paolo Di Segni
Flauto dolce: Marco Rosa Salva
Liuto rinascimentale e Chitarra barocca: Federico Marincola
Mandolino: Fabio Menditto
Oboe barocco: Angela Paletta
Accompagnamento al Cembalo: Paolo Tagliapietra

Laboratorio di Musica d’insieme
Seminario di Qi Gong

info: tel. e fax 06-33267447 – cell. 328-3645555
e-mail: info@teatrodellamemoria.org

Sede dei corsi: Scuola Popolare di Musica di Testaccio
I programmi sono visibili su questa pagina
Altre informazioni sono disponibili sulla pagina Regolamento e costi
I curricula dei docenti sono disponibili sulla pagina web curricula

Riempi il modulo qui sotto per ricevere informazioni:

Humor Bizzarro 2015: Federico Marincola, Liuto rinascimentale e chitarra barocca

Il programma del corso e il curriculum del docente

Il corso è aperto sia ai principianti che agli allievi più avanzati. Verranno discussi e approfonditi gli aspetti tecnici e interpretativi del repertorio del liuto rinascimentale e della chitarra barocca. Sono ammessi anche gli studenti di chitarra classica desiderosi di approfondire il repertorio antico sul loro strumento.

Federico Marincola, nato a Roma, dopo aver studiato chitarra classica ha seguito i corsi di liuto del Conservatorio “Sweelinck” di Amsterdam e del Royal College of Music di Londra, dove si è diplomato in liuto e musica antica. Si è in seguito laureato con lode presso la facoltà di Sociologia dell’Università di Urbino e diplomato in Liuto con il massimo dei voti presso il Conservatorio S. Cecilia di Roma. Ha inoltre conseguito il diploma di canto presso il Conservatorio di Musica di Menton (Francia), specializzandosi nel repertorio vocale rinascimentale e barocco. Da più di venti anni svolge un’intensa attività concertistica (Europa, Americhe ed Asia) come solista, in ensemble e in orchestra. Oltre ad aver partecipato a numerosissime incisioni sia in orchestra che in ensemble, ha realizzato vari CD solistici di liuto e chitarra rinascimentale per la casa discografica Verany-Arion. Questi ultimi lavori sono stati entusiasticamente accolti dalla critica internazionale, e la rivista francese Diapason lo ha riconosciuto come uno dei maggiori interpreti mondiali per quanto riguarda la discografia liutistica rinascimentale.

Informazioni complete sui costi del corso e scheda d’iscrizione disponibili a questo link.

Humor Bizzarro 2015: Paolo Di Segni, “Cotillon” – 19th Century social dances

Course program and teacher’s curriculum

The course, open to students of all levels, features the study of the technique and the basic steps of 19th century dance and the teaching of dances from the manual by Achille Della Croce Piccolo repertorio di danza per l’eletta società (Milano 1872).

Paolo Di Segni, born in Switzerland and introduced to music and rhithmics by L. Di Segni-Jaffé (Jaques Dalcroze method), has studied pianoforte and violoncello. He specialized in historical dancing under the guidance of  B. Sparti, F. Lancelot, S. Wynne and has been a member of Gruppo di Danza Rinascimentale di Roma; with this and with other early dance groupos he has taken part in many concert tours in Italy and abroad. He devotes himself to the reconstruction and popularization of historical dances, in particular those of the 19th Century. He curated TV programs on the Quadrille for TeleMontecarlo, taken part in Telethon ’97 e ’98, held seminars at the Scuola di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma, in Catania at Balletto di Sicilia and in Naples. He collaborated with Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari and with Associazione Dimensione Polifonica towards the realization of events for the city of Naples.

Info on the workshop costs and registration is available at this link.

Humor Bizzarro 2015: Ilaria Sainato – “Les Plaisirs et les Jeux”, 17-18th Century European Dances

Course program and teacher’s curriculum

The course is aimed towards dancers, musicians and whoever wishes to approach or to further the knowledge of baroque dance technique.  The theoretical and practical classes feature warm-up, study of basic choreutic technique and of choreographies, mainly reconstructed from the Beauchamp–Feuillet notation; part of the classes will be devoted to questions pertaining sources, dance notation and treatises, choreographic repertory. During the study of choreographies, particular attention will be given to the connection and integration between music and dance, with reference to problems of performance of dance music. The choregraphies, that will be chosen by the teacher according to the level and the needs of the participants, will be taken from the treatises by A. Lorrin, J. Playford, R.-A. Feuillet, J. Essex, M. Gaudrau, Landrin.

Ilaria Sainato graduated in Musicology at the Università degli studi di Pavia-Cremona, with a dissertation in Phylology about Italian dance of the Quattrocento. She has studied Renaissance and Baroque dance with Veronique Daniels, Barbara Sparti, Deda Cristina Colonna, Ana Yepes. She teaches Renaissance dancing at Scuola di Musica Antica di Venezia and gives courses and theoretical-practical seminars at schools, institutions and associations in Italy and abroad. She organizes shows about dance of the 15th to 17th Century in collaboration with several ensembles and companies; in particular with La Girometta she deals with the reconstruction of Italian dance repertory of the Quattrocento and Cinquecento from the original treatise sources taking in to account their musical concordances. She has extended her research to problems in reconstructing 17th and 18th Century theatrical performance with music, in particular regarding staging and gesture, collaborating to several stage productions such as  Don Giovanni by W. A. Mozart, Il Ballo delle Ingrate by C. Monteverdi, La Fida Ninfa by A. Vivaldi, Atalanta Fugiens by M. Maier, Flavio Cuniberto by G. D. Partenio; she has also directed this latter. She has been assistant direcctor for: Mulier Fortis by J. B. Staut, The Fairy Queen by E. Purcell and Così fan tutte by W. A. Mozart (directed by Deda Cristina Colonna), Madama Butterfly and Turandot by G. Puccini (directed by Hiroki Ihara), Rigoletto by G. Verdi (directed by Ivan Stefanutti), Sonnambula by V.Bellini (directed by Stefano Vizioli). She collaborates with As.Li.Co. – Teatro Sociale di Como as Stage Manager.

Full info about the workshop costs and registration form are available at this link.

Humor Bizzarro 2015: Marco Rosa Salva, Flauto dolce

Programma del corso e curriculum del docente

“Chiama questo suo giuoco empio e profano / saravanda e ciaccona il novo ispano.” Variazioni su bassi ostinati per flauto e per insieme di flauti.

Argomento del corso,  aperto a flautisti di qualsiasi livello,  saranno le recercadas  sui tenori italiani di Diego Ortiz; le  sonate secentesche su ciaccona, passacaglia e altri famosi bassi ostinati; i grounds di Henry Purcell e le divisions inglesi. Il corso prevede lezioni individuali e di ensemble su strumenti copie di originali (all’occorrenza alcuni strumenti saranno messi a disposizione). Gli allievi potranno in ogni caso proporre per le loro lezioni individuali brani di propria scelta, anche non attinenti l’argomento principale del corso.

Marco Rosa Salva ha studiato flauto dolce con Aldo Bova a Venezia e con Pedro Memelsdorff a Bologna, città nella quale si è inoltre laureato con una tesi in drammaturgia musicale. Ha al suo attivo una vasta attività concertistica, collaborando con molti complessi di musica medioevale, rinascimentale e barocca tra i quali Sonatori della Gioiosa Marca, Accademia di S. Rocco – Venice Baroque Orchestra, Cappella Ducale di Venezia, Pastime, Ensemble Antonio Draghi, Cappella della Pietà dei Turchini, L’Aura Soave, Il Complesso Barocco, Consort Veneto, I Barocchisti, Delitiae Musicae, Il Viaggio Musicale, La Venexiana, En Chordais, Cantar Lontano, esibendosi in Italia, in tutta Europa, in Turchia, negli Stati Uniti, in Messico, in Cina, in festival tra i quali Megaron Musica (Salonicco), Silk Road Festival (Hong Kong), Gubbio Arte Medievale, Festival di Sablè, Settimane musicali al Teatro Olimpico (Vicenza), St. Galler Festspiel, Tage alter Musik (Regensburg), Lufthansa Festival (Londra), Festival di Cremona, Trentomusicantica, Notti malatestiane (Rimini). Ha effettuato registrazioni per la RAI, per la ORF e per le etichette Stradivarius, Echo, Fonit Cetra, Tactus, Nuova Era, Skira, Naxos, Opus 111, Glossa. Con l’ensemble La Girometta (in veste di flautista e direttore) si occupa in particolare della ricostruzione del repertorio della musica per danza del quattrocento italiano realizzando spettacoli, masterclasses e lezioni concerto. Insegna presso la Scuola di Musica Antica di Venezia dal 1993 e dal 1998 ad ogggi ne ha assunto la direzione; tiene corsi e seminari presso Conservatori italiani ed esteri e presso Università italiane.

Informazioni complete sui costi del corso e scheda d’iscrizione disponibili a questo link.

A Milano il Bibliopride 2015

Cittadini e bibliotecari si mobilitano a sostegno delle biblioteche

Guarda il messaggio del testimonial Daniel Pennac

Mentre molte biblioteche civiche e provinciali rischiano pesanti ridimensionamenti e persino la chiusura, a Milano si svolgono due giornate per riaffermare la fondamentale importanza di queste istituzioni. Il Bibliopride – questo il titolo della manifestazione – ribadisce il legame fra le biblioteche e i cittadini, ma soprattutto è la voce pubblica dei bibliotecari, sancendo la loro passione per la professione, e chiede alle istituzioni di considerare concretamente il sistema bibliotecario nazionale come un valore aggiunto per la crescita culturale, economica e sociale del nostro Paese, dove l’utopia diventa possibile. Testimonial dell’edizione 2015 sarà lo scrittore francese Daniel Pennac, assieme alla giovane autrice Giusi Marchetta. Un video con il suo intervento è visibile a questo link.

Si inizia Venerdì 22 maggio a Palazzo Reale con un convegno internazionale dal titolo Strong libraries, strong societies incentrato sulle biblioteche dei paesi di area mediterranea. Fra i relatori, studiosi quali Sinikka Sipilä (Presidente IFLA, International Federation of Library Associations and Institutions), Jelena Djurović (direttore della Biblioteca Nationale del Montenegro), Dolores Noemi Melis (Archivio storico – Biblioteche del Comune di Cagliari), Virginia Ortiz-Repiso membro del FESABID (Spanish Federation of Societies of Archivist, Librarians, Documentalist and Museology), Tanja Prevolšek Pajer (Central Regional Library Srečko Vilhar Koper, Slovenia) e Mehmet Manyas (Kadir Has University, Turchia).

Nel pomeriggio si svolgerà la tavola rotonda dal titolo Building an agenda for the future, al termine della quale il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia, durante il corso di una cerimonia simbolica, firmerà la Lyon Declaration, un documento che invita gli stati membri dell’ONU a recepire l’importanza delle biblioteche e dell’accesso all’informazione come elementi necessari per uno sviluppo sostenibile nel senso più ampio del termine.

Sabato 23 alla Rotonda della Besana a partire dalle ore 12.00 si succederanno diverse iniziative a cura di Nati per Leggere e delle associazioni locali di promozione della Lettura rivolte a cittadini di ogni età; dalle 17 alle 18.30 si alterneranno sul palco autori e scrittori, coordinati dal giornalista Leonardo Merlini, dando vita a una narrazione fatta di letture, ricordi personali, testimonianze e videomessaggi per ricordare l’importanza delle biblioteche. Sono previsti interventi di: Alice Torriani, Gianni Biondillo, Giusi Marchetta, Giovanna Ferrante, Annarita Briganti, Giulia Jurinich, Victor Togliani e altri testimonial del mondo della cultura.

A seguire dalle 18.30 alle 21 è in programma Storie dai libri proibiti, “maratona letteraria” con lettori professionisti e volontari che si avvicenderanno sul palco. La lettura dei brani censurati nel corso della storia avverrà anche in alcuni dei luoghi dove risuonerà la musica della quarta edizione di Piano City Milano.

Durante tutta la durata della manifestazione si svolgerà il contest Biblioteca amore mio, ideato da Tuttolibri in collaborazione con Bibliopride, in cui il pubblico è chiamato a condividere il suo amore per le biblioteche in non più di 600 parole, ma anche con un selfie fotografico, o un semplice tweet.

Il Bibliopride 2015 è ideato e organizzato dall’AIB – Associazione Italiana Biblioteche ed ha ottenuto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, è realizzato con la collaborazione del Comune di Milano, il contributo della Fondazione Cariplo, ed è sostenuto dal Comitato promotore composto dal Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, Centro per il libro e la lettura, EBLIDA, Regione Lombardia, ANCI, Università degli studi di Milano, Politecnico di Milano, Università degli studi di Milano Bicocca, Università Commerciale “Luigi Bocconi”, IULM, Università Cattolica. Oltre ai seguenti patrocini: Senato della Repubblica, Camera dei Deputati, Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, UPI, Federculture, AIE, ALI, ANAI, ICOM Italia e Forum del Libro.

Il comunicato stampa completo è disponibile a questo link

bibliopride2015

Humor Bizzarro 2015: Rosanna Rossoni, Renaissance and Baroque singing

Course program and teacher’s curriculum

The course is addressed towards anyone interested in the study of the psychomotorial aspects of vocal emission and of the stylistic and interpretative aspects of the Renaissance and Baroque repertory; it features individual and collective classes. Part of the course will focus on the works by Claudio Monteverdi. Registered students may also agree with the teacher on other pieces proposed by them. It’s also possible, for already formed vocal groups, to study in depth the technical aspects of the ensemble music practice.

Rosanna Rossoni, born in Rome, has studied with Magda Laszlo e Gianni Socci. She started her early music activity in small vocal ensembles; from 1985 she devoted herself to the solo repertory as an alto. She has collaborated with several ensembles such as Musica Rara, Teatro Armonico, Florilegium Musicae; with the Renaissance vocal ensemble  Cantori di Lorenzo from Florence she took part in 1994 in the Palestrina celebrations under the direction of Tallis Scholars’ director Peter Phillips. By virtue of her formation and her intense concert activity she has become one of the reference points for early music in Rome. She has developed a deep knowledge of early music vocal technique and performance style, with particular reference to the Italian Baroque and the theory of diminutions on the madrigal. She also devoted herself to chamber music and to Lied, collaborating with Aldo Cupane, Claudio Anguillara and Alvaro Lopes-Ferreira, with whom she often presented premières or rarely performed works in concert. In 2003 she was awarded the teacher’s training title at the International School of Functional Voice in Boston, directed by Norma Giustiani. In 2012 she featured as solo alto and vocal trainer for the recording of Salmi per il Vespro della Beata Vergine di Loreto by Isabella Leonarda with Florilegium Musicae directed by Remo Guerrini. Besides her performing activity, she developed a major didactic activity – also through masterclasses for teachers and singers – on the use of the voice through body awareness; she collaborates with several ensembles in the role of vocal trainer on the emission technique and on the stylistic aspects of the Renaissaince and Baroque. Since 1999 she features in the cast of the company Dosto & Yevski with the stage name of Donna Olimpia, carrying out an intense activity with several tours in Italy, Europe, Asia and Southern America.

Info on the workshop costs and registration is available at this link.

Humor Bizzarro 2015: Paolo Di Segni, “Cotillon” – Danze di Società del XIX secolo

Il programma del corso e il curriculum del docente


Il programma del corso, aperto ad allievi di ogni livello, prevede lo studio della tecnica e dei passi base della danza dell’Ottocento e l’apprendimento di danze dal manuale di Achille Della Croce Piccolo repertorio di danza per l’eletta società (Milano 1872).

Paolo di Segni Nato in Svizzera, avviato alla musica ed alla ritmica da L. Di Segni-Jaffé (metodo Jaques Dalcroze), ha studiato pianoforte e violoncello. Specializzatosi in danza storica sotto la guida di B. Sparti, F. Lancelot, S. Wynne, ha fatto parte del Gruppo di Danza Rinascimentale di Roma; con questo ed altri gruppi di danza antica ha partecipato a numerose tournée in Italia ed all’estero. Si dedica alla ricerca, alla ricostruzione e divulgazione delle danze storiche, in particolare dell’800. Ha curato programmi sulla Quadriglia per TeleMontecarlo, partecipato a Telethon ’97 e ’98, tenuto seminari presso la Scuola di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma, a Catania presso il Balletto di Sicilia ed a Napoli. Ha collaborato con l’Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari e collabora con l’associazione Dimensione Polifonica alla realizzazione di eventi per il Comune di Napoli.

Informazioni complete sui costi del corso e scheda d’iscrizione disponibili a questo link.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 261 follower