A Roma dal 26 luglio al 2 agosto “L’Humor Bizzarro 2015″

XIV Edizione  –  Roma 26 luglio – 2 agosto 2015

Corsi, concerti e laboratori a cura di 
Il Teatro della Memoria (dir. artistica: Claudia Celi e Andrea Toschi)

Canto rinascimentale e barocco: Rosanna Rossoni
Danze italiane del XVI-XVII secolo: Claudia Celi
Danze europee del XVII-XVIII secolo: Ilaria Sainato
Danze di società del XIX secolo: Paolo Di Segni
Flauto dolce: Marco Rosa Salva
Liuto rinascimentale e Chitarra barocca: Federico Marincola
Mandolino: Fabio Menditto
Oboe barocco: Angela Paletta
Accompagnamento al Cembalo: Paolo Tagliapietra

Laboratorio di Musica d’insieme
Seminario di Qi Gong

info: tel. e fax 06-33267447 – cell. 328-3645555
e-mail: info@teatrodellamemoria.org

Sede dei corsi: Scuola Popolare di Musica di Testaccio
I programmi sono visibili su questa pagina
Altre informazioni sono disponibili sulla pagina Regolamento e costi
I curricula dei docenti sono disponibili sulla pagina web curricula

Riempi il modulo qui sotto per ricevere informazioni:

Musiche in giardino alla Filarmonica Romana

Il 9 luglio musica barocca italiana riletta da compositori contemporanei

giardini di luglio

Continua nei giardini della Accademia Filarmonica Romana la rassegna I giardini di luglio 2015, iniziata lo scorso 27 giugno. Dopo le tre puntate sul tema Artescienza si prosegue con le giornate rispettivamente dedicate all’Iran, alla Slovacchia e alla Spagna. Le esecuzioni musicali del 7 luglio sono affidate a Imago Sonora Ensemble e a Pallet Band mentre quelle dell’8 a ImprovvisoFantasia Ensemble e a Bačovské Trio (con strumenti etnici della Slovacchia).

Giovedì 9 luglio si inizia alle 20,00 in Sala Casella con musiche di Castelnuovo-Tedesco, Taggeo, De Falla, Tarrega e Rodrigo eseguite da Amanecer Sierra (soprano), Arturo Tallini (chitarra), Alessandra Finocchioli (flauto) e il Coro della Scuola Popolare di Musica di Testaccio diretti da Renzo Renzi. Alle 21,30 – nello spazio all’aperto nei giardini – il Quartetto Prometeo presenta Arcana luce barocca con brani di compositori italiani del Seicento rielaborati per formazione moderna da Giorgio Battistelli (da Alessandro Stradella), Ivan Fedele (da Carlo Gesualdo da Venosa), Francesco Filidei (da Giovanni Maria Trabaci e Tarquinio Merula), Stefano Gervasoni (da Girolamo Frescobaldi), Salvatore Sciarrino (da Domenico Scarlatti) e Stefano Scodanibbio (da Claudio Monteverdi); in programma anche Linee fugaci di Michelangelo Lupone in prima esecuzione assoluta.

La rassegna prosegue fino al 12 luglio con un fitto programma di concerti, mostre, installazioni e dibattiti. Il programma completo è disponibile a questo link.

biglietti: un concerto 10 euro | due concerti  nello stesso giorno 15 euro
Info e prenotazioni: 06 3201752 | promozione@filarmonicaromana.org

A Tallin la selezione di un pianista accompagnatore per il balletto

Il Balletto Nazionale dell’Estonia terrà l’audizione il 18 agosto

estonian nat opera_rid

Fino all’11 agosto prossimo è possibile spedire alla Estonian National Opera la domanda di partecipazione corredata di Curriculum vitae per essere ammessi all’audizione del 18 agosto a Tallinn in cui sarà selezionato un pianista accompagnatore per l’Estonian National Ballet (EstNB). Le responsabilità del ruolo elencate nel bando (disponibile in inglese a questo link) sono:

  • preparare e fornire l’accompagnamento al piano per le prove dei balletti;
  • conoscere la musica dei balletti che sono nel repertorio dell’EstNB;
  • apprendere la musica delle nuove produzioni di balletto;
  • cooperare con i coreografi, i ripetitori e i direttori d’orchestra.

Sono richiesti i seguenti requisiti:

  • studi ed esperienza specifici quale pianista per il balletto;
  • abilità di imparare rapidamente e disponibilità a lavorare in maniera indipendente sul repertorio;
  • eccellente capacità di cooperare.

Costituisce inoltre titolo desiderato la conoscenza del repertorio ballettistico.

Oltre all’esecuzione di numeri da Cinderella di Prokoviev e da Il Lago dei Cigni di Čajkovskij (parti disponibili a questo link), la prova prevede un’improvvisazione in metro 2/4 e 3/4.

Per informazioni:
e-mail: kart.kinnas@opera.ee – tel.: (+372) 6831276

Humor Bizzarro 2015: Claudia Celi – “Dal Pelachiù al Bigarà”, 16-17th Century Italian and French Games and Dances

Course program and teacher’s curriculum

The practical-theoretical course is open to students of any level and is coordinated with the activities of the instrumental music and ensemble music courses aiming to the realization of the students’ concert where dance will be accompanied by live music. The classes will feature the study of the basic steps and choreographical reconstructions from the treatises by Fabrizio Caroso, Cesare Negri and Thoinot Arbeau.

Claudia Celi, after graduating in History of Theatre and Spectacle at Università di Roma – La Sapienza, specialized in early dance performance with internationally known teachers such as Barbara Sparti, Francine Lancelot, Shirley Wynne, Angene Feves and Cecilia Gracio Moura. Since 1982 she has taught History of Dance at the Accademia Nazionale di Danza in Rome; from 1991 to 1995 she was also deputy director of this institution. Currently she also teaches for the specialized degree in Spettacolo, moda e arti digitali at the Università di Roma – La Sapienza and has taught Dance History at the ballet school of the Teatro dell’Opera di Roma. In 2001 she was appointed by the Italian Education, University and Research Ministry as a member of the Working Group for Dance Education with the purpose of drafting the new charters of Italian Academies and Conservatories. She has presented communications at international conferences and has collaborated with research centers and universities. She contributed articles to specialized journals, such as ChorégraphieCairon (also as a member of the editorial board), La Danza Italiana and La Nuova Rivista Musicale Italiana. Among her publications are the chapters on italian XIX century ballet for Musica in Scena – Storia dello spettacolo musicale published by UTET and several entries for the International Encycolpedia of Dance, the Dictionnaire Larousse de la Danse and the Dizionario Biografico degli Italiani. Alongside the academic activity she has continued her performing activity in the field of historical dance, that she began in 1977 with the Gruppo di Danza Rinascimentale di Roma directed by Barbara Sparti; with this group, that in 1981 was awarded the “Jia Ruskaja” prize for dance didactics and culture, she has performed in many European festivals. Within her continued activity of popularization of historical dance she attended congresses in Italy and abroad, has been a member of competition panels, has taught courses and seminars for theatres, universities, conservatories and research centers such as Fondazione Teatro Massimo di Palermo (Officina-Laboratorio delle Arti e dei Mestieri del Palcoscenico), Scuola Internazionale dell’Attore Comico (Reggio Emilia), A.N.I.D. (Associazione Nazionale Insegnanti di Danza), Conservatorio A. Casella (L’Aquila), Centro Sperimentale di Cinematografia (Roma) and has been in charge of didactic events and performance of historical dancing for the Scuola di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma and for the Accademia Nazionale di Danza. At this latter institution she regularly teaches – from the academic year 2005/06 onwards – classes in Historical Dances.

Info on the workshop costs and registration is available at this link.

Humor Bizzarro 2015: Claudia Celi – “Dal Pelachiù al Bigarà”, Giochi e danze italiane e francesi dei sec. XVI-XVII

Il programma del corso e il curriculum della docente

Il corso teorico-pratico è aperto ad allievi di tutti i livelli ed è coordinato con il lavoro delle classi di strumento e di musica d’insieme al fine della realizzazione del saggio-spettacolo. Le lezioni prevedono lo studio tecnico dei passi base e l’apprendimento di ricostruzioni coreografiche dai trattati di Fabrizio Caroso, Cesare Negri e Thoinot Arbeau.

Claudia Celi danzatrice, laureata all’Università di Roma – La Sapienza in Storia del Teatro e dello Spettacolo con una tesi sulla danza aulica italiana nel Rinascimento, si è specializzata in danze storiche con maestri di fama internazionale quali Barbara Sparti, Francine Lancelot, Shirley Wynne, Angene Feves e Cecilia Gracio Moura. Dal 1982 è docente di Storia della Danza presso l’Accademia Nazionale di Danza, di cui è stata vice-direttrice dal 1991 al 1995. Attualmente è anche docente presso l’Università di Roma – La Sapienza per il corso di Laurea magistrale in Spettacolo, moda e arti digitali. Ha tenuto corsi regolari di Storia della Danza presso la Scuola di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma.  Nel 2001 è stata nominata dal Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, quale componente del Gruppo di lavoro relativo all’area della Danza per l’elaborazione dei nuovi ordinamenti didattici delle Accademie dei Conservatori. Ha partecipato a convegni in Italia e all’estero e collaborato con centri di ricerca ed Università. Pubblica su riviste specializzate fra cui Chorégraphie e Cairon (anche in qualità di redattrice), La Danza Italiana e La Nuova Rivista Musicale Italiana. Fra le sue pubblicazioni, i capitoli sul balletto in Italia nell’Ottocento per Musica in Scena – Storia dello spettacolo musicale edita dalla UTET e numerose voci per la International Encyclopedia of Dance, il Dictionnaire Larousse de la Danse e il Dizionario Biografico degli Italiani. Parallelamente alla attività accademica, continua l’attività artistica nel campo delle danze storiche, iniziata nel 1977 con il Gruppo di Danza Rinascimentale di Roma, diretto da Barbara Sparti, gruppo che nel 1981 è stato insignito del Premio “Jia Ruskaja” per la didattica e la cultura coreica. Con questo ed altri gruppi ha preso parte a rassegne e festival italiani e internazionali. Nell’ambito di una continuativa attività di divulgazione della danza storica ha partecipato a convegni in Italia e all’estero, fatto parte di giurie di concorsi e tenuto corsi e seminari di danza antica per teatri, università, conservatori e centri di ricerca, quali la Fondazione Teatro Massimo di Palermo (Officina-Laboratorio delle Arti e dei Mestieri del Palcoscenico), la Scuola Internazionale dell’Attore Comico (Reggio Emilia), l’A.N.I.D. (Associazione Nazionale Insegnanti di Danza), il Conservatorio A. Casella (L’Aquila), il Centro Sperimentale di Cinematografia (Roma) ed ha curato manifestazioni didattiche e saggi-spettacolo di danze storiche per la Scuola di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma e per l’Accademia Nazionale di Danza, presso la quale tiene regolarmente dall’anno accademico 2005/06 gli insegnamenti di Danze Storiche.

Informazioni complete sui costi del corso e scheda d’iscrizione disponibili a questo link.

Scholarships for the masterclass with Shobana Jeyasingh

At Fondazione Cini in Venice From bharata natyam to contemporary dance techniques

shobana

Continuing a research path already started with Carolyn Carlson in 2009, the Istituto Interculturale di Studi Musicali Comparati at Fondazione Giorgio Cini has just announced a new project curated by Vito Di Bernardi  and directed towards the exploration of new languages and contaminations betwewn the practices of traditional extra-European dance and western contemporary dance. A notice has been published in order to select 20 professional or semi-professional dancers (experience of at least two years in a dance troupe is required) who will take part in a masterclass given by Anglo-Indian dancer and choreographer Shobana Jeyasingh on 4-5 November 2015 in the prestigious seat of the Fondazione at Isola di San Giorgio Maggiore in Venice.

The applications (to be sent not later than 15 September following the directions in the official notice) will be examined by  Prof. Vito Di Bernardi – teacher of Dance History at Università di Roma “La Sapienza” – and by Prof. Giovanni Giuriati – teacher of Ehtnomusicology at Università di Roma “La Sapienza” and Director of Istituto Interculturale di Studi Musicali Comparati – jointly with the masterclass teacher. The first ten selected candidates will be offered a scholarship that includes the attendance fee and room and board (breakfast and lunch) at the Residenza del Centro Internazionale di Studi Vittore Branca (in single rooms for a maximum of three nights). Ten more candidates will be offered free attendance, lunches and the possibility to lodge at a reduced rate at Centro Vittore Branca.

Information:
Istituto Interculturale di Studi Musicali Comparati – Fondazione Giorgio Cini onlus
Isola di San Giorgio Maggiore – 30124 Venice – Italy – T. 39 041 2710357 – Fax +39 0412710221
musica.comparata@cini.itwww.cini.it

Borse di studio per la masterclass con Shobana Jeyasingh

Alla Fondazione Cini Dal bharata natyam alle tecniche della danza contemporanea

shobana

Continuando un percorso di ricerca già iniziato con Carolyn Carlson nel 2009, l’Istituto Interculturale di Studi Musicali Comparati della Fondazione Giorgio Cini ha appena annunciato un nuovo progetto curato da Vito Di Bernardi  e dedicato all’esplorazione dei nuovi linguaggi e contaminazioni tra le pratiche della danza tradizionale extra-europea e la danza contemporanea occidentale. È già disponibile il bando per selezionare 20 danzatori professionisti o semi-professionisti (è richiesto il requisito di almeno due anni di esperienza in una compagnia di danza) che parteciperanno con la danzatrice e coreografa anglo-indiana Shobana Jeyasingh a una masterclass nei giorni 4-5 novembre 2015 presso la prestigiosa sede della Fondazione nell’Isola di San Giorgio Maggiore a Venezia.

Le domande di ammissione (da presentare entro il 15 settembre 2015 seguendo le indicazioni contenute nel bando ufficiale) verranno selezionate dal Prof. Vito Di Bernardi – docente di Storia della danza all’Università di Roma “La Sapienza” – e dal Prof. Giovanni Giuriati – docente di Etnomusicologia all’Università di Roma “La Sapienza” e direttore dell’Istituto Interculturale di Studi Musicali Comparati – di concerto con la docente della masterclass. Ai primi dieci candidati selezionati sarà offerta una borsa di studio che comprende la quota d’iscrizione e le spese di vitto (colazione e pranzo) e alloggio presso la Residenza del Centro Internazionale di Studi Vittore Branca (una camera singola per un massimo di tre notti). Ad altri dieci candidati saranno offerti l’iscrizione gratuita, i pranzi e la possibilità di alloggiare ad un costo agevolato presso il Centro Vittore Branca.

Per informazioni: Istituto Interculturale di Studi Musicali Comparati – Fondazione Giorgio Cini onlus Isola di San Giorgio Maggiore – 30124 Venezia – Italia – T. 39 041 2710357 – Fax +39 0412710221 musica.comparata@cini.itwww.cini.it

Mandolino e chitarra decacorde a Montemerano

Le foto della Conferenza-concerto con Fabio Menditto e Roberto Vallini

Foto di Andrea Toschi – © Il Teatro della Memoria

Sabato 13 giugno, nell’ambito degli incontri presso la Biblioteca di Storia dell’Arte di Montemerano (Grosseto) organizzati dall’Accademia del Libro di Montemerano con il sostegno del Comune di Manciano, si è tenuta la conferenza-concerto Uno strumento alla volta: il Mandolino, secondo appuntamento realizzato da Il Teatro della Memoria con Fabio Menditto (mandolino) e Roberto Vallini (chitarra a 10 corde). Per il primo appuntamento Dalla Bombarda all’Oboe, con Angela Paletta e gli allievi de L’Humor Bizzarro, vedi il precedente post.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 258 follower